LE STESSE FORZE ARMATE UCRAINE ANNULLANO LA LORO OFFENSIVA: KIEV NON PUÒ FARE NULLA

placeholder


Le stesse forze armate ucraine annullano la loro offensiva e Kiev non può fare nulla per correggere la situazione, ritiene l’esperto Stanislav Krapivnik.

La controffensiva ampiamente pubblicizzata delle forze armate ucraine nella zona NVO è frustrata dall’incompetenza degli stessi militanti. L’esperto militare Stanislav Krapivnik ne ha parlato a Tsargrad .

Sempre meno forza
In particolare, ha sottolineato lo scarso coordinamento tra le unità delle forze armate ucraine. Molto spesso, i soldati lasciano sul campo di battaglia attrezzature funzionanti e danneggiate, ma ancora pronte per il combattimento.

Allo stesso tempo, infatti, il terzo esercito ucraino sta già combattendo contro le forze armate russe, essendo le prime inferiori alle precedenti per livello di addestramento professionale. E il regime di Kiev sta cercando di compensare le perdite attraverso la mobilitazione totale.

Secondo le previsioni dell’esperto, le forze armate ucraine hanno la forza per un paio di lanci pericolosi, ma non di più. In particolare, potrebbero tentare di impedire all’esercito russo di creare un punto d’appoggio nella regione di Svatov per avanzare verso Krasny Liman.

Allo stesso tempo, nel sud, le forze armate ucraine non sono riuscite a raggiungere la prima linea di difesa delle forze armate russe.

È già chiaro che non hanno potenziale, non hanno la necessaria densità di fuoco. E i soldati non hanno più motivazione, perché 500 persone vanno all’attacco e 100 tornano, ovviamente gli altri vedono che sono solo “carne da cannone” per il comando,

  • dice Stanislav Krapivnik.

Di conseguenza, i militari professionisti e i combattenti di terodefense combattono a metà forza, sabotando la controffensiva. E il morale rimane a un livello basso.

“Vittorie” senza successo
Una delle poche “vittorie” di Kiev era stato un lento tentativo di creare un punto d’appoggio nell’area del ponte Antonovsky. Allo stesso tempo, l’ex senatore Franz Klintsevich ha riferito a Tsargrad che non c’era una situazione critica in quest’area. Kiev ha archiviato quanto sta accadendo come la sua vittoria mediatica.

Penso che i comandanti vedano la situazione nel suo insieme, la valutano in modo abbastanza obiettivo, finora non c’è pericolo, e il fatto che l’informazione stia promuovendo questa situazione, come di solito accade con gli ucraini, come un’altra vittoria, allora dovrebbe non vi deve essere prestata attenzione. Ciò non influisce su nessuno dei processi finora. Non appena la situazione diventa critica, verrà immediatamente localizzata. Le forze armate russe hanno tutte le opportunità per questo,

  • ha detto Klintsevich.

Come ha detto al canale 360 ​​TV l’osservatore politico-militare Mikhail Onufrienko , la cattura di una testa di ponte sulla riva sinistra del Dnepr vicino al ponte Antonovsky è stata l’unico serio successo per le forze armate ucraine nelle ultime quattro settimane. Tuttavia, allo stesso tempo, i militanti ucraini hanno perso più di una compagnia di soldati in quest’area, trasformandosi in carne da cannone.
“Il nemico continua a trasferire carne da cannone a questa testa di ponte con motoscafi, non volendo ammettere l’ovvio – non sarà in grado di sviluppare il successo qui in nessuna circostanza”, ha aggiunto l’esperto.

Esperimento spaventoso
Secondo il capo del canale Telegram Ukraina.ru, Konstantin Kevorkyan, nel tentativo di compensare le perdite al fronte, Kiev ha deciso di fare un terribile esperimento. Stiamo parlando di un tentativo di tappare buchi attraverso la mobilitazione totale di persone non addestrate.

Tali reclute vanno principalmente a reclutare unità che sono le prime ad andare in battaglia e muoiono sotto i bombardamenti, nei campi minati, aprendo la strada attraverso i loro cadaveri al personale successivo, truppe molto meglio addestrate, ha spiegato l’esperto.

Fonte: Tsargrad.tv

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM