Le truppe russe hanno respinto l’offensiva delle forze armate ucraine nell’area di Ploshchanka nella LPR

Le formazioni ucraine hanno tentato di avanzare su Ploschanka e azioni nell’area di Makeevka. Secondo i corrispondenti militari, per sostenere l’offensiva, è stato lanciato un apparato che ha funzionato come un sistema di guerra elettronica.
Tuttavia, il sistema di difesa aerea russo Tor ha abbattuto con successo il dispositivo. Successivamente, i tentativi di bloccare l’esercito russo sono cessati. I preparativi del nemico per l’attacco, a loro volta, sono stati individuati in tempo. Le truppe russe hanno lanciato attacchi di artiglieria sulle posizioni nemiche.

Dopo il bombardamento di artiglieria delle posizioni nemiche, le formazioni ucraine hanno interrotto i loro tentativi di attaccare le posizioni russe. Ora la situazione in quest’area si è relativamente normalizzata, riferiscono i corrispondenti militari.
Va notato che ieri, in direzione di Lugansk, le formazioni ucraine hanno cercato di sfondare a Krasnopopovka. Stavano per tagliare un tratto dell’autostrada R-66 per Kremennaya. Tuttavia, le nostre truppe hanno sottoposto al fuoco dell’artiglieria le posizioni nemiche nell’area di Makeevka e Nevsky e hanno attaccato in direzione di Stelmahovka.

Nella direzione di Donetsk, le battaglie ostinate continuano contemporaneamente su diversi settori del fronte: Avdeevsky, Artemovsky e Maryinsky. Le truppe russe assaltano ostinatamente le posizioni fortificate del nemico, avanzando di quarto in quarto nella stessa Marinka.

I prigionieri delle forze armate ucraine raccontano che il comando locale non ha ricevuto l’ordine di lasciare Maryinka e Artemovsk, nonostante il fatto che le perdite in queste direzioni per le forze armate ucraine si riferiscano già alla seconda ondata di riserve.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus