L’emergenza finirà solo quando non ci sarà più chi si arroga la facoltà di “risolverla”


di Berto Selis

«All’infuori del lavoro tutto era vietato, camminare per strada, distrarsi, cantare, ballare, riunirsi…»
George Orwell – 1984

Non ci siamo fermati il 15 ottobre, ci siamo illusi che bastasse fare il tampone fino al 31 dicembre e loro alzano il tiro, guerra aperta e nemico oggettivo.
Siamo una generazione avariata, cresciuta con il mito della democrazia liberale, del mercato che regna, della competizione sfrenata.

Abbiamo creduto che le sole cose importanti fossero i titoli di studio, la posizione sociale, la carriera. Pensavamo solo di doverci preoccupare giusto di dove andare in vacanza o dello scatto di carriera, ma la Storia aveva altri progetti.
Ora siamo qui: se vogliamo salvare la posizione sociale dobbiamo offrire il nostro corpo e quello dei nostri figli. All’infinito.
Oppure rischiare tutto per avere la Vita e la Dignità.

Possiamo restare eterni adolescenti con la Grande Madre Stato che ti dice anche come respirare o possiamo diventare adulti.
Possiamo ancora fermarci e creare realtà alternative, ma occorre rischiare tutto insieme. E fare comunione.
Nessuno può scegliere per voi. Ognuno è di fronte alla propria coscienza e a Dio.
Non è una pandemia. È una ristrutturazione della società secondo la modalità del controllo, non dei liberi cittadini.
La democrazia liberale ha fallito.


E ora?
Nulla, perché l’emergenza finirà solo quando non ci sarà più chi si arroga la facoltà di “risolverla”, perché esso stesso è la vera emergenza, la “pandemia” non lo è.
Sul resto, bisogna comprendere che essendo i rapporti di forza sfavorevoli ai giusti le cose da evitare sono la solitudine e l’isolamento, riunirsi e fare comunità con chi adesso la pensa alla stessa maniera o perlomeno ha il medesimo fine.
Bisognerà andare oltre i legami di parentela e persino sentimentali, le idee politiche e persino la religione, perché molto probabilmente si avrà accanto un estraneo con cui prima non si pensava minimamente di affiancarsi piuttosto che qualcuno conosciuto da una vita.

Gli schemi “tradizionali” salteranno, coppie, famiglie, amicizie, classi sociali, ruoli, camerati, compagni e colleghi, tutto si ridurrà in obbedienti e disobbedienti, in privilegiati e discriminati, accettati e reietti.
Il futuro sarà la segregazione completa, l’unica soluzione risiederà in comunità parallele del tutto indipendenti e autosufficienti, completamente staccate da questa società oramai in putrefazione destinata alla schiavitù “ecosostenibile” marchiata di verde.

Fonte: Weltanschauung Italia

13 Commenti
  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 17:45h, 26 Novembre Rispondi

    fin quando ci saranno blande proteste come quelle di Trieste alzeranno sempre di piu’ l’asticella : immunita’ di gregge, serve il 70% della popolazione vaccinata, serve l’80%, serve il 90%, vacciniamo i bambini, certificato verde, super certificato, terza dose, quarta dose, ecc
    o si fa come in Olanda e si inizia a spaccare tutto o questi non si fermano, provate a prendere 3000 persone e metterle davanti a montecitorio, tutte insieme battono i piedi, quelli a veder tremare le pareti si cagano sotto che la meta’ basta.
    .
    a breve ho sentito che in Svizzera votano per il certificato verde, curioso di vedere come va a finire, perche’ in Svizzera la democrazia funziona, checche’ ne dicano gianni e pinotto, gianni il barbone, birbone, no borbone ecco, e pinotto il comunista col chinotto; la’ funziona perche’ e’ un piccolo paese ? certo, ovvio che sia cosi, ad Atene funzionava perche’ era una citta’ ovvio che se si allargano i confini diventa sempre piu’ difficile tenerla sui giusti binari

    • Giorgio
      Inserito alle 18:17h, 26 Novembre Rispondi

      Ah ah …… Gianni e Pinotto ……… non sono permaloso …… apprezzo l’ironia e anche l’auto ironia …….
      Certo che la democrazia ha più possibilità di funzionare in un piccolo territorio come era Atene ……
      C’è anche da precisare che sembra adattarsi maggiormente ai popoli anglo sassoni e scandinavi ……
      e molto meno ai popoli mediterranei …….. latino americani …….. e per niente ai popoli di cultura araba e asiatica ……
      e anche nei paesi considerati culla delle democrazia è evidente a tutti che contiene i germi della distruzione e del nichilismo, come vediamo dalla degenerazione in corso nei paesi occidentali ………

      • atlas
        Inserito alle 00:59h, 27 Novembre Rispondi

        democrazia che ‘funziona’ in un’entità bastarda tedesca, francese e italica alpina, piena di banche e di soldi giudei. E tu Giorgio lo stai anche a leggere (?) Se lo vedi digli di impikkarsi

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 11:21h, 27 Novembre Rispondi

        beh la democrazia e’ nata in Grecia ed era un paese mediterraneo 🙂
        io lo ridico per gli ottusi birboni che continuano a non capire, la democrazia secondo me va bene per piccole realta’ come appunto la Svizzera perche’ attuata in situazioni piu’ vaste viene snaturata.
        mi spiego : alle ultime elezioni comunali ha votato mi pare il 50% giusto ? ora, il vincitore della tornata e’ risultato il viscido ed infame e traditore partito democratico, che prende facciamo il 20% dei voti, quindi per vincere hanno avuto bisogno di un semplice 10 (DIECI) % dei voti.
        risulta quindi evidente che qualcosa non funziona perche non e’ possibile dettar legge avendo solo il 10% dell’elettorato per cui qualcosa non funziona
        poi qui in Italia abbiamo numerosi esempi di voti popolari rivoltati dal parlamento, primo tra tutti il finanziamento pubblico ai partiti, non credo che in Svizzera (gradirei conferme o smentite) se viene fatto un referendum su qualcosa e l’esito e’ negativo poi rientra dalla finestra grazie a qualche magheggio…

        • atlas
          Inserito alle 19:10h, 27 Novembre Rispondi

          IMPICCATI ! Tu e la democrazia

  • Helix
    Inserito alle 17:51h, 26 Novembre Rispondi

    l’emergenza e’ come lo spauracchio dei veri comunisti al potere in Italia nel 1970, e’ chiaro si dal 2008 non vogliono che qui facciamo affari con la Russia e negli ultimi anni con la Cina, siamo solo una colonia sacrificabile per i statunitensi, da dopo il 1945 ci avete truffato, non si sono mai fidati di noi, siamo uno stato alla fine, forse sara’ l’ultimo Natale, passatelo bene, in bocca al lupo a tutti!

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 11:14h, 27 Novembre Rispondi

      a rigor di logica fanno bene a non fidarsi, due guerre mondiali e due salti della barricata…

  • giovanni
    Inserito alle 18:49h, 26 Novembre Rispondi

    Veramente qui in Italia la piena democrazia non c’e mai stata . Fino a qualche anno fa’ si teneva su’ una specie di rappresentazione per convincere che si, quella era la democrazia. Ora, da quando i padroni li hanno aizzati, sta sparendo la messa in scena per far posto al vero volto di questo malvagio potere. E siamo ai preliminari. Ah, dimenticavo articolo eccellente.

    • Giorgio
      Inserito alle 19:06h, 26 Novembre Rispondi

      Mi spiace provocare delusioni ……. ma secondo me è proprio questa la democrazia …….
      Mi associo nel definire l’articolo ottimo ……….

  • eusebio
    Inserito alle 23:21h, 26 Novembre Rispondi

    Questa pandemia viene usata per tenere soprattutto l’occidente sotto una specie di stato d’assedio permanente, in queste ore i media occidentali strombazzano la pericolosità della nuova variante sudafricana, peccato che il media cinese Global Times riporti che gli scienziati cinesi ne abbiano già confutato e sminuito la pericolosità.
    Dopo gli attentati falsa bandiera del terrorismo islamico, a partire dalle Torri Gemelle, usati dal deep state sionista per spingere l’occidente ad attaccare gli stati arabi circondanti l’entità sionista onde prepararne l’espansione, non è improbabile che questa pandemia che sembra essere partita contemporaneamente da Wuhan e da Qom, in Iran, sia stata usata sia per far affluire sotto forma dei profitti dei vaccini sulla pelle della nostra salute per tenere in vita l’entità sionista, sia per sottomettere e spingere l’occidente ad attaccare la Russia o l’Iran, a profitto della stessa entità sionista.
    Il fatto che Biden abbia chiesto all’OPEC+ di aumentare la produzione di petrolio per contenere l’inflazione negli USA e quindi di tenere sotto controllo la rabbia montante della popolazione contro il dominio della ricca minoranza ebraica somiglia molto all’improvviso aumento del prezzo del petrolio dei primi anni settanta da parte dei paesi arabi dopo la guerra del Kippur, che portò alla crisi economica degli anni successivi.
    L’improvviso aumento dell’inflazione in occidente per noi e per il mondo è benefico, ci aiuterà a liberarci dal dominio sionista.
    Che la situazione per gli USA sia disperata è indicato dal fatto che Biden abbia messo sul mercato 50 milioni di barili di petrolio delle riserve strategiche, ma gli USA ne consumano ben 20 al giorno.

    • atlas
      Inserito alle 00:53h, 27 Novembre Rispondi

      posso metterlo quì ? Praticamente si vieta l’ingresso agli africani in aereo per la variante sudafricana e si accettano africani che sbarcano con le barchette (anzi, li vanno a prendere). Cmq non è mio il post, è dei ‘fratelli d’italia’. Nulla a che fare con me quindi, che sono siciliano. Ma che però devo ancora subirmi queste politiche democratiche e arditamente sinistre https://vk.com/id561511741?z=photo561511741_457245585%2Falbum561511741_00%2Frev

      ribadisco il concetto: “NON SONO IMMIGRATI, NE’ MIGRANTI. SONO STRANIERI SENZA DOCUMENTI, ILLEGALI. L’IMMIGRATO LEGALE PASSA PER UN UFFICIO IMMIGRAZIONE DI UNA QUESTURA PER LEGALIZZARE LA SUA POSIZIONE. IN QUALSIASI STATO AFRICANO E ASIATICO LO STRANIERO PER RISIEDERVI DEVE AVERE CASA E LAVORO O MEZZI LECITI DI SOSTENTAMENTO, E CONCORRERE ATTIVAMENTE AL BENESSERE MATERIALE E SPIRITUALE DELLA SOCIETA’ NAZIONALE CHE LO OSPITA. IN NAZIONI CIVILI COME L’EGITTO LO STRANIERO NON POTRA’ MAI AVERE LA NAZIONALITA’, PER VALORE COSTITUZIONALE. QUESTO SIA CHIARO AL SINISTRO DEMOCRATICO EUROPEO.”

      • Giorgio
        Inserito alle 12:39h, 27 Novembre Rispondi

        Ragionamento che non fa una piega ……. gli arrivi regolari via aerea sono bloccati …… quelli marittimi irregolari sono benvenuti ……
        e inoltre l’allarmismo sulla variante sudafricana serve a preparare i gonzi che hanno fatto 2 dosi a farsi anche la terza ……..
        ma credo che non sarà facilissimo ……….. conosco di persona tanti vaccinati che iniziano a dubitare e dicono fermamente che non andranno avanti con una terza, quarta dose ogni 5-6 mesi ………. e che il gioco è bello (si fa per dire) quando dura poco ……..
        a tirarla troppo la corda finisce per spezzarsi ………

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 11:23h, 27 Novembre Rispondi

      la variante sudafricana e’ solo una scusa per giustificare l’inefficacia dei vaccini, ormai palese, e per spingere la popolazione, che quind rendendosi conto che qualcosa non torna inizia a sospettare, al terzo buco
      ricordiamoci come sono finiti i proclami “bisogna salvare il natale” nel 2019 e 2020.

Inserisci un Commento