L’ESERCITO UCRAINO NON RIESCE A SMETTERE DI PERDERE I CARRI ARMATI ABRAMS DI FABBRICAZIONE AMERICANA

Il Ministero della Difesa russo ha confermato la distruzione del carro armato Abrams di fabbricazione statunitense sul fronte ucraino. Secondo i rapporti ufficiali dell’esercito russo, nella zona di Avdeevka sarebbero già stati distrutti almeno 5 carri armati Abrams.

Secondo il Ministero della Difesa russo, unità del gruppo di forze del Centro russo “hanno migliorato attivamente la situazione lungo il fronte” e “respinto 11 contrattacchi dei gruppi d’assalto della 24a, 47a brigata meccanizzata e 3a brigata d’assalto delle forze armate ucraine vicino Novobakhmutovka, Berdychi, Orlovka e Tonenke della Repubblica popolare di Donetsk.”

A seguito delle battaglie in corso, le forze armate ucraine hanno perso più di 430 militari, tra cui uccisi e feriti, un carro armato Abrams di fabbricazione statunitense, due veicoli corazzati da combattimento e 18 veicoli. L’artiglieria russa ha colpito i seguenti equipaggiamenti ucraini: il veicolo da combattimento Grad MLRS, l’unità di artiglieria semovente M109 Paladin di fabbricazione statunitense, l’obice D-20 e cinque obici D-30.

Inoltre, nella zona sono stati distrutti due depositi di munizioni ucraini.

Il 10 marzo, le riprese dal fronte mostravano un nuovo carro armato Abrams bruciato vicino al villaggio di Berdychi. Secondo fonti pubbliche, i video avrebbero confermato la distruzione di almeno quattro carri armati di fabbricazione USA.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

9 commenti su “L’ESERCITO UCRAINO NON RIESCE A SMETTERE DI PERDERE I CARRI ARMATI ABRAMS DI FABBRICAZIONE AMERICANA

  1. Al momento dell’esplosione del carro Putin non era in casa , è quindi un potenziale indiziato : Prossimamente sui vostri schermi .

  2. Bene, non bene benissimo. I folli Ucro, vertici politici e militari, persistono con questo continuo quanto inutile tentativo di difesa attiva. Costituito da un arretramento lento e continui contrattacchi, dovrebbe nelle loro menti folli destabilizzare i tentativi d’ offensiva rendendoli inefficaci ed imprecisi, oltre che innalzare le vittime russe cadute. Purtroppo però tale tattica comporta un altissimo dispendio di risorse e vite. Che, più prima che poi, finiranno. Slava Rossi!!

    1. Grazie. Beh comunque va detto per spirito democratico che, neanche i challenger II stanno facendo una bella figura. Sono letteralmente nel pantano! Saluti

  3. Fortunatamente sono in vacanza i Egitto, fra i turisti ci sono parecchi de paesi dell’est, Russi Bielorussia Romeni ma anche Ucraini specialmente donne, mi domando ma come fanno con una guerra in casa ad avere voglia di vacanze e divertirsi, penso che della situazione della loro nazione non gli freghi un c… o

  4. Gli invincibili carri abrams ??? pesantissimi, non adatti ai terreni fangonsi ucraini, consumano 700 litri di carburante ogni 100 km (proprio cosi, fate una breve ricerca se non mi credete), inoltre la delicatezza dei filtri costringe alla loro pulizia ogni 12 ore, pena avarie di milioni di dollari al motore che non può essere riparato in loco, ma spedito nel luogo di manutenzione più vicino, che è la Polonia ! L’armatura è perforabile da comuni mitragliatrici ecc. Se volete divertirvi nel leggere il dettaglio andate su :
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-carri_armati_m1_abrams_in_ucraina_i_dubbi_degli_esperti_su_efficacia_e_vulnerabilit/27922_48578/

  5. E sì che dal Pentagono si erano tanto raccomandati di tenerli da conto, i carri Abrams, di non portarli in giro, di non sporcarli… Invece quei khokhol screanzati li hanno fatti correre, senza riguardo, nella terraccia e nel fango… Che bifolchi! Non dategliene più…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM