L’Esercito siriano entra ad Al Raqqa , in quella che era la capitale del Daesh in Siria

Una unità dell’esercito siriano è entrata oggi, mercoledì, nella città di Al-Raqa, un giorno dopo aver preso il controllo della città a maggioranza curda di Manbij. Video:

https://www.hispantv.com/noticias/siria/440232/ejercito-raqa-kurdos-turquia

“Un gruppo di elite dell’esercito siriano è entrato, per la prima volta in cinque anni, ad Al-Raqa e ha installato alcuni posti di osservazione in città”, ha riferito una fonte a terra all’agenzia ufficiale russa Sputnik .

Al-Raqa era divenuta la “capitale” di fatto del gruppo terroristico dell’ISIS(Daesh, in arabo) dopo essere caduta nel 2014. La banda terrositica armata e appoggiata da paesi esteri (Arabia Saudita e Qatar) la rese un simbolo delle loro atrocità e quale base della pianificazione di attacchi terroristici all’estero.

La città, dopo massicci bombardamenti della coalizione a guida USA, è stata riconquistata nell’ottobre 2017 dalle cosiddette forze democratiche siriane (SDS) – per lo più composte da milizie curde – sostenute dagli Stati Uniti, in un’offensiva criticata dal governo di Damasco e Mosca a causa delle numerose vittime civili.

Secondo come altri media locali hanno riferito alcune ore prima, la SDS ha imposto il coprifuoco notturno ad Al-Raqa per “sicurezza e buone ragioni pubbliche”, mentre sono stati distribuiti opuscoli con la dicitura “Morte agli Stati Uniti” e “l’esercito siriano sta arrivando”.

Nel frattempo, i residenti di Al-Raqa si sono radunati per le strade per cantare slogan a favore del governo di Damasco e dare il benvenuto all’imminente ingresso dell’esercito siriano. La gente del posto ha condannato l’offensiva lanciata il 10 ottobre dalla Turchia nel nord-est della Siria, chiedendo sostegno all’Esercito Arabo Siriano per impedire l’occupazione dei loro territori da parte delle forze turche.

La poplazione festeggia lingresso dell’esercito siriano

La nuova svolta arriva il giorno dopo che l’esercito siriano aveva preso il controllo della città di Manbij, a maggioranza curda, Tal Tamer, Tabqa e Ain Isa, situate nel nord del paese, vicino al confine turco, allo scopo di impedire all’esercito di Ankara e ai suoi alleati jihadisti turcomanni di avanzare nelle loro aggressioni espansionistiche.

L’operazione di Ankara in Siria è iniziata dopo che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva ordinato il ritiro delle sue forze dal nord siriano , voltando le spalle alle milizie curde, a quelli che erano stati i “partner strategici”dgli USA finora in Siria.

Fonte: Hispan TV

Traduzione: Luciano Lago

2 Commenti

  • Eugenio Orso
    17 Ottobre 2019

    Alla soldataglia turcoide resta poco da occupare …
    Ormai esercito siriano e polizia militare russa sono quasi ovunque, sui confini settentrionali della Siria.
    Vedremo se i criminali turchi tenteranno di “sfondare” a Manbij, come aveva latrato il boia ottomano erdogan, “punta di diamante” della nato criminale.
    In tal caso, se moriranno uomini della polizia militare russa, credo che questa volta Puntin non potrà mantenere il sangue freddo e una posizione difensiva.
    I russi non lo accetterebbero e non lo accetterebbe l’armata.
    In tal caso, Putin dovrà dare una sonora – e si spera sanguinosissima – lezione alle bestie turche e ai loro spregevoli mercenari, senza che i vigliacchi eurpopoidi e i criminali usa possano dire alcunché, visto che stanno criminalizziando la turchia (almeno questo, cosa giusta) con il battage delle loto puttane mediatiche …
    Se la bestia turcoide erdogan, sostenuto come appare chiaro da tutta la sua razza di insetti nocivi turchi, si fermerà, potrebbe in tal modo decretare la sua fine, perché la turcaglia sanguinaria non potrà accettarlo!
    Se non si fermerà, potrebbe andar contro a una durissima punizione e alla sua definitiva caduta: cornuto e mazziato.

    Cari saluti

    • SEPP
      20 Ottobre 2019

      tranquiullo, orso, mica e’ morto putin, solo soldati, i soldati l’unica cosa che sanno fare e’ combattere mica ragionare. Eppoi cosa vuoi che sia 100 milioni di morti rispetto ai santissimi seimlioni di eletti? Mica credi ancora che i palestinesi che sparano giochi d’artificio, lanciano pietre ed usano le fionde dei tempi di davide possano causare perdite all’esercito piu’ forte del mondo? Guarda questo video sull’esercito piu’ forte del mondo:
      https://www.presstv.com/Detail/2019/09/03/605211/Israel-Lebanon-Hezbollah

Inserisci un Commento

*

code