Le truppe dell’esercito russo si schierano per la prima volta in Siria vicino al confine con l’Iraq

TEHERAN (FNA) – L’esercito russo ha inviato truppe fresche e le ha dispiegate per la prima volta a est di Deir Ezzor lungo il confine con l’Iraq per costruire centri militari, secondo quanto riferito dai media.
Il giornale al-Watan in lingua araba ha riferito che le unità di fanteria russa sono state schierate nella regione di Bukamal nella parte orientale di Deir Ezzur e vicino al confine iracheno per la prima volta.

Il giornale ha citato fonti dell’opposizione affermando che le truppe russe sono state di stanza nella città di al-Jala lungo la sponda occidentale del fiume Eufrate e adiacente alla città di Hajin, che è sotto il controllo delle forze democratiche siriane (SDF).

Le fonti dell’opposizione hanno ribadito che le truppe russe stanno progettando di costruire diversi centri militari lungo la strada al-Mayadeen-Bukamal e presto invieranno attrezzature militari in città.

In uno sviluppo rilevante a metà luglio, l’esercito russo ha inviato pesanti equipaggiamenti militari alle posizioni militari dell’esercito siriano nell’Hama settentrionale, mentre le forze governative di Damasco hanno lanciato raid aerei e terrestri sulle posizioni e sui movimenti militari dei terroristi nell’Hama settentrionale e nell’Aleppo occidentale, i media hanno detto martedì.

Forze speciali russe, spetnatz

Il sito web Smart News pro-miliziani ha citato fonti speciali che affermano che l’esercito russo ha inviato una grande quantità di armi e attrezzature militari tra cui unità di artiglieria e lanciatori di missili, nonché molti carri armati militari per l’esercito siriano che sta contrastando i terroristi nel Nord Hama e Idlib.

Si è notato che l’equipaggiamento militare russo era arrivato nel porto di Tartus in Siria su due navi. La presenza delle forze russe indica la ferma volontà di Mosca di difendere la Siria ed evitare le nuove infiltrazioni terroristiche dal nord Est del paese dove gli USA stanno nuovamente addestrando e armando gruppi terroristi.

Fonte: Fars News

Traduzione: Luciano Lago

2 Commenti

  • atlas
    20 Agosto 2019

    più che altro c’è questo:

    Idlib, SiriaL’aeronautica siriana colpisce un convoglio turco a Idlib

    Secondo l’agenzia turca DHA (Demirören Haber Ajansı), il convoglio era composto da militari che si stavano trasferendo nell’area di Khan Sheikhun per controllare la zona chiamata di ‘de-escalation’. Nessuna informazione è stata pubblicata sulle vittime. In precedenza, la televisione di stato siriana, citando il ministero degli Esteri del Paese, aveva affermato che mezzi corazzati turchi e truppe al seguito avevano violato il confine e si stavano dirigendo verso Khan Sheikhun.

    https://it.sputniknews.com/mondo/201908197997261-Guerra-Siria-Turchia-Idlib/

  • eusebio
    20 Agosto 2019

    L’esercito siriano sta riprendendo il controllo dell’autostrada a nord di Khan Sheikhun, appoggiato da aviazione e forze speciali russe., quindi la secca di Idlib sta cedendo e si sta sgonfiando.
    I russi si piazzano al confine tra Siria ed Irak per tenere sgombra la strada alle milizie e rifornimenti iraniani ed irakeni, che arrivano copiosi in Siria, mentre i curdi abbandonati dalla potenza USA dissanguata nelle mani dei turchi cercano protezione a Mosca e Damasco.
    Assad praticamente ha vinto in Siria e gli Yemeniti bombardano a piacimento città, aeroporti e raffinerie dei sauditi.
    Per lo staterello giudaico si mette male.

Inserisci un Commento

*

code