L’Esercito popolare di liberazione (PLA) estende le esercitazioni per circondare Taiwan; gli esercizi non si fermeranno fino al ricongiungimento


di Liu Xuanzun .

Il PLA estende le esercitazioni per circondare Taiwan con la guerra anti-sottomarino e mostra una capacità di interdizione dell’area (APL) senza rivali; gli esercizi non si fermeranno fino al ricongiungimento.

Lunedì l’Esercito popolare di liberazione cinese (PLA) ha continuato le sue esercitazioni militari e le attività di addestramento nell’isola di Taiwan, segnando un’estensione del programma precedentemente annunciato. Tali esercitazioni non si fermeranno e dovrebbero diventare di routine fino alla riunificazione, con la Cina continentale che mostra la sua determinazione a portare avanti il ​​processo di riunificazione dopo la visita provocatoria del presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti Nancy Pelosi sull’isola la scorsa settimana, che ha seriamente ha violato la sovranità e l’integrità territoriale della Cina, affermano gli esperti.

Gli esercizi non solo bloccano l’isola dall’interno verso l’esterno, ma anche dall’esterno verso l’interno, indicando alle forze estere che l’EPL ha forti capacità di negazione dell’area nella regione con cui nemmeno gli Stati Uniti possono competere, affermano gli analisti.

L’Eastern Theatre Command dell’EPL lunedì ha continuato le realistiche esercitazioni congiunte orientate al combattimento nello spazio marittimo e aereo intorno all’isola di Taiwan, concentrandosi sulla guerra anti-sottomarino e sulle operazioni congiunte di assalto in mare, ha affermato in una nota l’Eastern Theatre Command dell’EPL.

Durante le esercitazioni, il cacciatorpediniere missilistico guidato Tipo 052C Changchun che operava nelle acque a sud-ovest dell’isola di Taiwan ha coordinato diversi aerei da guerra anti-sottomarino Y-8 e ha realizzato una formazione da guerra anti-sottomarino con elicottero anti-som Ka-28 di Changchun , ha riferito China Central Television (CCTV).

L’aereo antisommergibile Y-8 ha lanciato bombe sonore per il rilevamento a lungo raggio, l’elicottero Ka-28 ha aiutato con la localizzazione di precisione e il cacciatorpediniere ha effettuato una ricerca approfondita. Dopo aver localizzato il bersaglio, il cacciatorpediniere ha fatto un finto attacco e ha immediatamente avviato contromisure per difendersi. L’elicottero e l’aereo da guerra anti-sottomarino hanno anche effettuato attacchi simulati, riferisce la CCTV.

Le esercitazioni di lunedì si sono anche addestrate a prendere il controllo del mare attraverso esercitazioni anti-sottomarino, hanno affermato gli analisti.

Le forze armate di Taiwan gestiscono sottomarini obsoleti, che tuttavia devono essere neutralizzati se l’EPL inizia un’operazione di riunificazione con la forza, ha detto lunedì al Global Times un esperto militare con sede a Pechino, che ha chiesto l’anonimato.

Possibili forze di interferenza militare esterna, come Stati Uniti e Giappone, hanno sottomarini più avanzati, in particolare sottomarini americani a propulsione nucleare, quindi la pratica di esercitazioni di guerra anti-sottomarino – marine nel vero terreno sottomarino intorno all’isola di Taiwan è molto importante , riferisce l’esperto.

Le esercitazioni hanno dimostrato che il PLA può rilevare, localizzare e attaccare sottomarini ostili da più dimensioni e difendersi dai loro attacchi, ha affermato l’esperto.

Sebbene il rapporto della CCTV non abbia confermato se un sottomarino dell’EPL abbia preso parte alle esercitazioni, Zhang Junshe, ricercatore senior presso l’Accademia di ricerca navale dell’EPL, ha detto al Global Times che l’EPL aveva inviato un gruppo di portaerei che includeva almeno un gruppo a propulsione nucleare sottomarino alle esercitazioni in corso intorno all’isola di Taiwan per la sua prima esercitazione di deterrenza del vettore. Il PLA gestisce anche una serie di sottomarini convenzionali.

Aerei da combattimento e aerei di allerta precoce hanno anche effettuato operazioni di ricognizione, allerta precoce e supporto nell’isola di Taiwan, riferisce CCTV.

Lunedì il comando del teatro orientale PLA ha continuato esercitazioni congiunte realistiche orientate al combattimento in mare e lo spazio aereo intorno all’isola di Taiwan.


Foto: per gentile concessione dell’account Sina Weibo del PLA Eastern Theatre Command.
Diventerà una routine?
Le esercitazioni di lunedì significano che l’EPL ha esteso le sue esercitazioni intorno all’isola di Taiwan, che originariamente dovevano concludersi domenica a mezzogiorno.

“Fino a quando la questione di Taiwan non sarà risolta, esercitazioni come questa non si fermeranno”, ha detto lunedì al Global Times Song Zhongping, un esperto militare e commentatore televisivo della Cina continentale.

Le esercitazioni PLA potrebbero diventare di routine, ha detto Song. Più a lungo l’isola è bloccata, più mostra il controllo che la Cina continentale ha sull’isola, ha aggiunto.

Alla domanda sulle esercitazioni dell’EPL in una regolare conferenza stampa lunedì, il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha affermato che le esercitazioni sono state trasparenti e professionali.

Con le autorità competenti che emettono avvisi sulla questione, le esercitazioni rispettano le leggi nazionali e internazionali e le pratiche internazionali e mirano ad avvertire i provocatori e salvaguardare la sovranità nazionale e l’integrità territoriale, ha affermato Wang.

Mercoledì l’Amministrazione per la sicurezza marittima della provincia del Fujian della Cina orientale ha emesso un avviso che stabilisce le zone di restrizione per le esercitazioni da giovedì a domenica, ma non è stato emesso alcun avviso per le esercitazioni di lunedì. Se non viene istituita una nuova zona di restrizione per le esercitazioni aggiuntive, questo perché non metteranno in pericolo le normali attività civili, quindi probabilmente senza sparare proiettili veri, secondo gli esperti.

Inoltre, le attività militari, comprese quelle degli Stati Uniti, non sempre portano alla creazione di aree riservate se non colpiscono altre navi o aerei, ha affermato Song.

Quando è necessario, ad esempio, per impedire alle navi da guerra statunitensi di entrare nello Stretto di Taiwan, l’EPL può sempre stabilire nuove zone di restrizione, ha aggiunto Song.

Il Pentagono ha ordinato alla portaerei USS Ronald Reagan di rimanere nelle acque vicino all’isola di Taiwan e gli Stati Uniti “condurranno transiti aerei e marittimi standard attraverso lo Stretto di Taiwan nelle prossime settimane”, ha affermato giovedì il portavoce della Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby, citato dal media americano Business Insider.

Le esercitazioni dell’EPL hanno lo scopo di scoraggiare i secessionisti dell'”indipendenza di Taiwan” e le forze di interferenza esterne, senza interrompere la vita quotidiana degli isolani, ha detto Song.

Poco dopo lo sbarco di Pelosi sull’isola di Taiwan il 2 agosto, l’Eastern Theatre Command del PLA ha risposto con esercitazioni militari congiunte intorno all’isola a partire dallo stesso giorno. Quindi l’agenzia di stampa Xinhua ha riferito che l’EPL avrebbe condotto una serie di esercitazioni militari con munizioni vere da giovedì mezzogiorno a domenica mezzogiorno in sei diverse aree che circondano l’isola in tutte le direzioni.

La prima fase delle esercitazioni , iniziata la sera del 2 agosto, consisteva in esercitazioni congiunte in mare e in aria nello spazio marittimo e aereo a nord, sud-ovest e sud-est dell’isola. I rapporti ufficiali mostrano jet da combattimento stealth J-20 che decollano per esercitazioni e lanciarazzi e missili che si mobilitano nell’oscurità.

Mercoledì , il comando del teatro orientale del PLA ha organizzato le sue forze affiliate, tra cui marina, aviazione, forza missilistica, forza di supporto strategico e forza di supporto logistico congiunta, e ha svolto esercitazioni congiunte realistiche orientate al combattimento nello spazio marittimo e aereo a nord, sud-ovest e a sud-est dell’isola di Taiwan, il blocco congiunto, l’assalto in mare, le esercitazioni di attacco terrestre e il combattimento aereo sono al centro dell’operazione.

La seconda fase delle esercitazioni è iniziata giovedì con esercitazioni a fuoco vivo di artiglieria a lungo raggio nello Stretto di Taiwan da parte dell’esercito, seguite da assalti con diversi tipi di missili convenzionali in diverse aree di mare designate a est dell’isola di Taiwan da parte della Forza missilistica . Più di 100 aerei da guerra e più di 10 navi da guerra hanno fatto il giro dell’isola per compiti di blocco, ricognizione e pattugliamento di allerta.

Venerdì , caccia, bombardieri, velivoli di preallarme e velivoli da ricognizione elettronica si sono esercitati a prendere superiorità aerea, copertura e supporto, attacco aereo, ricognizione e preallarme, con i piloti che hanno confermato visivamente la costa dell’isola di Taiwan e la catena montuosa centrale. Le navi da guerra che bloccavano l’isola si avvicinarono alla costa dell’isola mentre i marinai osservavano da vicino un’ex nave da guerra dell’isola di Taiwan.

Navi da guerra costiere, aerei da guerra e missili antinave sono stati schierati nelle esercitazioni di sabato per affinare le capacità di attacco terrestre e di assalto in mare sotto il supporto sistemico, con le forze della marina che si uniscono alle loro controparti dell’Air Force, migliorando l’interoperabilità supportata da un sistema operativo congiunto.

Nell’ultimo giorno delle esercitazioni originariamente previste per domenica, i bombardieri e i cacciabombardieri hanno lanciato esercitazioni di saturazione con vari tipi di munizioni di precisione, con i bombardieri che attraversavano simultaneamente lo Stretto di Taiwan da nord a sud e da sud a nord, svolgendo una missione deterrente intorno l’isola.

Ora che l’EPL ha ampliato le esercitazioni, lunedì ha praticato operazioni congiunte di guerra anti-sottomarino e assalto in mare.

Fu Qianshao, un esperto di aviazione militare della Cina continentale, ha detto al Global Times che l’EPL dovrebbe continuare a praticare diverse tattiche ed elementi di combattimento, incluso il coinvolgimento delle portaerei e la guerra di atterraggio anfibia.

fonte: GlobalTimes

Traduzione Avic per rete internazionale

2 Commenti
  • eusebio
    Inserito alle 19:11h, 09 Agosto Rispondi

    La Cina non ha alternative, la Pelosi è la terza carica pubblica negli USA, se Biden dovesse essere interdetto e se la Harris subisse per ipotesi un’incidente sarebbe la Pelosi a diventare presidente, forse gli yankees volevano verificare la reazione cinese, se non fosse avvenuto nulla sarebbe arrivata la vice-presidente, se non ci fossero stati problemi sarebbe arrivato Biden e il riconoscimento dell’indipendenza dell’isola sarebbe arrivato de facto.
    Prima Taiwan viene annessa meglio è.

  • Pippo
    Inserito alle 00:51h, 10 Agosto Rispondi

    Yankees tenetevi alla larga, questa è politica interna cinese, voi non c’entrate nulla! Non fate la sciocchezza di avvicinarvi con le vostre unità nelle acque delle manovre, altrimenti stavolta sarà l’Armageddon.Visto cos’ha combinato la vostra befana testamatta?

Inserisci un Commento