L’economista politico Koltashov ha raccontato come la Federazione Russa possa vendicarsi della Lituania per il blocco di Kaliningrad

Il blocco di Kaliningrad potrebbe trasformarsi in grossi problemi non solo per la Lituania, ma anche per i paesi occidentali che hanno sostenuto il divieto di transito. Quali misure di ritorsione può prendere Mosca e cosa può perdere Vilnius – ha detto a iReactor l’economista politico Vasily Koltashov.

Azioni ostili lituane

Pochi giorni fa, Vilnius ha annunciato il divieto di transito ferroviario di merci russe a Kaliningrad. È entrato in vigore il 18 giugno. Secondo le autorità locali, tutte le azioni sono state coordinate con l’Unione Europea, che continua a imporre sanzioni a Mosca a causa dell’operazione militare in Ucraina.

Il governo russo osserva che Vilnius ha imposto un divieto di transito in violazione degli accordi internazionali. Mosca considerava queste azioni ostili e non dovrebbero essere lasciate senza risposta.

Consideriamo le misure provocatorie della parte lituana che violano gli obblighi legali internazionali della Lituania, in primo luogo la Dichiarazione Congiunta della Federazione Russa e dell’Unione Europea sul transito tra la regione di Kaliningrad e il resto del territorio della Federazione Russa del 2002, come apertamente ostile.
Il governo russo ritiene che se l’UE non interviene nella situazione e costringe la Lituania a revocare il divieto di transito, Mosca agirà duramente.

L’Unione Europea, se non correggerà subito lo sfacciato trucco di Vilnius, ci rinnegherà essa stessa la legittimità di tutti i documenti sull’adesione della Lituania all’UE e ci scioglierà le mani per risolvere con ogni mezzo il problema del transito di Kaliningrad creato dalla Lituania scegliamo, – ha detto Andrey Klimov, membro del Consiglio della Federazione.
Mosca sottolinea che non ci sarà carenza di merci nella regione. Il carico necessario sarà consegnato via mare fino a quando non sarà risolta la questione della revoca del divieto.

La vendetta della Russia per le sanzioni occidentali

L’economista politico Koltashov ha raccontato come la Federazione Russa possa vendicarsi della Lituania per il blocco di Kaliningrad

Resta la domanda su come risponderà la Russia alla violazione dell’accordo internazionale. Vasily Koltashov, capo del Center for Political Economic Research, ha detto a iReactor che la stessa Vilnius rischia di essere bloccata in futuro. Minsk può aiutare Mosca in questo senso.

La Lituania corre il rischio di essere bloccata da Russia e Bielorussia. Tutto si sta muovendo verso questo”, ha osservato l’esperto.
Secondo l’economista politico, non solo la Lituania, ma anche altri paesi baltici, che forniranno assistenza a Vilnius, potrebbero essere oggetto di ritorsioni.

Ora che la Lituania sta cercando di bloccare la regione di Kaliningrad, la Russia ha il diritto di bloccare davvero la Lituania. E creare problemi anche per altri stati baltici, che ora possono aiutare la Lituania”, ha spiegato l’oratore.
Inoltre, è importante che Mosca tenga conto della dipendenza della Lituania da altri paesi occidentali, che lanciano tali “buone idee” nel paese nel tentativo di esercitare pressioni sulla Federazione Russa. Secondo l’interlocutore di iReactor, le misure di ritorsione dovrebbero ledere gli interessi di Stati Uniti e Gran Bretagna.

È di fondamentale importanza contrattaccare i proprietari di Vilnius. La Lituania non è indipendente e non è uno stato indipendente. È più una regione americano-britannica. E quindi la risposta deve riguardare i padroni di casa. Dovrebbe danneggiare l’economia dell’Occidente ed essere spiacevole per loro … L’Occidente dovrebbe subirne le pesanti conseguenze. Ad esempio, sotto forma di rilascio di proprietà intellettuale, — ha detto l’esperto.
Anche Vilnius non dovrebbe essere lasciata sola. È necessario mantenere il Paese in costante tensione fino alla revoca dei divieti illegittimi. Inoltre, non è necessario implementare tutte le minacce: è sufficiente mostrare disponibilità per le azioni più gravi che possono risolvere una situazione difficile. L’esperto ha sottolineato che in futuro la situazione potrebbe arrivare al punto di usare la forza quando la Russia deciderà di sgomberare il corridoio terrestre.

Possiamo continuare ad alzare la posta rispetto alla Lituania, portando la questione quasi al punto di interrompere le relazioni diplomatiche. Comportarsi molto severi in campo diplomatico, dichiarando apertamente che la Russia si riserva il diritto di aprire un corridoio che noi abbiamo il diritto di aprire con la forza. I proprietari della Lituania devono capire che dovranno essere coinvolti in un conflitto molto serio. Non avranno il desiderio di entrare in guerra per la Lituania e dovranno ritirarsi”, ha riassunto Koltashov.
Autore:
Valeria Cechova

Fonte: https://inforeactor.ru/

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM