L’esercito iraniano “sventa” il tentativo degli Stati Uniti di sequestrare una petroliera nel Mare dell’Oman

placeholder


L’esercito iraniano “sventa” il tentativo degli Stati Uniti di sequestrare una petroliera nel Mare dell’Oman che collega il Mar Arabico con lo Stretto di Hormuz.

L’Iran ha confermato che il suo Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica (IRGC) ha sventato un tentativo delle forze americane di intercettare una petroliera e che la nave è tornata nelle acque iraniane.
L’Iran ha confermato i rapporti secondo cui gli Stati Uniti avevano sequestrato la sua petroliera e intendevno trasferire il petrolio su un’altra nave, che è stata poi portata in un “luogo sconosciuto”.

Il governo ha affermato che il Corpo delle guardie rivoluzionarie islamiche (IRGC) ha preso il controllo della petroliera iraniana in un’operazione fatta con elicotteri e mezzi anfibi. La petroliera è stata poi restituito alle acque iraniane.

In precedenza, la Press TV ha affermato che l’IRGC ha scacciato con successo le forze americane nel Mare dell’Oman e ha accusato gli Stati Uniti di aver tentato di rubare il petrolio iraniano.

L’IRGC aveva ” sventato ” un tentativo degli Stati Uniti di prendere il comando di una gigantesca petroliera e di riportarla nelle acque iraniane, ha affermato l’emittente. Il telegiornale in diretta di Press TV ha riferito che gli elicotteri iraniani avevano inseguito la nave.

L’agenzia di stampa Mehr ha affermato che le motovedette iranianie a risposta rapida hanno sopraffatto le forze americane e che il filmato sarebbe stato pubblicato a breve. Riferiva che gli Stati Uniti avevano cercato di bloccare il movimento della petroliera posizionando navi da guerra sulla sua strada. I tentativi sono però falliti e la nave è ritornata sotto il controllo delle forze iraniane.

Gli Stati Uniti hanno vietato le esportazioni di petrolio iraniano come parte della paralizzante serie di sanzioni imposte a Teheran in seguito alla decisione unilaterale dell’ex presidente Donald Trump di abbandonare il patto nucleare del 2015, che ha posto dei limiti alle ambizioni atomiche dell’Iran. Gli Stati Uniti hanno anche minacciato di sanzionare qualsiasi paese che avesse acquistato petrolio iraniano.

Squadra di vigilanza navale della IRGC iraniana

L’Iran ha promesso di continuare a esportare petrolio, una fonte vitale di entrate per il governo, nonostante le sanzioni. In diverse occasioni, gli Stati Uniti hanno intercettato e sequestrato con successo navi che trasportavano petrolio iraniano. Azioni che sono state qualificate dal governo iraniano come atti di pirateria internazionale. Nonostante questo l’Iran ha incremetato le sue spedizioni di petrolio ed in particolare verso la Cina con cui ha un contratto di cooperazione e di forniture petrolifere.

L’Iran ha aumentato le sue esportazioni di petrolio

Il rapporto dell’OPEC indica anche che c’è stato un aumento di 42.000 barili al giorno (1,7%) in un mese confrontando i 2 milioni 413.000 barili al giorno prodotti nell’aprile 2021 con i 2 milioni 455.000 barili al giorno prodotti nel mese successivo. L’incremento è cotinuato anche nei mesi successivi e le eportazion sono dirette principalmente verso il mercato asiatico.

Fonti: RT News – Press Tv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM