"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’Esercito Siriano entra in Deir Ezzor e la popolazione festeggia la liberazione

La popolazione di Deir Ezzor si riversa per le strade per festeggiare la liberazione avvenuta ad opera dell’Esercito Arabo Siriano dopo tre anni di assedio da parte dei terorristi armati da Arabia Saudita e da USA ed i loro alleati e reggicoda.
L’entusiamo alle stelle della popolazione nelle immagini che le TV occidentali non trasmetteranno mai.

Vedi: Youtube,com/watch

La battaglia per la liberazione di Deir Ezzor segna la tappa fondamentale del conflitto in Siria per l’importanza strategica di questa città situata nell’est della Siria.

Oggi, con la conquista di questa città, l’Esercito siriano, grazie all’appoggio dell’aviazione russa e siriana e con l’aiuto di Hezbollah e di reparti speciali iraniani, ha preso il controllo di quasi tutto il paese. Con la conquista di Deir Ezzor le forze siriane controllano l’80% circa del territorio del paese arabo.

La liberazione di Deir Ezzor ha rappresentato un colpo disastroso per le forze dell’ISIS che erano schierate nel nord est della città e che hanno perso le posizioni da cui dominavano le varie aree situate alle foce occidentale del fiume Eufrate.

Adesso le forze siriane si dirigono verso la Montagna di Zardeh, che domina l’aeroporto militare dal lato occidentale. La liberazione di questa montagna sembra l’obiettivo successivo e le forze aeree russe e siriane hanno iniziato a martellare con insistenza le posizoni ancora detenute dai terroristi. Si aspetta che in breve l’Esercito siriano possa rompere questa ultima linea di difesa dei terroristi e conquistare anche queste posizioni.
Le forze siriane si avviano ad avanzare in direzione di Al Shula e dell’ area de Panorama che porterà alla liberazione dell’autostrada Homs-Deir Ezzor, rimasta chiusa per cinque anni.

VIDEO: Syrian Army Troops Vow to Liberate Raqqa, Deir Ezzor from ISIS

Una volta che tutte queste aree vicine a Deir Ezzor saranno liberate, l’esercito potrà dirigersi verso gli ultimi bastioni dell’ISIS che si trovano ad est della provincia: Al Mayadin e Abu Kamal, la cui conquista  metterà fine definitivamente alla presenza dell’ISIS in Siria con buona pace dei suoi sponsor stranieri.

Fonte: Al Manar

Traduzione e sintesi: L.Lago

*

code

  1. mardunolbo 3 settimane fa

    EVVIVA ASSAD E L’ESERCITO SIRIANO ! grande notizia oggi ho letto e con gioia partecipo all’entusiasmo della popolazione di Deir Ezzor !
    L’eliminazione dei ratti di fogna pagati da Usraele da gioia ad ogni cuore onesto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Anonimo 3 settimane fa

      Anche a me sembra una notizia molto bella. Pero’, perche’ diminuire le colpe degli USA associandoli sempre a qualcun altro? Sono gli USA la Potenza che dirige tutto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. animaligebbia 3 settimane fa

      Non ci credo,questa e’ sicuramente una feikk nius,l’ha detto la sion ,ops, la 7.Ho sentito con le mie orecchie la gruber dire con le sue labbrone da oca rifatta,che Assad e’ un dittatore sanguinario e quindi quelli sono solo figuranti pagati per festeggiare,e’ cosi’,credetemi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ubaldo Croce 3 settimane fa

    Bella notizia.Speriamo che prima della
    di questo anno tutta la Siria venga
    definitivamente liberata.
    Grazie alla Russia,a Putin
    speriamo di liberarci del sionista NWO
    (Nuovo Ordine Mondiale ) in
    definitivo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Eugenio Orso 3 settimane fa

    Intanto l’Onu, strumento in mano all’Asse del male a guida Usa, condanna la Siria per l’attacco con armi chimiche che ha funto da pretesto all’attacco aereo americano (pro “ribelli moderati” e pro isis) e i giudeosraelosionisti conducono attacchi aerei in territorio siriano.
    Più chiaro di così … Tutti i ratti criminali sono in subbuglio, per la netta vittoria siriana contro l’isis, che si va delineando in provincia di Deir Ezzor, e continuano nei piani di martirizzazione della Siria.
    I russi dovrebbero abbattere gli aerei degli sporchi ebrei, segnando, così, un altolà molto chiaro, ma ciò non è possibile, perché si darebbe un pretesto allo stato-canaglia Usa per intervenire , a sua volta, con bombardamenti aerei e missilistici.
    La guerra d’aggressione alla Siria, purtroppo, continua …

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 3 settimane fa

      Ogni cosa a suo tempo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace