L’esercito ucraino intensifica i bombardamenti contro la Repubblica di Donetsk: civili feriti, otto case danneggiate

di Christelle Néant.

Dal 2 al 3 febbraio 2021, l’esercito ucraino ha intensificato i suoi bombardamenti contro le località della DPR (Repubblica popolare di Donetsk), e ha sparato con mortai di grosso calibro alle aree residenziali in diversi punti della linea del fronte, ferendo tra i civili e danneggiato otto case. Questa escalation dei bombardamenti dell’esercito ucraino sui civili della Repubblica democratica popolare di Corea è avvenuta durante una riunione del gruppo di contatto trilaterale.

Durante le ultime 24 ore, l’esercito ucraino ha violato il cessate il fuoco sei volte e ha sparato 40 munizioni, tra cui 22 proiettili di mortaio da 120 mm e 82 mm, sul territorio della DPR . Dal 30 gennaio, l’esercito ucraino ha già sparato 52 colpi di mortaio da 120 mm e 82 mm contro la DPR, quasi il doppio del numero di proiettili sparati la settimana precedente, mentre la settimana non è ancora finita.

Non solo l’esercito ucraino sta intensificando i suoi bombardamenti con armi pesanti contro la DPR, ma prende regolarmente di mira le aree residenziali.

Dal 2-3 febbraio 2021, l’esercito ucraino ha deliberatamente preso di mira le aree residenziali delle città di Signalnoye e Gorlovka.

L’esercito ucraino ha iniziato aprendo il fuoco sul villaggio di Signalnoye la mattina del 2 febbraio. Gli spari hanno danneggiato cinque case, ma fortunatamente non hanno provocato vittime civili.

Guarda le foto scattate in loco dal Centro comune di controllo e coordinamento del cessate il fuoco (CCCC) :

Interrogati dal giornalista Andreï Roudenko, i residenti di Signalnoye hanno confermato che gli spari che hanno colpito il villaggio provenivano effettivamente dall’esercito ucraino . Hanno anche voluto sottolineare che a differenza dell’esercito ucraino, i soldati della DPR non sparano, applicando quindi rigorosamente gli ordini di rispettare il cessate il fuoco.

Il CCCC ei giornalisti che hanno visitato hanno portato con loro Anatoly Taranenko, il soldato ucraino recentemente passato alla DPR . Quest’ultimo ha confermato che è stato proprio l’esercito ucraino a sparare sul villaggio di Signalnoye , e che non ci sono postazioni, armi o soldati nei luoghi bombardati, ma solo civili, e principalmente donne, bambini e nonne.

I colpi di artiglieria sulle abitazioni civili

Poi, la notte del 2-3 febbraio, l’esercito ucraino ha sparato sul villaggio della miniera 6/7, situato alla periferia di Gorlovka, danneggiando tre case e ferendo gravemente un civile . L’homme de 65 ans a une fracture ouverte de l’avant-bras gauche, des côtes fracturées, un pneumothorax, une blessure au crâne et une commotion due au souffle de l’explosion de l’obus de mortier qui est tombé sur sa casa. È stato mandato in ospedale dove è in cura per le ferite riportate.

Questa intensificazione dei bombardamenti dell’esercito ucraino contro la DPR, avviene mentre si è tenuto in videoconferenza un incontro del gruppo di contatto trilaterale. Non sorprende che i negoziati non abbiano avuto esito positivo, in termini di sicurezza, aspetto politico della soluzione del conflitto, aspetto umanitario o aspetto economico.

Durante le trattative all’interno del sottogruppo dedicato ai temi della sicurezza, la delegazione ucraina ha respinto tutte le proposte costruttive del DPR che avrebbero potuto rendere possibile il ripristino delle garanzie di sicurezza e la ripresa dei lavori di riparazione e ricostruzione del gasdotto nella filiale della Krasnogorovka-Maryinka. I rappresentanti ucraini hanno anche dichiarato ancora una volta che non vedono la necessità di specificare o completare le ulteriori misure di controllo del cessate il fuoco e in particolare il meccanismo di coordinamento .

Colpi di artiglieria sulle case

I negoziati sul lato politico della risoluzione del conflitto non hanno avuto più successo. La delegazione ucraina continua infatti a ignorare il progetto di roadmap presentato dalle repubbliche popolari e cerca invano di coinvolgere la Russia nella preparazione di questo documento, sebbene non sia parte in conflitto, come dimostrano i documenti del pacchetto di Minsk. .

Bloccando con ogni mezzo le ulteriori discussioni su questo tema, la delegazione ucraina ha proposto di iniziare a discutere altri punti dell’ordine del giorno, che non possono essere risolti senza la garanzia che l’Ucraina è pronta ad attuare gli accordi di Minsk nella loro interezza. Tuttavia, la tabella di marcia comune è il passo necessario per confermare ufficialmente l’impegno dell’Ucraina ad attuare gli accordi di Minsk. Finché i negoziati non avanzano sulla bozza della tabella di marcia, gli altri punti dell’aspetto politico della soluzione del conflitto non possono avanzare.

Anche i negoziati sull’aspetto umanitario, e più in particolare sull’organizzazione del prossimo scambio di prigionieri, sono in stallo, la delegazione ucraina si rifiuta di studiare le proposte delle repubbliche popolari in merito al congedo giudiziario dei prigionieri scambiati . In generale, i rappresentanti ucraini non sono in grado di formulare una posizione coerente sulle questioni relative alla procedura per lo scambio di prigionieri e all’apertura di nuovi valichi di frontiera.

Dal punto di vista economico, il DPR ha chiesto all’Ucraina di fare il primo passo e calcolare almeno l’ammontare degli arretrati salariali dovuti ai dipendenti delle ferrovie. Sfortunatamente, c’è da temere che, come nel caso della Donbass Water Company, alla fine sarà RPD a rimborsare i dipendenti per gli arretrati dovuti dall’Ucraina .

In considerazione della riluttanza di Kiev a specificare il meccanismo di coordinamento che è al centro delle ulteriori misure di controllo del cessate il fuoco e delle crescenti tensioni politiche e sociali in Ucraina, si teme che l’intensificazione dei bombardamenti dell’esercito ucraino contro la DPR continuerà. e che aumenteranno le vittime civili e la distruzione delle case.

Christelle Nil

Fonte: Donbass Insider

Traduzione: Gerard Trousson

2 Commenti
  • eusebio
    Inserito alle 18:59h, 04 Febbraio Rispondi

    La situazione dell’Ucraina peggiora di giorno in giorno, dall’inizio dell’anno sono già quattro i soldati ucraini morti sul fronte del Donbass, morti per Sion, la situazione economica è catastrofica, l’FMI dovrebbe erogare nel 2021 una tranche di 2,2 miliardi di dollari di un prestito di 5 di cui ne sono già stati erogati 2, però nel frattempo l’Ucraina emetterà obbligazioni sul mercato finanziario europeo per 2,4 miliardi, ovvero i risparmiatori europei permetteranno al regime ucraino di restare in vita e all’FMI di recuperare i suoi soldi.
    Inoltre dopo aver proibito l’uso del russo in pubblico il regime ucraino ha chiuso tre network televisivi filorussi.
    Insomma l’Ucraina manda a morire i suoi soldati per ostacolare l’appoggio russo alla Siria che passa per la Crimea, intanto il paese è in bancarotta e il regime perseguita le sue minoranze interne, soprattutto quella russo-russofona che poi è probabilmente maggioranza e quella ungherese.
    Fortuna che l’Ucraina ha appena concluso un accordo per l’immigrazione con il Canada, così i galiziani che sostengono il regime potranno espatriare per non essere massacrati dai russofoni.

  • Niko
    Inserito alle 19:19h, 04 Febbraio Rispondi

    dal testo mi sembra di capire che l’autore non sa dove si trova e di cosa parla :”Questa escalation dei bombardamenti dell’esercito ucraino sui civili della Repubblica democratica popolare di Corea è avvenuta durante una riunione del gruppo di contatto trilaterale.”

Inserisci un Commento