"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’Esercito siriano scopre prodotti chimici sauditi nelle posizioni dei terroristi nel sud di Damasco

Gli uomini dell’esercito siriano hanno continuato l’operazione di rastrellamento a Yalda, Bebeila e Beit Sahm, recentemente liberate, nel sud di Damasco  e hanno trovato un deposito/laboratorio nelle postazioni dei terroristi dove erano presenti prodotti chimici sauditi  utilizzati per fabbricare materiali esplosivi e velenosi.

Un grande volume di potenti esplosivi prodotti da una società saudita è stato ritrovato nel laboratorio, secondo quanto riferito dagli ufficiali dell’esercito.

Nel frattempo, una rete di tunnel lunga un chilometro è stata scoperta dall’esercito nella regione utilizzata dai terroristi per trasferire armi e munizioni in diversi campi di battaglia.

Inoltre, un grande numero di mine antiuomo, bombe e maschere chimiche sono stati trovati nelle fattorie vicino a Yalda, Bebeila e Beit Sahm. Vedi Video Sana.es

Un comandante sul campo ha confermato a maggio che le unità di ingegneria dell’esercito siriano hanno trovato le armi e le munizioni durante le operazioni di pulizia nel Qalamoun orientale, che recentemente sono state evacuate da Jeish al-Islam e al-Nusra.

Lo stesso ufficiale ha aggiunto che le forze dell’esercito siriano hanno scoperto diversi carri armati e un gran numero di missili, mortai, missili anticarro, diversi tipi di munizioni, armi e bombe che erano stati  ammassati dai terroristi nei loro nascondigli.

Le fonti hanno detto che le unità dell’esercito hanno anche trovato un gran numero di droghe e sostanze chimiche a base di azoto usate dai militanti per creare diversi tipi di bombe e mortai, tutti portati con etichette turche e saudite.

Il comandante ha detto che “l’impronta dell’Arabia Saudita e della Turchia può essere facilmente rintracciata in tutti gli oggetti trovati nella regione”.

Nota: Non è una novità per nessuno che l’Arabia Saudita supporta i gruppi terroristi in Siria come in Iraq che sono finanziati ed armati dai servizi di intelligence sauditi con l’obiettivo di combattere contro il Governo di Damasco.  Il piano è stato fra l’altro rivelato ultimamente dall’ex primo ministro del Qatar che ha dichiarato che, con l’accordo di Washington, Arabia Saudita e Qatar avevano provveduto a reclutare ed armare i gruppi terroristi (ISIS, Al Nusra e altri)  in Siria per il cambio di regime nel paese. La scoperta dei deposti di armi di provenienza saudita e turca non  sono quindi una sorpresa.

Fonti: Hispan Tv  Fars News

Traduzione: Alejandro Sanchez

*

code

  1. Mardunolbo 2 settimane fa

    Forse con l’eliminazione di MBS ,il Salman saudita, si può rielaborare la strategia saudita di destabilizzazione del Medio-Oriente.
    Ma la conferma della sua eliminazione non avviene ancora e molti stanno aspettando impazienti che la conferma sia ufficiale.
    Sarebbe uno smacco anche per l’amministrazione anglosionista !

    Rispondi Mi piace Non mi piace