L’ESERCITO RUSSO HA DISTRUTTO 30 IMBARCAZIONI UCRAINE, NEUTRALIZZATO DOZZINE DI TRUPPE A KHERSON

L’esercito russo ha distrutto 30 barche delle forze di Kiev in direzione di Kherson nell’ultimo giorno, ha dichiarato il governatore russo della regione, Vladimir Saldo, il 22 maggio.

I combattenti del gruppo di forze Dnepr erano impegnati in una difesa attiva sulla riva sinistra del fiume Dnepr e hanno sferrato attacchi al nemico sulla riva opposta. Hanno anche combattuto con successo i droni nemici. Il regime di Kiev ha perso 30 imbarcazioni, tre stazioni di guerra elettronica, 45 droni, 61 posti di osservazione e 40 punti di controllo UAV”, ha scritto il governatore sul suo canale Telegram.

Oltre alle perdite riportate da Saldo, il Ministero della Difesa russo ha dichiarato nel suo briefing quotidiano che il Gruppo delle forze Dnepr ha neutralizzato 35 soldati ucraini, sette veicoli a motore e quattro obici trainati, due M777 di fabbricazione americana, un Msta-B e un D-20.

Le forze di Kiev avevano iniziato a lanciare attacchi attraverso il fiume Dnepr in direzione di Kherson dopo il fallimento della controffensiva primaverile dello scorso anno.

La maggior parte degli attacchi sono stati sventati. Tuttavia, le forze di Kiev erano riuscite a mantenere una testa di ponte nel piccolo insediamento di Krynki al costo di migliaia di truppe e centinaia di pezzi di equipaggiamento militare distrutti. Tuttavia, questo non è durato, poiché all’inizio di questa settimana è stato confermato che la testa di ponte è stata spazzata via e l’insediamento è tornato sotto il controllo russo.

Nonostante abbia subito pesanti perdite a Kherson e abbia perso terreno in diverse altre direzioni, il regime di Kiev probabilmente non fermerà i tentativi di attacco attraverso il Dnepr.

Lo scopo principale degli attacchi ucraini in quella direzione è sempre stato solo quello di fornire abbastanza materiale propagandistico per placare i sostenitori di Kiev in Occidente.

Colpita anche la base aerea di DNIPRO con un missile Iskander
Il 22 maggio, le forze russe hanno lanciato una serie di attacchi con droni e missili contro le strutture militari ucraine nelle regioni posteriori. Durante il giorno, le esplosioni hanno tuonato in diverse città, tra cui Dnipro (Dnepropetrovsk) nell’est del paese.

I filmati dell’UAV da ricognizione russa hanno confermato i risultati positivi dell’attacco a Dnipro. L’attacco ha preso di mira la base aerea locale di Aviatorskoe che ospitava diversi aerei ucraini. I residenti locali hanno confermato che il fumo nero si stava alzando dalla base aerea a seguito dell’attacco.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

5 commenti su “L’ESERCITO RUSSO HA DISTRUTTO 30 IMBARCAZIONI UCRAINE, NEUTRALIZZATO DOZZINE DI TRUPPE A KHERSON

  1. Purtroppo in guerra capacità come la resilienza, il persistere, e l’ estremo spirito di sacrificio a volte sono fattori controproducenti. A poco serve continuare a resistere fino all’ ultimo uomo. Diventi prevedibile e basta. Buon per i russi.

  2. Posso constatare che l’occidente negli sbarchi di solito viene massacrato …… è una tradizione. In Sicilia, in Normandia, nel Pacifico ……………………sono morti come insetti. Un mio zio diceva che hanno vinto PERDENDO. Credo che ci sia qualcosa di vero, nel senso che perdere un milione di morti per una collina, è una vittoria al momento, ma il futuro è rovinato, dato che i migliori sono morti e il DNA della nazione va in malora (non si spiega altrimenti il crollo veloce degli inglesi e americani dopo la 1GM e la 2GM……………….).

  3. Continua la sanguinosa farsa ukronazi delle “teste di ponte” sulla sponda meridionale del Dnepr, per mostrare ai loro padroni statunitoidi che ottengono qualche risultato e che quindi devono “sganciare” altri sostanziosi oboli, ma è chiaro che dopo la mattanza subita in quel di Krynky i nazi ukro sono ridotti al lumicino e questi tentativi di “riscossa” restano senza alcun risultato sul piano militare, ma comportano ulteriori perdite che i troll della nato, per come sono ridotti, non possono pemettersi.

    Cari saluti

    1. Ciao Eugenio. Tra l’ altro ho letto proprio stamani su topwar che Krinky è stata definitivamente riconquistata dai russi. Stessi motivi per cui quindi attaccano incessantemente Belgorod e la Crimea. Disturbo e Caos nessun vero obbiettivo da raggiungere. Cari saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM