Le storie diffuse da Pompeo e Bolton stanno cominciando a superare anche la creduloneria degli americani


di Paul Craig Roberts

Gli ultimi due giorni hanno visto sviluppi interessanti. Gli Stati Uniti o Israele hanno colpito una nave giapponese con piccoli razzi e hanno cercato di incolpare di questo attacco le mine iraniane. L’armatore giapponese ha interrotto l’evento di falsa bandiera. Il giapponese ha sottolineato che il danno sulla nave era sopra, non sotto la linea di galleggiamento e che i membri dell’equipaggio avevano osservato oggetti che si avvicinavano nell’aria. https://www.lewrockwell.com/2019/06/no_author/the-gulf-of-credibility/

Nel New York Times, David Sanger, un giornalista generalmente inaffidabile secondo me, ha rilasciato quello che una persona con il mio quarto di secolo di esperienza a Washington considererebbe informazioni sensibili sulla sicurezza nazionale quando ha riferito che Washington stava introducendo dei malware nella rete elettrica russa.

Chi ha divulgato queste informazioni sensibili sulla sicurezza nazionale? Perché non vengono arrestati e processati per aver perso un giornalista? Perché non è arrestato lo stesso Sanger , come Julian Assange, incarcerato per motivi inventati? Non ha senso fornire alla Russia le informazioni nella divulgazione pubblica in quanto ciò consente alla Russia di trovare ed eliminare il malware.

Attacchi alle centrali elettriche

Dato che non ha senso, solleva la questione se la storia di Sanger è corretta o semplicemente qualcosa che gli è stata consegnata dalla NSA che vuole ripulire la sua immagine prima che diventi una vittima insieme a Brennan e Comey e Hillary nel tentativo di lancio di accuse in carico al Presidente Trump. .

https://www.nytimes.com/2019/06/15/us/politics/trump-cyber-russia-grid.html?ref=cta&nl=top-stories?campaign_id=61&instance_id=0&segment_id=14339&user_id=c57a8c2d498023b54c8a416a37b2bb8a®i_id=21653813ries

La storia di Sanger perde ogni credibilità quando ripete la confusa affermazione che “l’Agenzia russa di ricerca su Internet [è] il gruppo al centro dell’hacking durante le elezioni del 2016 negli Stati Uniti. Era una delle quattro operazioni che il suo cosiddetto “Russia Small Group” aveva organizzato intorno alle elezioni di medio termine. I funzionari hanno parlato pubblicamente di quelli, anche se hanno fornito pochi dettagli. “

Ray McGovern, William Binney e altri professionisti dell’intelligence in pensione hanno dimostrato in modo definitivo che non c’era stato hacking. Le informazioni rivelate da Wikileaks erano una fuga di notizie dall’interno del Comitato Nazionale Democratico.

Com’è possibile che David Sanger non lo sappia? Come può il suo editore del New York Times non saperlo?

Fonte: Paul Craig Roberts

1 commento

  • namelda
    17 Giugno 2019

    “”Com’è possibile che David Sanger non lo sappia? Come può il suo editore del New York Times non saperlo?””
    forse non è statoremunerato ad hoc?…

Inserisci un Commento

*

code