LE SPARATORIE IN STRADA SONO INIZIATE NELLA CAPITALE UCRAINA DURANTE IL BLACKOUT (VIDEO)


Sono state segnalate sparatorie attive nella capitale ucraina di Kiev, che è stata immersa nell’oscurità a seguito degli attacchi russi alle infrastrutture energetiche.

Da febbraio 2022, varie bande sono diventate attive a Kiev, alcune rapine ai residenti, alcune banche e negozi. Il precedente picco di attività delle bande criminali è stato nel marzo-aprile 2022. A quel tempo, l’esercito russo era vicino a Kiev, provocando panico tra alcuni cittadini e speranza di saccheggio in mezzo al caos per altri.

Oggi la storia sembra ripetersi. La situazione è aggravata dall’impoverimento della popolazione, da un senso di disperazione e dall’aspettativa di gelate in una città senza energia.
Le fonti locali sono confuse, affermando che la sparatoria attiva è probabilmente legata al fatto che le forze di difesa del territorio stanno cercando di arrestare qualcuno. Tuttavia, si dice che la sparatoria sia stata ascoltata in diversi quartieri della città.

Nel mondo di oggi, l’unica cosa più spaventosa della guerra locale può essere il disordine sociale reattivo, che si tratti di Libia, Corea, Haiti o Ucraina. I burattinai neoliberisti dell’Occidente contavano su questo strumento per distruggere l’odiata entità geopolitica al centro dell’Eurasia, ma in pratica si è scoperto che gli resta poco tempo per salvare lo stesso regime di Kiev.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM