L’ESERCITO SIRIANO AVANZA ULTERIORMENTE NELLA REGIONE DI IDLIB

L’esercito arabo siriano (SAA) e i suoi alleati hanno risposto ai recenti attacchi dei miliziani vicino ad Abu Dail con un’offensiva limitata nell’area.

Nella prima fase dell’offensiva, le unità SAA hanno liberato Khuwayn al-Kabir, Ard al-Zurzur, la collina di Aghir e le fattorie vicino ad al-Tamanah. Successivamente, le truppe governative hanno attaccato le posizioni dei miliziani jihadisti all’interno della stessa al-Tamanah.

Hayat Tahrir al-Sham, la sala operativa Wa Harid al-Muminin, affiliata ad al-Qaeda, e il Fronte Nazionale per la Liberazione sostenuto dalla Turchia sono i principali oppositori delle SAA. Hanno effettuato un contrattacco, coinvolgendo un attentatore suicida, ma non sono stati in grado di riprendersi le aree perse.

Si prevede che l’esercito siriano possa sviluppare ulteriormente il suo progresso. Nonostante le dichiarazioni sull’aggressione del regime di Assad e la necessità di rispettare il cessate il fuoco di Idlib da parte dei media mainstream, i miliziani continuano ad attaccare regolarmente le posizioni dell’SAA nell’Idlib meridionale.

L’esercito turco si sta preparando a stabilire nuovi posti di osservazione a Idlib. Secondo i rapporti, nuovi posti di osservazione saranno situati vicino a Saraqib, la fabbrica di mattoni, al campo di al-Shabibah sull’autostrada Aleppo-Lattakia, nell’area di Muhambal e vicino alla città di Jisr al-Shughur.

Con questa mossa, Ankara sta probabilmente cercando di limitare i progressi previsti delle SAA in caso di un avanzamento su larga scala su Idlib.

Forze Esercito siriano

Le forze armate siriane hanno ribattezzato le Tiger Forces, guidate dal generale di brigata Suheil Tiger al-Hassan, alla 25a divisione delle forze speciali. Negli ultimi anni, le forze speciali della Tigre hanno partecipato alle battaglie più intense in tutta la Siria e sono diventate una delle formazioni pro-governo siriano più conosciute in tutto il mondo. Probabilmente continueranno questa tradizione con il nuovo nome.

Fonte: South Front

Traduzione: L.Lago

4 Commenti

  • atlas
    31 Agosto 2019

    la Siria sta dimostrando a tutto il mondo quale dev’essere l’indirizzo politico contro il terrore democratico giudaico

  • sandrone
    31 Agosto 2019

    go go go Tiger Forces! Go go go SAA!

  • michele
    31 Agosto 2019

    non si capisce bene cosa vuole la turchia e il comportamento molto strano della parte russa che sta con i siriani ma anche con i turchi…….
    ancora peggio con israele…….
    sembra che i russi stiano con tutti o quasi,non si schierano nettamente fino in fondo, almeno raccontassero al mondo cosa bolle in pentola.
    il tutto crea una percezione di fregatura!!!!

    • atlas
      1 Settembre 2019

      Putin non è uno sciocco, l’unico fregato è merdogan

Inserisci un Commento

*

code