L’esercito israeliano subisce pesanti perdite nelle battaglie nel sud di Gaza

Gruppi della Resistenza Palestinese hanno riferito di vittime mortali tra le fila israeliane durante gli scontri in corso a Khan Younis.

In un comunicato diffuso oggi, martedì, le Brigate Ezzedin Al-Qassam, il braccio armato del Movimento di Resistenza Islamico Palestinese (HAMAS), hanno annunciato che i loro combattenti si sono scontrati con due squadre di fanteria del regime sionista durante due imboscate nel quartiere di Hamad. Khan Yunis (nel sud di Gaza) e questo ha causato la morte e il ferimento di numerosi soldati israeliani.

I media palestinesi hanno diffuso le immagini di un elicottero dell’esercito israeliano in atterraggio a Khan Younis, dopo intensi scontri tra combattenti della Resistenza e forze militari del regime.

D’altro canto, i combattenti delle Brigate Al-Quds, il ramo militare del movimento palestinese della Jihad islamica, hanno annunciato la distruzione di un carro armato Merkava del regime di occupazione ad Hamad.

Secondo questa dichiarazione, combattenti palestinesi avrebbero anche attaccato la squadra militare composta da sei membri del regime israeliano all’interno di un appartamento residenziale facendo esplodere un potente ordigno esplosivo. In questa operazione un veicolo militare e un bulldozer D9 sono stati distrutti con razzi RPG.

Inoltre, i combattenti palestinesi hanno attaccato con mortai la posizione dei soldati nemici nel centro della città di Hamad.

Nel frattempo, le Brigate dei Martiri di Al-Aqsa, il ramo militare di Al-Fatah, hanno attaccato le posizioni israeliane e i loro veicoli blindati ad Hamad lanciando razzi pesanti e mortai.

Lunedì, gruppi della Resistenza hanno inflitto pesanti perdite all’esercito israeliano nel nord della Striscia di Gaza, nel contesto della guerra genocida del regime occupante della Palestina.

Il regime israeliano, dopo la sconfitta nell’operazione palestinese “Al-Aqsa Storm” del 7 ottobre, ha scatenato una guerra contro la Striscia di Gaza, dove ha ucciso più di 31.000 palestinesi e ferito altri 72.760, secondo i dati aggiornati. il Ministero della Sanità palestinese.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

12 commenti su “L’esercito israeliano subisce pesanti perdite nelle battaglie nel sud di Gaza

  1. Ammirevole ! Un esempio per il mondo intero, la combattività della resistenza palestinese a Gaza ! Se in occidente e nel nostro paese avessimo solo un decimo di tale combattività, coraggio e coerenza, non saremo ancora occupati dalla Nato dopo 80 anni !

    1. Ciao Giorgio, beh loro non hanno avuto scelta, è tutto diverso ed imparagonabile. Combattere od emigrare. 70 anni di guerra. A noi invece hanno comprato la remissione con 70 anni di pace e benessere. Non vai a morire in guerra con il lavoro, il cellulare, i figli all’ università e la macchina elettrica sotto il sedere. Saluti

  2. Bene così. Imboscate ed attacchi lampo. Per quanto poche, in un mese le vittime diverranno molte. E l’ Idf per quanto potente sentirà le perdite, essendo ad effettivi uno degl’ eserciti più piccoli al mondo. Solo con la distruzione ed annientamento dello stato sionista d’ Israele il mondo ritroverà la pace. Prego per i martiri della resistenza.

  3. La figuraccia delle “forze di difesa israeliane” è evidente. Le sconfitte eterne sono la vera Tendenza dell’occidente! Ogni pallottola, ogni imboscata, ogni attacco avvicinano la fine dell’indecoroso occidente. Viva l’Asse della Resistenza !

  4. Blondet scrive di 200.000 morti palestinesi!? La maggior parte sotto le macerie. Cifra molto verosimile vista la quantità di bombe (65.000) cadute sulla città di Gaza. Civili indifesi. Di cosa parliamo? Ma quale resistenza? Mi chiedo cosa aspetta la comunità internazionale ad isolare le comunità ebraiche che appoggiano Israele di tutto il mondo e a bombardare Tel Aviv!

    1. Ciao Annibal. 200 Mila, si forse potrebbe anche essere un dato più realistico. Ma rimangono quasi tutti civili trucidati ed inermi. Quale comunità internazionale i Cino Russi? Scatenerebbe la terza guerra mondiale atomica, non succederà. Il g7 irrealistico anzi bombardano la resistenza. L’ unica che potrà sconfiggere Israele sarà l’ Iran con l’ aiuto sei ribelli sciiti mediorientali. E lo faranno stavolta. Saluti

      1. Mettiamoci pure comodi, aspettando…sempre queste fini analisi geo-politiche; nonostante Israele non goda della mia simpatia, mi chiedo: coi circa mille chilometri di distanza tra i due confini, l’Iran ed “i ribelli sciti mediorientali”, come contano di sconfiggerlo? Con un po’ di razzi e di droni Shahed?…”E lo faranno stavolta.”: ha per caso delle fonti?

        1. Salve Max, intanto la ringrazio per l’ aggettivo fine, anche se sarcastico, alle mie analisi. Può leggerne di altre se le mie non l’ aggradano, vede mi pone una domanda sciocca senza offesa. Se avessi delle fonti certe scriverei veri articoli e lo farei di professione. No niente di tutto questo mi baso, per le mie che definirei più appropriatamente considerazioni, sui miei retaggi da ex militare. Ci fu un tempo remoto in cui, ammetto, tali questioni belliche m’ attraevano molto. E, mi baso anche, su ciò che leggo informandomi. Vede esiste un solo fatto certo INCONFUTABILE, se Hamas non vuole scomparire assieme a jihad islamica, dalla faccia della terra HA UNA GUERRA DA VINCERE. Come i sionisti. Ma mentre nel 2006 e nel 1983 i loro cagnetti americani li salvarono con una risoluzione Onu, non credo che questa volta i trucidatori otterranno consenso a piacimento. Russia e Cina saranno d’ opinione molto diversa a mio avviso. Il mondo ha aperto gl’ occhi. E i maledetti sionisti sono vicini come non mai a cadere nel baratro della sconfitta, per non raggiungimento degl’ obbiettivi, dell’ isolamento e della povertà. Se verrà partorita la pace con soluzione a due stati, che difatti non vogliono. Saluti

        2. Due missili e droni shared? Ha visto di cosa sono capaci i guerriglieri sciiti? Se fossero così scarsi in armi allora perché Israele ancora non ha vinto? Me lo spieghi. A mio avviso li sottovaluta, hanno umiliato il sistema difensivo sulla carta migliore al mondo. Non creda alla propaganda. I 1000 sionisti morti erano tutti militari, o coloni nazisti con le mani sporche di sangue ed armati fino ai denti. Lei sottostima la resilienza combattiva, il potere distruttivo e letale delle milizie sciite Hamas ed Hezbollah. Ma come ha scritto lei, la sola cosa con cui concordo, staremo a vedere..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM