L’esercito siriano attacca i terroristi nelle zone di de-escalation

L’esercito siriano ha attaccato gruppi terroristici affiliati alla Turchia nella zona di de-escalation nel nord del Paese levantino.

Il quotidiano siriano Al-Watan ha riferito lunedì che le unità di artiglieria dell’esercito siriano hanno aperto ua massiccia offesiva di fuoco contro gli estremisti nelle province di Aleppo, Idlib e Hama.

Ad Hama, le truppe siriane hanno attaccato con artiglieria pesante i siti dei terroristi del Fronte Al-Nusra (che si chiama Fronte Fath Al-Sham) nelle regioni di Al-Sarmaniya, Al-Hamidiya e Al-Ankawi.

Da parte loro, unità militari operanti nel sud di Idlib hanno lanciato artiglieria pesante e attacchi missilistici contro obiettivi terroristici nelle aree di Al-Fatira, Kafr Aweed, Sufuhun, Majdaliya, Maarblit, Benin e Al-Bara.

Inoltre, i media dell’opposizione hanno riferito che sono scoppiati scontri reciproci con mitragliatrici pesanti tra l’esercito siriano ei cosiddetti ribelli nelle aree di Kafr Taal, Kafr Amma e Tadel, nella campagna occidentale di Aleppo.

Le forze siriane hanno anche sparato colpi di mortaio contro obiettivi di organizzazioni terroristiche nell’asse Kafr Noran, a ovest di Aleppo, in concomitanza con un volo pesante di aerei da ricognizione russi.

Il quotidiano Al-Watan non ha fornito ulteriori notizie sulle vittime o sui danni materiali generati nelle file dei gruppi terroristici.
Le operazioni dell’esercito siriano sono arrivate dopo che, per il secondo giorno di questa settimana, gruppi terroristici hanno intensificato i loro attacchi ai punti militari nella zona di “de-escalation”.

Le zone di de-escalation in Siria
Nel 2017 tutto sembrava indicare che Russia e Iran, alleati di Damasco, e la Turchia, sponsor dei cosiddetti ribelli, avevano raggiunto un accordo per stabilire quattro zone sicure in Siria.

La zona di de-escalation di Idlib comprende la provincia di Idlib e parti delle province di Aleppo, Hama e Latakia, dove in queste aree sono presenti il ​​Fronte Al-Nusra e altre bande alleate della Turchia. Tutti gruppi sostenuti dai paesi occidentali per destabilizzare il governo siriano.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM