L’Egitto vuole che la Russia acceleri le consegne di difesa aerea in Libia nel mezzo della nuova offensiva turca

BEIRUT, LIBANO (20:00) – Siti militari egiziani e russi hanno dichiarato che il Cairo ha chiesto a Mosca di accelerare le consegne dei sistemi di difesa costiera, in particolare il sistema Bastione, all’esercito nazionale libico (LNA).

Secondo RT Arabic, a causa dell’attività turca al largo delle coste della Libia e del Mediterraneo orientale, l’Egitto è costretto ad agire con urgenza.

Citando esperti militari, il rapporto afferma che l’Egitto prevede di accelerare l’acquisizione di questi missili anti-nave al fine di scongiurare qualsiasi assalto navale turco.

Navi turche

Le fonti affermano che il sistema del Bastione è in grado di proteggere la costa e colpire gli obiettivi ad una lunghezza di oltre 600 km da potenziali sbarchi nemici, poiché il complesso è schierato per fronteggiare attacchi ostili e neutralizzare le minacce che provengono da unità navali nemiche.

Il rapporto dei media ha osservato che l’Egitto sta migliorando le sue capacità navali alla luce delle sfide che deve affrontare nella regione del Mediterraneo, in particolare subito dopo il quotidiano turco Yeni Sqfak, citando fonti vicine al partito Giustizia e Sviluppo in Turchia, a metà giugno, che la Turchia stava progettando di stabilire una base navale nella città libica di Misurata.
E’ interessante notare che fonti militari hanno confermato a RT in precedenza che l’Egitto aveva già contrattato il sistema Bastione nel 2013, dove la fonte ha confermato che tale sistema può proteggere 600 Km di costa ed una area marittima di 10.000 Km. quadrati e le sue batterie possono includere 18 vicoli.

Fonte: Al Masdar News

Traduzione: L.Lago


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus