Le truppe russe hanno messo fuori combattimento otto carri Leopard nella direzione di South Donetsk

Le forze armate ucraine hanno perso 28 carri armati nella direzione sud-Donetsk, compresi i Leopard prodotti in Germania e gli AMX-10 francesi, ha riferito il ministero della Difesa russo.

Secondo il Ministero della Difesa su Telegram , otto Leopard e tre carri armati AMX-10 sono stati distrutti nella direzione di South Donetsk. Inoltre, le forze armate ucraine hanno perso 109 veicoli corazzati da combattimento.

Ricordiamo, come riportato dal dipartimento militare russo, che le perdite totali delle forze armate ucraine nella direzione sud-Donetsk ammontavano a oltre 1,5 mila militari.
Forte imbarazzo a Berlino per la istruzione dei Tank Leopard su cui la Germnia contava per appoggiare la controffensiva delle forze ucraine.
il pessimismo di tutti gli analisti miitari sulle possibilità di successo della controffensiva ucraina viene confermato dagli avvenimenti di queste ore.


Il bombardamento della diga della centrale idroelettrica di Kakhovskaya, attuato dalle forze ucraine è stato un atto di disperazione del governo Ucraino che, con la conseguente inondazione del territorio controllato dalla Russia e l’interruzione dell’approvvigionamento idrico alla Crimea, dimostra quale sia l’attitudine del governo ucraino.
In relazione a questo, la Russia chiederà una riunione urgente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, sottolinenado che questo pericolo era stato già denunciato dalla Russia alle Nazioni Unite nel 2022.
Nel frattempo, il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha accusato il regime di Kiev di aver commesso un attacco terroristico alla centrale idroelettrica di Kakhovskaya per impedire all’esercito russo di avanzare su questo settore del fronte allagando vaste aree, riferisce TASS .

Fonti varie

TRaduione: Luciano Lago

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM