L’Esercito siriano sequestra armi statunitensi e israeliane nelle zone rurali di Damasco (video)


BEIRUT, LIBANO (9:00 AM) – L’esercito arabo siriano (SAA) ha sequestrato un’altra grande quantità di armi lasciate dai ribelli islamici che un tempo controllavano diverse aree all’interno della zona rurale di Damasco.

Secondo l’agenzia di stampa araba siriana di proprietà statale (SANA), l’esercito arabo siriano ha confiscato una grande quantità di armi prodotte dagli Stati Uniti e da Israele che sono state lasciate indietro dai ribelli islamici nel 2018.

Come mostrato nel breve video qui sotto, l’esercito arabo siriano ha catturato proiettili di artiglieria, scatole di munizioni, armi leggere , lanciamissili e altre armi lasciate dai ribelli islamisti.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=aV5HNHMYw9k

Dopo la ritirata dei ribelli islamici dei gruppi Jaysh Al-Islam, Hay’at Tahrir Al-Sha e Faylaq Al-Rahman, l’esercito arabo siriano ha attraversato le loro aree per bonificare la zona, eliminare le mine e prendere possesso delle armi lascate dai miliziani.
Nota: Questo deposito è uno dei più grandi trovati nella zona di Damasco ma molti altri sono stati trovati nei pressi di Hama, di Deir ez Zor e di altre località del paese. La provenienza delle armi è sempre la stessa: USA e Israele. Questo conferma il livello di complicità e di collaborazione di cui godevano i gruppi terroristi che operavano in Siria.  

Fonte: Sana

Traduzione e nota: Alejandro Sanchez

Inserisci un Commento

*

code