L’esercito russo respinge un attacco terroristico con droni alla sua base aerea di Hmeimim, situata nella provincia di Latakia.

Il ministero della Difesa russo ha comunicato, in una dichiarazione domenica scorsa, che il sistema antiaereo della base aerea in Siria ha intercettato tre droni che si stavano avvicinando alla base di Hmeimim da nord-est.

“ Con i sistemi missilistici antiaerei dispiegati nella base aerea russa, gli obiettivi aerei sono stati colpiti a distanza di sicurezza dalla base militare. Non ci sono stati feriti o danni materiali. La base aerea russa Hmeimim funziona normalmente ” , ha affermato il Ministero.

Qualche giorno fa, le difese aeree russe hanno anche intercettato tutti i missili lanciati da gruppi terroristici dall’asse Latakia-Idlib.

A settembre, il Ministero della Difesa russo ha indicato che, negli ultimi due anni, avevano abbattuto più di 100 aerei terroristici senza pilota che intendevano attaccare la base aerea di Hmeimim.

La base russa di Hmeimim in Siria rimane di frequente sotto attacco terroristico.

L’aeroporto della città di Hmeimim, situato nella provincia occidentale di Latakia, che attualmente ospita una trentina di aerei da combattimento ed elicotteri, funge da piattaforma per Mosca per lanciare attacchi aerei contro il gruppo terroristico del Fronte di Al-Nusra (autoproclamato Fath Al Front) Sham) e contro altre fazioni Takfiri e ribelli: tutte radicate nelle province di Idlib, Aleppo, Homs e Latakia.

Alla fine di settembre 2015, la Russia, su richiesta di Damasco, ha iniziato una campagna antiterroristica in Siria, fornendo supporto aereo e logistico alle forze dell’esercito siriano per fermare l’avanzata di gruppi terroristici, incluso il gruppo Takfiri ISIS (Daesh , in arabo) e il fronte di Al-Nusra.

Base aerea russa in Siria


La base aerea russa di Hmeimim riveste un compito essenziale nel fornire supporto alle forze dell’Esercito siriano impegnate a bonificare le zone che erano sotto il controllo dei terroristi che ricevono sostegno e armamenti dall’estero.
Da parte sua, il presidente russo Vladimir Putin ha chiarito che Mosca manterrà la sua presenza militare nelle sue basi situate in Siria, a cui, come indicato, invierà rinforzi se necessario.
Non è chiaro ma si può facilmente risalire a quali siano le centrali che forniscono armi sofisticate ai terroristi, come i droni senza pilota, che vengono utilizzati per attaccare la base aerea russa.

Fonti: Hispan Tv Press Tv

Traduzione: Luciano Lago

2 Commenti

  • Franco
    20 Gennaio 2020

    Non si fa un attacco con SOLI TRE DRONI. A mio parere sono test e indagini sui sistemi d’arma russi

  • v4l3
    21 Gennaio 2020

    Il punto e’ che gli Usa non devono essere in Siria e tanto meno in Iraq.
    I vigli del fuoco di New York hanno denunciato il fatto che le torri gemelle sono crollate a causa di una demolizione controllata.
    E’ partito tutto da un disegno mostruoso partorito da menti perverse.
    “La manipolazione consapevole e intelligente delle abitudini organizzate e delle opinioni delle masse è un elemento importante nella società democratica. Chi manipola questo meccanismo invisibile della società costituisce un governo invisibile che è il vero potere dominante del nostro Paese ”.
    Edward Bernays, Propaganda

Inserisci un Commento

*

code