L’Esercito ucraino ha bombardato il centro di Donetsk, scuole comprese, cinque persone sono morte.

DONETSK, 30 maggio – RIA Novosti. Cinque persone hanno perso la vita nel bombardamento sul centro di Donetsk da parte dell’Esercito ucraino, sotto il fuoco anche le scuole, hanno riferito le autorità locali.

“A seguito dei bombardamenti delle Forze Armate Ucraine su Donetsk, il numero delle vittime è salito a 21 persone: cinque sono state uccise e 16 sono rimaste ferite. Tra i morti c’è un ragazzo nato nel 2009”, afferma il canale Telegram del quartier generale della Difesa Territoriale della Repubblica Popolare di Donetsk.

Come comunicato dal sindaco della città, Aleksej Kulemzin, le Forze Armate Ucraine hanno tirato anche su due scuole e un ginnasio:

“A seguito del bombardamento sulla parte centrale della città nella scuola n. 22, ci sono stati 2 morti e 12 feriti – due dei quali sono in gravi condizioni. Nella scuola n. 5 – un morto. Inoltre, un civile è morto durante il bombardamento di via Dinamicheskaya nel quartiere Budennovskij di Donetsk, un altro civile è morto  all’incrocio tra via General Antonov e via 50-letiy CCCP”.

Sul “Primo canale”, il capo della città non ha escluso che il bombardamento sia stato effettuato con armi pesanti americane.

Effetti dei bombardamenti delle forze ucraine sul centro di Donetsk

“Il cannoneggiamento continua. <…> è in azione l’artiglieria pesante, molto probabilmente, questa è la nuova fornitura americana”, ha specificato Kulemzin.

Poi, in onda su Rossiya 24, ha aggiunto che sulle schegge dei proiettili trovati nel luogo del bombardamento, ci sono iscrizioni in inglese, le autorità suppongono che sia “una qualche nuova arma”.

La direttrice della scuola n. 22, Olga Rachinskaya, ha raccontato che due delle vittime erano operatori tecnici, avevano 65 e 70 anni, inoltre che molti insegnanti sono stati feriti da frammenti volanti:

“Questa è una normale scuola. Qui non c’è niente – nessun militare, niente. Questa è una normalissima scuola. Qui si svolgevano le lezioni, ora, fino ad ora, i nostri bambini sono in collegamento (lezioni a distanza ndr.)”.

Dal 24 febbraio, la Russia sta conducendo un’operazione militare speciale per smilitarizzare e denazificare l’Ucraina. Vladimir Putin ha definito il suo obiettivo “la protezione delle persone che per otto anni sono state sottoposte allo scherno e al genocidio da parte del regime di Kiev”. L’Esercito russo colpisce le infrastrutture militari e le truppe ucraine e ha già completato il compito principale della prima fase: ridurre significativamente il potenziale di combattimento dell’Ucraina. L’obiettivo principale dell’operazione definito dal dipartimento militare russo è la liberazione del Donbass.

Fonte: https://ria.ru/20220530/donetsk-1791678901.html

Traduzione di Eliseo Bertolasi

3 Commenti
  • luther
    Inserito alle 17:40h, 30 Maggio Rispondi

    Non riesco a capire come mai l’esercito ucraino ridotto a brandelli trovi ancora la forza di compiere attacchi di questa portata, come mai non si riesce ad eliminare una volta pertutte questi figli di puttana che non colpiscono obiettivi militari ma civili. Perché nonostante le perdite devastanti patite questi continuano ad assassinare gli innocenti quasi indisturbati.? Forse non si capisce da dove partono gli attacchi? Oppure non sono così distrutti come si dice e la guerra rischia davvero di prenderéuna brutta piega? Qualcuno può dirmi qualcosa?

    • Sarabanda 82
      Inserito alle 18:58h, 30 Maggio Rispondi

      Io più volte mi sono fatte le tue stesse domande senza trovare risposte adeguate, non riesco a capire la strategia dell’esercito Russo, hanno o non hanno la superiorità che dicono, all’ora la usino e diano una bella lezioni a Zelesky così smetterà di apparire sempre in TV con quell’aria di vittima sacrificale, dal’altra parte sono stati chiamati macellai invasori assassini, lo dimostrino una volta x tutte, tanto chi vince ha sempre ragione.

  • Giorgio Verardi
    Inserito alle 18:44h, 30 Maggio Rispondi

    Perche caro mio, tutti i governi burattino soggiogati nella NATO continuano a fornire armi al regime di Kiev….ed aggiungo adesso intensificano l’invio di quelle pesanti cosi da provare piu Danno per sperare di rallentare i Russi e comunque fare piu stragi possibile ….avendo a disposizione carne da macello “gratis” ( gli ucraini che Kiev arruola con la leva obbligatoria) e le armi pesanti forinte dai parsi NATO Italia Compreso…..possono tentare di portare avanti ad oltranza la guerra per indebolire il loro obiettivo Principale …come da loro piu volte dichiarato….non la difesa di un popolo ucraino invaso, ma la Federazione Russa…….a buon intemditore poche parole.

Inserisci un Commento