APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

L’Esercito siriano si prepara a catturare l’ultima roccaforte terroristica nella provincia di Dara’a

TEHRAN (FNA) – Le forze dell’esercito siriano sono riuscite a prendere il controllo di un’altra regione chiave nella parte settentrionale della Dara’a mercoledì, avanzando verso l’ultima e la più importante roccaforte terroristica della regione.
Le unità dell’esercito, coperte dall’artiglieria e dal fuoco missilistico, si sono scontrate in feroci combattimenti con terroristi nel villaggio di al-Aliyeh, ad ovest della città di al-Jasem, nella parte nord-occidentale di Dara’a e hanno catturato la regione.

Nel frattempo, altre unità missilistiche e di artiglieria hanno aperto il fuoco pesante contro le posizioni e i movimenti dei terroristi nella città di Nawa e Tal al-Jabiyeh nella Dara’a occidentale, infliggendo gravi perdite ai miliziani.

Nel frattempo, altri soldati dell’esercito hanno preso d’assalto i terroristi vicino alla città di Nawa e ucciso un gran numero di militanti.

L’esercito si sta ora preparando a cacciare i terroristi dall’ultima e più importante roccaforte, Nawa, dopo aver imposto il controllo su gran parte del Triangolo della morte (vasta regione tra la Damasco sudoccidentale, Dara’a nordoccidentale e Quneitra settentrionale).

Martedì alcuni siti web affiliati hanno riferito che alcuni gruppi terroristici nelle province di Dara’a e Quneitra che non hanno messo fine alla battaglia contro l’esercito siriano si sono uniti alla coalizione di Jeish al-Jonoub (esercito del Sud) per tenere sotto controllo le rimanenti sacche di terra dove le truppe governative stavano avanzando rapidamente nella Siria meridionale.

Siti web affiliati militanti hanno detto che tutti i gruppi terroristici di Dara’a e Quneitra non hanno messo fine alla battaglia contro l’esercito siriano disertato dal Fronte meridionale dell’Esercito siriano libero e si sono uniti alla coalizione di Jeish al-Jonoub per far fronte ai progressi delle truppe di Damasco.

Le fonti proseguirono dicendo che lo scioglimento dei gruppi terroristici e la loro affiliazione a Jeish al-Jonoub è arrivata dopo che l’Esercito siriano ha conquistato l’intera provincia di Dara’a ad eccezione della città di Nawa, la città di Sheikh Sa’ad e la regione di Hawz Yarmouk che era sotto il controllo dell’ISIS.

Pattuglia siriana a Daraa

Una schiera di undici gruppi terroristici aveva precedentemente costituito la coalizione di Jeish al-Jonoub nella parte occidentale di Dara’a ed era in allerta per affrontare i progressi dell’esercito siriano.
La sorte dei terroristi è ormai segnata ed è stata data loro la possibilità di mettersi in salvo o perire. (Fonte: Fars News)
———————————-
Rapporto completo sulla battaglia della Siria sud-occidentale

BEIRUT, LIBANO (21:40) – Per la prima volta questa settimana, l’esercito arabo siriano (SAA) non ha lanciato alcun attacco importante contro le forze ribelli nel sud-ovest della Siria.
L’esercito siriano ha concentrato la maggior parte dei suoi sforzi mercoledì a negoziare con le restanti forze ribelli nella parte occidentale di Daraa, posizionando le loro truppe sul fronte di Al-Quneitra.

I primi rapporti della Daraa occidentale indicavano che le forze ribelli avevano accettato di riconciliarsi con l’esercito arabo siriano nella grande città di Nawa, che dal 2014 era sotto il controllo delle Brigate del Fronte meridionale dell’esercito siriano libero.

Tuttavia, una fonte dell’esercito arabo siriano ha detto stasera ad Al-Masdar che nulla è ufficiale di Nawa, nonostante questi primi rapporti degli attivisti filogovernativi.

Se l’esercito siriano si riconciliasse con i ribelli di Nawa, questa sarebbe una grande vittoria per il governo, in quanto eviterebbe una battaglia costosa nella Daraa occidentale.

Nel frattempo, ad Al-Quneitra, le truppe d’assalto della 4a divisione e della 9a divisione dell’esercito siriano hanno già iniziato i preparativi per l’imminente battaglia di Al-Quneitra.

Secondo una fonte militare nella roccaforte governativa di Izraa, l’esercito arabo siriano potrebbe prendere il controllo del Governatorato di Al-Quneitra entro questo fine settimana, se prima riuscirà a risolvere la situazione a Nawa.

Nawa rimane il principale ostacolo prima che l’esercito siriano possa prendere d’assalto la città chiave di Nabe ‘Al-Sakhar nella parte orientale di Al-Quneitra.

Fonte: Al Masdar News

Traduzione: Alejandro Sanchez

*

code

  1. Mardunolbo 3 mesi fa

    Importante è riconquistare quanto più possibile di territorio siriano, possibilmente eliminando quanti più possibili ratti mercenari.
    Più se ne eliminano, meno problemi futuri ci saranno per la Siria liberata. I ratti mercenari come si vendono per i dollari, altrettanto si vendono alle forze siriane…Se resistono, meglio eliminarli quanto possibile, augurandosi con minor dispendio possibile di munizioni e mezzi dell’esercito siriano.
    Si è già pagato abbastanza per i ratti mercenari con 7 anni di guerra! E’ ora di finirli e di finirla …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mardunolbo 3 mesi fa

    Importante è riconquistare quanto più possibile di territorio siriano, possibilmente eliminando quanti più possibili ratti mercenari.
    Più se ne eliminano, meno problemi futuri ci saranno per la Siria liberata. I ratti mercenari come si vendono per i dollari, altrettanto si vendono alle forze siriane…Se resistono, meglio eliminarli quanto possibile, augurandosi con minor dispendio possibile di munizioni e mezzi dell’esercito siriano.
    Si è già pagato abbastanza per i ratti mercenari con 7 anni di guerra! E’ ora di finirli e di finirla …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 3 mesi fa

      pena di morte per i wahhabiti salafiti: tutti

      Rispondi Mi piace Non mi piace