L’esercito israeliano è coinvolto in una guerra su più fronti con l’asse della Resistenza

da Press TV

La Resistenza Palestinese a Gaza continua a respingere le forze di occupazione israeliane nelle aree esposte all’incursione di terra dell’esercito israeliano.

Nel 153esimo giorno della guerra genocida di Israele contro la Striscia di Gaza, la Resistenza palestinese ha annunciato in un comunicato di aver preso di mira, ieri mercoledì 6 marzo, un raduno di soldati sionisti nel complesso residenziale Hamad a Khan Younes, a sud della Striscia di Gaza. . Striscia di Gaza.

Le Brigate Al-Qassam, l’ala militare del movimento di resistenza islamica Hamas, hanno annunciato che i propri combattenti avevano intrappolato un’unità dell’esercito israeliano composta da 20 soldati in una precisa imboscata prima di far saltare con alcuni ordigni esplosivi antiuomo l’edificio dove erano stanziati .

La portata dei fallimenti dell’esercito israeliano sul campo di battaglia ha raggiunto il suo apice, tanto che il quotidiano israeliano Haaretz ha ammesso che i combattimenti di terra erano in fase di stallo. Secondo Haaretz , non c’erano forze sufficienti per avviare nuove operazioni in altri campi a Gaza e Rafah.

La radio dell’esercito israeliano ha riferito che dal 7 ottobre, 4 comandanti di brigata, 39 comandanti di plotone e 13 comandanti di compagnia, nonché 6 tenenti colonnelli, 2 ufficiali di stato maggiore e 7 ufficiali di alto rango delle forze di riserva sono morti durante i combattimenti con gruppi della resistenza.

Secondo un rapporto ufficiale reso noto dall’esercito israeliano, dall’inizio della guerra nella Striscia di Gaza sono stati uccisi 587 soldati israeliani e 3.053 sono rimasti feriti.

Hezbollah, fronte nord di Israele

In un contesto in cui l’esercito israeliano si trova coinvolto in una guerra su più fronti con l’asse della Resistenza, la Resistenza di Hezbollah in Libano continua le sue operazioni contro posizioni e soldati israeliani lungo il confine libanese con la Palestina occupata.

Gli Hezbollah libanesi hanno colpito questo giovedì con il fuoco dell’artiglieria il nuovo quartier generale del comando militare di occupazione nella regione della Galilea occidentale, nel nord della Palestina occupata.

Secondo il canale televisivo israeliano Channel 12 , gli Hezbollah libanesi hanno lanciato diversi missili di precisione contro la base militare israeliana situata nella zona di al-Naqourah, nel nord della Galilea occidentale.

Attualmente, gli Hezbollah libanesi conducono quotidianamente operazioni su larga scala contro obiettivi israeliani all’interno dei territori occupati, al fine di ridurre la pressione sulla Resistenza a Gaza.

La stampa sionista ha ripetutamente affermato che Hezbollah mantiene il controllo della situazione nel nord dei territori palestinesi occupati, ammettendo così che l’esercito israeliano è intrappolato su quel fronte, oltre che su Gaza.

Fonte: Press TV

Traduzione: Gerard Trousson

8 commenti su “L’esercito israeliano è coinvolto in una guerra su più fronti con l’asse della Resistenza

  1. C.V.D. Le “Forze di difesa israeliane” sono in crisi……… alle perdite ufficiali bisogna aggiungere minimo UNO ZERO e moltiplicare per un coefficiente, in questo caso stimo che le perdite reali sono almeno 10.000 militari morti ammazzati. Nella Guerra delle Malvine, le navi inglesi, ogni volta che venivano affondate da missili e bombe Argentini avevano 20 morti ! Ha ha ha ha ha! La Thatcher, primo ministro inglese di allora, ha imposto la censura per 99 anni ai dati delle perdite! Ufficialmente sono morti 300 inglesi (ha ha ha ha ha ha!!!!!!) qua mancano 2 ZERI ……………. come minimo…………
    Banditi falsoni e bugiardi !

  2. I sionisti si comportano come rapaci colonizzatori,sono parte integrante e sostanziale della finanza e quindi non potrebbero comportarsi diversamente, sono rapinatori. Di conseguenza sono e saranno sempre più attaccati da tutte le parti con effetti negativi per la loro economia : sono caduti in trappola

  3. Gli israeliani e europei hanno sempre fregato gli americani dicono di essere amici in realtà per conservare il loro potere e gli americani hanno sempre creduto a questi bugiardi.

  4. Succede una cosa poco simpatica quando provo ad aprire questo sito dal cellulare…. parte l’avviso che il cellulare è stato infettato da un virus… quando provo invece a collegarmi al sito dal pc si apre una schermata che chiede di verificare di non essere un Bot…

    1. Stai tranquillo ! Saresti già finito in galera se tu fossi stato preso di mira dalla P.S.
      Per ora non finisci nelle patrie galere italiane nè ti buttano giù dal quinto piano della Questura “democratica” Italiana !
      La polizia politica italiana ( Postale ) per poteri censurare ti stanno minacciando bonariamente bloccando parzialmente i collegamenti internet del tuo PC o del tuo Video cellulare !
      Se non sono le intimidazioni mafiose fatte dalla PS per impedirti di pubblicare commenti sovversivi potrebbe essere la classica censura di terrore e di disturbo fatta dal regime italiano sui siti ON-LINE per bloccare ( Censurare ) le notizie scomode infastedendo è terrorizzando coloro che seguono controinformazione o altri siti che diffondono NOTIZIE VERE !
      Di solito questi avvisi terroristici durano solo qualche ora o per qualche giorno !

  5. Mi piacerebbe poter avere una stima del numero dei nazi adunchi in armi eliminati finora nella Striscia di Gaza, perché da quel numero, sommato a quello dei feriti gravi e dei mutilati, potrebbero dipendere molte cose, unitamente al numero dei nazi adunchi che hanno lasciato l’entità sionista in Palestina dopo il 7 di ottobre del 2023.

    Tutti possono facilmente comprendere che se quei numeri fossero sufficientemente grandi e (sperabilmente) in crescita, la prospettiva dell’entità sionista sarebbe la sconfitta, non oggi, purtroppo, ma fra qualche anno e ciò anche se gli ebrei riuscissero a completare il genocidio dei palestinesi di Gaza.

    Ci si renda conto che gli ebrei/ nazi adunchi nell’entità sionista sono poco più di sette milioni e, oltre alle perdite nella Striscia di Gaza, se fuggisse un buon milione di questi, in usa e in Europa (anche da noi, purtroppo), ne resterebbero sempre meno atti a combattere … A meno che, gli ebrei che controllano gli usa non decidessero di inviare in Palestina la soldataglia statunitoide, o addirittura anche quella europea della nato, per evitare che i loro simili crollino fra qualche annetto.

    Cari saluti

  6. I numeri dell’ Idf e dei media occidentali sono falsi. Dati più attendibili di diverse fonti, siti russi e turchi non coinvolti direttamente, parlavano di circa 1750 militari israeliani uccisi e più di 5 mila feriti in totale. Stime vecchie di un mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM