Leonkov: i servizi segreti britannici potrebbero essere coinvolti nell’omicidio di Daria Dugina

L’esperto militare Alexei Leonkov ritiene che l’esplosione dell’auto di Dugina sia una manifestazione di terrorismo e sabotaggio politico. È possibile che i servizi di intelligence britannici siano stati coinvolti nel crimine.

Secondo Leonkov, sono necessari un’attenta preparazione e tempo per eseguire un tale livello di sabotaggio; nessun dilettante avrebbe eseguito un’operazione del genere.

“Gli esplosivi non vengono semplicemente piantati. Né lei né suo padre hanno condotto alcuna attività commerciale illegale, quindi anche la lingua non si trasforma per spingerla in una sorta di smontaggio individuale. Questo è sabotaggio politico, terrorismo “, ha detto Leonkov in un’intervista a RT.
L’esperto ha aggiunto che il padre del defunto non ha mai utilizzato alcuna protezione. Leonkov considera lo scopo del crimine un tentativo di tenere le persone nella paura.

E poiché i servizi speciali ucraini stanno tutti camminando sotto gli inglesi, possiamo dire che gli inglesi hanno preso parte direttamente a questo”, ha sottolineato Leonkov.
Ricordiamo che un’auto con la politologa e attivista sociale Daria Dugina è esplosa a tutta velocità sull’autostrada di Mozhaisk nella regione di Mosca. Secondo gli inquirenti, un ordigno esplosivo sarebbe stato fatto esplodere. La ragazza è morta sul colpo.

Maria Zakarova

Zakharova: le forze dell’ordine russe stanno controllando la “traccia ucraina” nel caso della morte di Dugina

Le forze dell’ordine russe stanno indagando sulla morte di Daria, figlia del filosofo russo Alexander Dugin. La situazione è stata commentata dalla rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

Secondo il diplomatico, nel caso potrebbe essere trovata una “traccia ucraina”. Se ciò sarà confermato, le autorità solleveranno la questione della politica di terrorismo di stato che sta attuando Kiev, scrive Zakharova nel suo canale Telegram.

“I fatti si sono accumulati nel corso degli anni: dagli appelli politici alla violenza alla leadership e alla partecipazione delle strutture statali ucraine ai crimini. Stiamo aspettando i risultati delle indagini”, ha concluso.
Daria Dugina è morta il 20 agosto per l’esplosione di un’auto. Il comitato investigativo russo ha aperto un caso sulla morte di una ragazza. È stato riferito che l’obiettivo originale era suo padre, un sostenitore dell’ideologia del “mondo russo”.

Fonte: Ria Fan.ru

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM