L’ESERCITO SIRIANO CONTINUA AD AVANZARE

L’ISIS PERDE DEFINITIVAMENTE LA SUA ROCCAFORTE A EST DELLE ALTURE DEL GOLAN.

Il 30 luglio, l’Esercito arabo siriano (SAA) e altri reparti filogovernativi hanno liberato la città di Shajarah dall’ISIS nel sud della Siria.

Shajarah era stata l’ultima roccaforte dell’ISIS ad est delle alture del Golan e ora i membri dell’ISIS si nascondono ancora  in alcuni villaggi rimasti senza quasi fortificazioni intorno a loro.

Durante gli ultimi giorni, le SAA e i suoi alleati hanno liberato gli insediamenti di Abdin, Saisoun, al-Awwam, Ain Hamata, Abu Raqqa, Abu Kharj e al-Nafa’a, nonché la diga di al-Nafa’a e alcuni altri punti.

L’avanzata in corso delle SAA consentirà al governo di Damasco di ripristinare un pieno controllo sull’intera linea di contatto con Golan Heights detenuto da Israele. La sconfitta dei militanti consentirà inoltre alle forze governative di contribuire agli sforzi in altre aree del paese – per eliminare le cellule ISIS ad al-Suwayda orientale o per lanciare la prossima grande offensiva militare su Idlib, nel nord, l’ultima zona rimasta sotto il controllo dei terroristi appoggiati dall’estero.

Seriali missili Tow made in USA provenienti dalle US Force

Nel frattempo l’Esercito siriano ha recuperato una quantità enorme di armi proveniente dagli arsenali abbandonati dai terroristi, fra queste armi ci sono i sofisticati missili anticarro Tow, che provengono direttamente dalle basi della US Force, come dimostrato dai numeri seriali di queste armi che hanno permesso l’identificazione della società USA che ha prodotto queste armi e le ha fornite alle forze USA. Vedi l’inchiesta del corrispondente britannico Robert Fisk.

Fonte: South Front

Traduzione:  Luciano Lago

4 Commenti

  • Mardunolbo
    31 Luglio 2018

    Mi auguro che la quantità di armi trovata nei depositi dei ratti di fogna, sia usata ,in futuro, contro gli emissari dei ratti, in modo da ritorcer contro le loro stesse armi.Bello sarà e ne godremo alquanto !
    Forza SAA !

  • Brancaleone
    31 Luglio 2018

    Queste belle foto che smerdano i grandi strateghi sono armi efficaci quanto e più delle altre. Alle fake news occorre contrapporre verità, come alle isteriche minacce si contrappone l’esercito siriano con i fatti.

  • robyt
    31 Luglio 2018

    Assad passerà alla storia come eroe nazionale, mentre tutti quei leader internazionali che ne chiesero le dimissioni, sono solo dei pezzenti. A questo punto però sarebbe anche giusto che tutti I rifugiati siriani che sono scappati in europa se ne tornassero al loro paese, visto che la Guerra è finita e c’è bisogno di gente per ricostruire tutto.

  • josey wales
    31 Luglio 2018

    I siriani recuperano il controllo del loro paese, spegnendo i vaneggiamenti
    sionisti sul grande israele, con la siria di nuovo padrona del suo territorio
    mi aspetto che la siria esiga un pronunciamento onu sul golan occupato non appena
    i membri provvisori del consiglio di sicurezza siano in maggioranza a lei favorevoli
    Cina e russia in consiglio di sicurezza lo approveranno , che gb francia e usa
    siano costrette a mostrare col veto la loro marcia sudditanza ai sionisti.
    Onu sempre piu’ associazione a delinquere internazionale.
    Ps non a caso santa boldrini da li provenne.

Inserisci un Commento

*

code