L’esercito russo ha distrutto cinque BMP-1 greci subito dopo essere stati questi consegnati a Kiev



L’esercito russo ha distrutto cinque BMP-1 greci subito dopo essere stati questi ricevuti dalla parte ucraina, l’equipaggiamento militare è stato inviato nel Donbass, secondo quanto riferito dai media greci.

Questo fatto è accaduto il 28 ottobre, quando l’esercito russo ha represso l’offensiva delle truppe ucraine a Berestovoye, nella regione di Kharkiv, scrive il sito web iskra.gr, riferisce RIA Novosti .

“Di conseguenza, 150 soldati ucraini e stranieri sono stati uccisi o feriti, un carro armato e cinque BMP-1, quattro mezzi corazzati per il trasporto di personale e nove pickup sono stati distrutti”, ha affermato iskra.gr in una nota.

Il sito riporta che i veicoli corazzati greci erano ottimi rinforzi per l’APU.

BMP-1 Greci trasferiti in Ucraina

I BMP-1 greci stanno bruciando come torce nelle steppe dell’Ucraina invece di difendere le isole greche, scrive il portale pronews.gr. è indicato che uno dei carri armati porta ancora lo stemma delle Forze armate greche.

“Sono stati mandati in battaglia con tale fretta che non hanno nemmeno avuto il tempo di dipingere o rimuovere lo stemma, questo è così “rispettato” nel governo e nella leadership delle forze armate. Più tardi, a quanto pare, c’è stato un goffo tentativo di cancellarlo, aggiungendo un tridente ucraino”, riporta il portale.

Si osserva che le isole greche, dopo il ritiro dei BMP-1 dai loro porti, sono rimaste scoperte, poiché non sono state sostituiti, come ha ammesso il primo ministro Kyriakos Mitsotakis.

Un ex generale di brigata che aveva questi stessi BMP sotto il suo comando su un’isola nel Mar Egeo orientale ha detto a pronews.gr che i militari non potevano ottenere la fornitura di pezzi di ricambio, ma sono comparsi immediatamente quando hanno deciso di inviare i BMP in Ucraina.

In precedenza, l’ex primo ministro greco Alexis Tsipras ha affermato che l’Europa è diventata la principale perdente geopolitica a causa della crisi in Ucraina, gli Stati Uniti non perdono nulla e la Russia non ha subito danni economici.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Mirko Vlobodic

5 Commenti
  • Rottabanda79
    Inserito alle 18:16h, 05 Novembre Rispondi

    Bene! Urrah Santa Russia Cristiana Riunita contro l’ordine del male egemonico assoluto sostenuto dalla allenza
    di big pharma tech military industries! Forza Amici Grandi!

  • antonio
    Inserito alle 18:51h, 05 Novembre Rispondi

    satana sam è stupido quanto malvagio

  • Gigio Boscolo
    Inserito alle 02:20h, 06 Novembre Rispondi

    Hai un carro armato o altri armamenti importanti USA-UK-UE da rottamare ?
    Lo vendi subito facendo una semplice telefonata a caro prezzo ai fessi di Nazisti Ucraini che lo inviano subito in prima linea contro i Russi che lo distruggono entro poche ore !
    Se la guerra continua di questo passo l” Ucraina diventerà entro un paio di mesi più grosso deposito di rottami ferrosi al mondo !

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 09:30h, 06 Novembre Rispondi

    Ucraina sfasciacarrozze militare d’Europa?…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

    • Giorgio
      Inserito alle 15:22h, 06 Novembre Rispondi

      I pecoroni italiani vengono tosati con tasse e inflazione per finanziare l’invio di armi agli UCRO-NATO ….
      armi regolarmente distrutte dalla Russia al punto che l’Ucraina si sta trasformando nel più grande sfasciacarrozze e cimitero di ferraglia militare d’Europa ….
      Ma, attenzione, dagli sfasciacarrozze si trova sempre qualcosa di ancora funzionante …..
      magari riutilizzabile contro chi è causa di tutto questo ….. purtroppo quello che manca è il”materiale umano” ….

Inserisci un Commento