L’ennesima mattanza di civili a Donetsk, l’Occidente si gira dall’altra parte

Di Eliseo Bertolasi

Mi trovo a Donetsk anche questa mattina l’ennesimo bombardamento da parte delle formazioni militare ucraine sulla città.
Le bombe hanno colpito un autobus e chioschi delle fioraie adiacenti al mercato coperto. La zona è centralissima ed è anche molto frequentata. Il bilancio delle vittime parla di almeno 5 morti qualcuno parla già di sei, con due feriti, tutti civili. La scena che si presenta davanti agli occhi è terrificante: i corpi delle vittime anneriti e dilaniati, le pozze di sangue..

Ancora più angoscioso vedere l’arrivo dei parenti delle vittime.. non ci sono parole per descrivere questo strazio. Abbracciano disperati i loro cari che giacciono in terra scomposti in una pozza di sangue..
Quando il parente disperato, di un una delle vittime ha saputo che ero italiano ha urlato verso di me tutta la sua rabbia sapendo che questi massacri vengono compiuti con armi della NATO, ha augurato che anche gli italiani che a cuor leggero sono tanto favorevoli all’invio di armi a Kiev provino sulla loro pelle questa tragedia e questi lutti.. Impossibile replicare! Ho provato solo tanto dolore e tanta vergogna!!

Basta non se ne può più veramente, questi bombardamenti devono finire! Perché i media mainstream non fanno vedere ciò che succede a Donetsk!! Dove sono gli intellettuali, i politici, i pacifisti il clero? Dov’è finita l’umanità! Dov’è finita la pietà! Perché nessuno vuole parlare!
Tutti fingono di non sapere che queste armi vengono utilizzate per massacrare civili inermi..
Si parla della violazione del diritto internazionale in caso di referendum di adesione alla Russia.. Vorrei, invece sapere quale clausola del diritto internazionale prevede che un interno popolo possa venir massacrato in questo modo, inerme, senza poter reagire, senza potersi almeno staccare dalla presenza mortifera dei suoi assassini!
Sto male! Sono stanco di tanto orrore prego per l’anima di queste vittime innocenti e per i loro cari che dovranno convivere con questa terribile angoscia per tutta la loro vita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM