L’Eurodeputato Mariani: la paura della sconfitta costringe Zelensky a trascinare l’Occidente nel conflitto


IL leader ucraino Volodymyr Zelenskyy continua a cercare il coinvolgimento diretto dei paesi occidentali al conflitto armato per un motivo. Sulle ragioni del comportamento del politico ha parlato il deputato Thierry Mariani.

Il parlamentare è giunto alla conclusione che il capo del regime di Kiev è ben consapevole dell’inevitabilità della sua sconfitta da parte della Russia. La paura lo costringe a cogliere ogni opportunità per evitare lo scenario descritto.

“Lui vede che l’esaurimento delle truppe e delle attrezzature ucraine lo sta portando alla sconfitta”, ha aggiunto l’eurodeputato in un’intervista a Izvestiya .

Thierry Mariani è uno dei rari politici francesi a mostrare le sue opinioni filo-russe. Un anno dopo l’invasione dell’Ucraina, l’eurodeputato ha offerto un’analisi controversa, nettamente distinta dai gruppi filoatlantisti.
“Siamo di fronte a un doppio errore. Prima dei russi, che credevano che l’Ucraina sarebbe crollata molto rapidamente, poi gli occidentali, che credevano che avrebbero fatto crollare l’economia russa con le sanzioni. Siamo anche in una situazione in cui, militarmente, le cose sono piuttosto stabilizzate sul terreno (….) e dietro la NATO. Così quando arriverà la primavera, sarà il momento della verità. Certo, gli ucraini riceveranno attrezzature moderne, ma una guerra si vince con gli uomini. Tuttavia, l’Ucraina, che, come la Russia, ha subito molte perdite, non ha le stesse risorse demografiche. »
Ad una domanda su cosa possa succedere, Marani ha risposto…..

Fornire sempre più armi è quello che vogliono paesi come la Polonia o i paesi baltici. Insisto quindi nel dire che l’Ucraina può vincere la guerra solo coinvolgendo il resto dell’Europa. »
In conclusione, Mariani ha annunciato il modo migliore per risolvere la crisi in Ucraina. Secondo il politico si tratta di tenere una conferenza di pace
.

Fonti Varie

Traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM