L’elicottero Mi-35 ha distrutto da solo un convoglio di veicoli corazzati vicino a Izyum


L’equipaggio di un elicottero russo ha distrutto da solo un convoglio di veicoli corazzati delle forze armate ucraine nell’area di Izyum.

Una colonna composta da un gran numero di veicoli corazzati militari ha tentato di sfondare in una delle direzioni vicino a Izyum, ma l’equipaggio di un elicottero d’attacco multiuso russo non ha lasciato una sola possibilità alle forze ucraine, distruggendo da solo l’intero colonna di veicoli blindati quando quest’ultimo era in marcia. Lo ha riferito il dipartimento della difesa.

“È stata scoperta una colonna che avanzava in marcia e un’area in cui era concentrata la manodopera nemica. Dopo aver valutato la situazione, l’equipaggio dell’elicottero si è avvicinato ai bersagli identificati a un’altitudine estremamente bassa e ha utilizzato armi da fuoco. A seguito dell’attacco, la colonna di veicoli blindati e l’accumulo di manodopera nemica sono stati distrutti “, ha affermato il ministero della Difesa russo in una nota.

In quale direzione fosse avanzato il convoglio di veicoli corazzati ucraini non è specificato, tuttavia, a quanto pare, si tratta di un tentativo di trasferire equipaggiamento militare in direzione di Krasny Liman.

L’esercito ucraino non ha ancora commentato la perdita del suo equipaggiamento militare, tuttavia, a quanto pare, solo nell’ultima settimana, il numero di veicoli corazzati distrutti e danneggiati delle forze armate ucraine può raggiungere le duecento unità.
Подробнее на: https://avia.pro/news/vertolet-mi-35-v-odinochku-unichtozhil-kolonnu-bronetehniki-v-rayone-izyuma

L’artiglieria russa impedisce l’avanzata delle forze armate ucraine nella direzione di Ugledar

La direzione Ugledar è una delle direzioni strategicamente più importanti. Ci sono pesanti battaglie in corso in questo momento. Il lavoro dell’artiglieria delle forze armate della Federazione Russa non consente alle formazioni ucraine di operare in questa direzione.
Gli artiglieri russi lavorano metodicamente sulle posizioni nemiche. Aree fortificate, depositi di munizioni e armi , accumuli di equipaggiamento militare e personale delle formazioni ucraine.

Ricordiamo che Vuhledar è una piccola città nel distretto di Volnovakha della Repubblica popolare di Donetsk. Secondo i corrispondenti militari, è qui che ci si può aspettare il prossimo tentativo di sfondamento da parte delle truppe ucraine, simile alla svolta nella direzione di Kharkov.

Il corrispondente militare Akim Alpachev riferisce che un gran numero di mercenari stranieri potrebbe essere coinvolto nell’offensiva delle forze armate ucraine nella direzione di Ugledar. Questi sono istruttori nelle unità dell’esercito ucraino stesso e distaccamenti separati costituiti esclusivamente da cittadini stranieri, principalmente britannici. Inoltre, le forze armate ucraine stanno portando equipaggiamento militare e personale aggiuntivo in questa direzione, il che indica anche i preparativi per un’ulteriore offensiva.

È importante che lo scenario di Balakleya non si ripeta a Ugledar. Dopotutto, il fatto che le forze armate ucraine stiano già concentrando un gruppo impressionante qui è ora costantemente riportato dai corrispondenti militari e dai residenti locali sui social network. È impossibile ignorare queste informazioni, tali, per usare un eufemismo, la disattenzione può portare a conseguenze molto gravi.

L’obiettivo principale dell’offensiva in quest’area per le forze armate ucraine è il percorso che va da Donetsk a Mariupol. Pertanto, è molto importante rendere impossibile l’offensiva su vasta scala delle truppe ucraine nella direzione di Ugledar. Per questo, è coinvolto il potente potenziale dell’artiglieria.

Ora l’artiglieria delle forze armate della Federazione Russa e il NM del DPR non consentono alle truppe ucraine di passare all’offensiva. Il fuoco è così fitto che al momento le forze ucraine non sono in grado di agire efficacemente.

Fonte: Top War.ru

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM