L’esercito israeliano si ritira da Rafah dopo aver subito un’imboscata

Unità di fanteria dell’esercito israeliano hanno dovuto ritirarsi dopo aver subito un’imboscata e intensi combattimenti con i combattenti di Hamas a Gaza.

Le Brigate Al-Qassam sostengono che i loro combattenti hanno costretto le unità di fanteria nemiche a ritirarsi dal valico di frontiera di Sufa, a est di Rafah, nella Striscia di Gaza, dopo tre ore di intensi combattimenti e di aver subito un’imboscata, secondo quanto riferito da Al Mayadeen questa domenica .

I combattenti di Al-Qassam, il ramo militare del Movimento di Resistenza Islamico Palestinese (HAMAS), hanno sventato negli ultimi giorni diversi tentativi dell’esercito israeliano di infiltrarsi nell’enclave costiera, provocando vittime tra le fila nemiche e distruggendo alcuni veicoli da combattimento, carri armati e bulldozer inclusi.

Il movimento palestinese, che dispone di decine di migliaia di soldati e di una vasta rete di tunnel, pieni di missili, sparsi in tutta la Striscia, ribadisce di essere pienamente preparato per un combattimento di terra con Israele e dice di aver predisposto molte sorprese per il nemico in Gaza.
Hezbollah sostiene che l’esercito israeliano non ha il coraggio e la capacità di combattere per affrontare la Resistenza a Gaza se Tel Aviv decide di lanciare un attacco di terra.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

4 commenti su “L’esercito israeliano si ritira da Rafah dopo aver subito un’imboscata

  1. i nazisti di oggi .. i Lager in rivolta … il Ghetto di Varsavia in Cisgiordania … Azov Bandera e Pravi Sektor benedetti dal papa e dai presidenti UE … Cervelli in fuga … anime al Demonio … il Blocco Mentale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM