LE RELAZIONI CON LA RUSSIA SONO PIÙ IMPORTANTI PER ROMA RISPETTO AL PROSSIMO CAMBIO DI GOVERNO ITALIANO


Le dimissioni del Primo Ministro Giuseppe Conte e la nuova crisi politica in questo Paese non influenzeranno probabilmente le relazioni tra Mosca e Roma, ritiene Elena Maslova, Le relazioni tra Russia e Italia da tutto ciò non cambieranno
Il fatto è che Conte ha detto che avrebbe presentato oggi al presidente italiano Sergio Mattarella una lettera di dimissioni, e il motivo della sua decisione è stato il fatto che un’altra crisi politica è scoppiata a Roma.

Il governo Conte è stato formato 14 mesi fa sulla base di un accordo tra la Lega del Nord e il Movimento a cinque stelle. È interessante notare che la “Lega del Nord” Matteo Salvini, che ha assunto l’incarico di Ministro degli Interni nell’ufficio di Conte, ha parlato della revoca delle sanzioni dalla Russia al momento delle elezioni, ma, naturalmente, non ha confermato al momento dell’accordo del governo.

Almeno, è così che la “Lega del Nord” ha spiegato perché questo partito non prende provvedimenti per revocare le sanzioni contro la Russia, anche se va notato che, in generale, l’Italia persegue una politica favorevole a Mosca, soprattutto sullo sfondo del resto dell’Unione europea .Un’altra domanda è che la “Lega del Nord” ha formato un ufficio con il “Movimento a cinque stelle” di sinistra, quindi non sorprende che ci sia stata una divisione, e Salvini ha detto che ha deciso di abbandonare l’accordo governativo firmato nel 2018.

Se la “Lega del Nord” ha una certa ideologia, e anche in precedenza ha sostenuto la separazione della parte meridionale dell’Italia dal Nord sviluppato, il “Movimento a cinque stelle” è una forza politica di protesta, guidata dal comico Beppe Grillo.

Non sorprende che un politico indipendente, vale a dire Conte, sia diventato il primo ministro in una tale coalizione di governo, ma ha anche deciso di dimettersi perché Salvini e la sua struttura del partito hanno sconvolto l’equilibrio delle forze politiche nella moderna Italia.

“Per quanto riguarda le relazioni bilaterali tra Russia e Italia, si deve prima dire che sono caratterizzati da una qualità così importante come la continuità, quindi non dipendono dal tipo di orientamento politico che l’attuale governo presenta a Roma, sia che si tratti del centro di destra o del centro di sinistra. Questo fattore non ha alcun effetto su tale questione “, afferma Maslova.

Come osserva l’esperto, inizialmente Salvini ha dichiarato che avrebbe combattuto per la revoca delle sanzioni anti-russe, ma questo, come vediamo, non è accaduto, e l’Italia persegue una politica passiva su questo tema, basata sulle attuali tendenze dell’Unione europea.

“Pertanto, non ci si dovrebbe aspettare alcun cambiamento fondamentale nel percorso verso la Russia dall’Italia. Sulla questione della revoca delle sanzioni, la posizione della Germania, così come il nucleo dell’Unione europea, è importante, non lo stato d’animo che è presente in Italia “, conclude Maslova.

Per l’Italia, i partner più importanti e strategici sono l’Unione europea e gli Stati Uniti, ma la Russia non dovrebbe essere minimizzata, poiché il nostro paese svolge un ruolo significativo nella politica estera di Roma. Inoltre, per la stessa Russia, la direzione italiana è una delle principali nell’Unione europea e non può essere minimizzata, come si può vedere dalla visita del presidente russo a Roma.

Ricordiamo che il mese scorso il presidente russo Vladimir Putin ha fatto una visita ufficiale a Roma, durante la quale ha incontrato papa Francesco, nonché l’establishment politico italiano guidato dal primo ministro Conte.

L’Italia è entrata in un’altra crisi politica
Bisogna anche prestare attenzione al fatto che le crisi politiche sono state insite storicamente in Italia, e qui dopo gli anni cinquanta era il partito comunista più potente d’Europa. Inoltre, la CIA degli Stati Uniti ha anche compiuto sforzi per impedire alle forze di sinistra di unirsi alla leadership di questo paese, che Washington percepiva come un attore chiave nell’Europa meridionale.

“Le crisi politiche in Italia non sono uguali e la crisi che si è appena aperta è multi-scenario. Quindi, una situazione del genere non esiste da molto tempo in Italia, nonostante le tradizioni politiche italiane ”, riassume Maslova.

Secondo Elena Alexandrovna, ora in Italia non esiste un partito politico a maggioranza, motivo per cui il nuovo governo di questo paese sarà il risultato di un accordo di coalizione. Le parti italiane dovranno negoziare tra loro e personalmente, il signor Salvini si trova oggi in una situazione estremamente svantaggiosa.

“Salvini ha litigato con tutti i partiti italiani, compresi i suoi alleati rappresentati da Forward Italy, l’ex primo ministro italiano Silvio Berlusconi, che non vuole nemmeno occuparsi di lui”, afferma Maslova.

Per questo motivo, come ritiene l’esperto, la carriera politica di Salvini è sospesa a un filo, il suo futuro è incerto e questa circostanza si estende all’ulteriore sviluppo della Repubblica italiana, compresa la formazione di un nuovo gabinetto.

Salvini a Mosca

“Ora Salvini può entrare nell’opposizione, sebbene forte, ma questo sarà un cambiamento significativo per lui”, conclude Maslova.

Di conseguenza, l’Italia sta entrando in una nuova fase dello sviluppo politico per se stessa, che porterà a un cambiamento in una serie di priorità nella politica di questo paese, anche se sono proprio le relazioni con la Russia che sono di natura secondaria e non cambieranno.

Dmitry Sikorsky, Docente di Economia oggi assistente professore di processi di integrazione presso MGIMO

Traduzione: Sergei Leonov

9 Commenti

  • Mardunolbo
    21 Agosto 2019

    Articolo che praticamente dice: l’Italia in decisioni politiche estere non conta un ca@@o !
    Ed ha ragione ! Terra di conquista e di forze contrapposte, patria di traditori e comunisti, sorta da bagni di sangue per adempiere alla richieste della massoneria inglese, l’Italia è una nazione che ha visto il suo alone di gloria e di forza estera solo durante il fascismo. Prima e dopo solo fuffa per nascondere la pochezza dei personaggi che si sono avvicendati, re compresi !
    Il discorso di Conte di oggi è un misto di furbizia politica e falsità contro Salvini.
    Il discorso di replica di Salvini è un discorso di grande stile e di coraggio ed ha denunciato per la prima volta l’osceno dialogo,mesi fa, tra Conte e la Merkel (allibita e sconcertata) per favorire il M5S

    • atlas
      21 Agosto 2019

      dì a Salvini che pensasse a Milano. Le Due Sicilie, con la Russia e l’Eurasia, ci vanno da sole

  • Sed Vaste
    21 Agosto 2019

    Digitate” Scott Ritter l’europa e’ una colonia” Le TV CE lo insegnano a dovere tutti I giorni , gli italiani devono saper Fare I cuochi ballare fare I pagliacci I calciatori ecc devono saper intrattenere il Turista e l’indigeno ma in quanto a idee politiche militari e economiche non valiamo piu Della grecia ,sulle cose serie ci e’ precluso ogni spazio siamo I colerosi gli infetti che devono essere sempre messi in disparte Per noi La quarantena non ha mai termine siamo solo una colonia balneare Montana e culinaria punto.

  • Idea3online
    21 Agosto 2019

    Putin viene in Italia, organizza una visita geopolitica, per i nuovi assetti della Terza Guerra Mondale che verrà, Putin investe il suo tempo ed il tempo della Russia in uno dei Tempi più difficili della Storia dell’Umanità, parla con i rappresentanti del Governo……cosa fanno gli USA? Per fare capire alla Russia che è stato solo tempo perso essere venuti in Italia, dopo pochi giorni fanno crollare il Governo, e per Putin solo tempo perso, strategia inutile. Gli USA in Venezuela non riescono a piegare Maduro, in Italia con il semplice soffio ed il tocco di un dito, fanno crollare i 3 moschettieri,alleati dello Zio Sam, Salvini – Conte – Di Maio. Messaggio subliminale a Putin, l’Italia è una nostra colonia e ogni nostro desiderio è ordine. Peccato che in Italia il Caos è regola dopo il 2011, anno dell’attacco alla Libia ed indirettamente attacco tecnico all’Italia. Lasciamo il parco buoi tifare per le squadre di partito, le squadre di calcio, tra pochi giorni inizia il campionato. L’Essere umano idiota come adesso, mai è stato durante la Storia, prima erano analfabeti, ma dentro la testa c’era materia pensante, certo nel passato la mente degli esseri umani non era bombardata dalle radiazioni elettromagnetiche come ai nostri giorni, con le radiazioni l’Elite sta cucinando i poveri esseri umani nel forno a microonde. Le api non riescono a fare ritorno all’alveare a causa dei campi elettromagnetici, i poveri uomini non riescono a capire la meta dell’esistenza.

  • Eugenio Orso
    21 Agosto 2019

    Il cambio di governo, pilotato dall’alto e dall’esterno del paese, è già scontato a priori. Il governicchio dei falsi rivoluzionari, pro-nato e pro-euro (tali solo dopo i risultati elettorali) è durato 14 mesi circa ed è già molto se l’élite globalista criminale gli ha consesso tanto …
    Di Maio va cianciando che non siederà mai a un tavolo con Renzi, ma prima i cinque stalle dicevano, in campagna elettorale, mai al governo con il piddì, il che è alquanto diverso …
    La cosa sa di imbroglio, perché renzi ha dichiarato che che non sarà nel governo e non parteciperà alle trattative, dando un assist a di maio e zingaretti.
    Poi esce la merda piddiota zingaretti che fissa i 5 punti per l’inciucio con i 5stalle, fra i quali non può mancare la fedeltà all’unione europoide (e all’élite finaz-globalista-ebrea della quale il piddì è servo fedele, addirittura fanatico).
    La palla è passata al basista istituzionale della troika mattarella che sicuramente benedirà un simile governicchio filo-Bruxelles d’inciucio e per noi saranno dolori peggiori dei precedenti, perché è in arrivo la “manovra” da 30 miliardi di euro, eseguendo gli ordini troika.
    Salvini con la sua sega (ex nord) blatera a vanvera e pregusta l’opposizione – sapendo che non saranno concesse elezioni – perché non parteciperà alla manovra dettata dall'”austerity”, non ne sarà colpevole e potrà rispolverare vecchi slogan truffaldini come “basta euro!”

    Poco importa qualche affare commerciale con la Santa Russia, se i giallo-verdi al governo (lo stesso salvini) hanno mantenuto le sanzioni e soprattutto se stiamo andando verso il disastro economico-sociale.

    Cari saluti

    • atlas
      22 Agosto 2019

      a parte il consiglio che ti do di non rispondere nemmeno a chi scrive tutti i giorni contro giudei e poi ci suggerisce di stare con gli ameri cani perchè essendo la sua personale visione politica il frutto di una mente malata il seguirlo ti potrebbe arrecare danni cerebrali permanenti

      io, dal basso della mia licenza media la riduco pressappoco così: è tutta una suinocrazia (!), ma ti spiego il perchè la vedo in questo modo

      avevano iniziato con sovranità e populismo (forma edulcorata di Nazionalismo e Socialismo del tremila ? Può darsi, oppure era più semplicemente nè con Berlusconi nè con le BR, il pd … )

      Ma sovranità di cosa che siamo pieni di giudei e basi militari anglosassoni

      populismo di che se non mi ricordo di aver mai visto nel mondo una realtà scombinata popolarmente così come questa

      dove c’è l’odio più atavico che va dall’etna e al vesuvio fino al colera

      Eugenio, non per essere ripetitivo, ma per me il problema fondamentale dell’italia è l’italia

      hai voglia a fare (se pur lodevoli) elucubrazioni mentali, non ne cavi nulla finchè siamo in queste condizioni

  • Sed Vaste
    21 Agosto 2019

    Si ma a questo punto si gradirebbe da Orso un suggerimento chissa’ che qualcuno l’ ascolti xche’ da come LA dipinge lei non si salva nessuno , per me salvini ha mollato sotto indicazione per lasciarvi NeL marasma piu totale, salvini e’ un leccaculo a 360 gradi adulatore sfrontato lecca tutti dal momento che pagano che sganciano lecca tutti basta essere pagato in dollari o in rubli a lui sta bene tutto ,

    • Eugenio Orso
      21 Agosto 2019

      Di certo salvini non è il salvatore dell’Italia, ma un furbetto tweet, un imbroglione/ revisionista, come avrebbero detto i vecchi marxisti-leninisti, che si è attaccato al carro di quel trumpche il deep state usa tiene ormai per le palle, alla nato e di certo un salvini politica-spettacolo non ci porterà fuori dall’euro/ eurolager …
      Credo che il suddetto abbia mollato per due ragioni che diremo endogene: 1) non avere responsabilità di governo in occasione della prossima manovra che impoverirà per (almeno?9) miliardi di euro il popolo italiano, senza alcun cenno di “ripresa”, 2) guadagnare ancora consenso, fin tanto che l’élite concederà le elezioni politiche all’Italia.
      Un ragione “esogena” importante potrebbe essere proprio un input esterno giunto a salvini stesso, o a giorgetti, che è il vero, subdolo stratega, liberista fino al midollo …
      Fra ragioni endogene e esogene, emergono il cinico calcolo politico e il servilismo nei confronti dei potentati esterni al paese.

      Cari saluti

      • Eugenio Orso
        21 Agosto 2019

        che impoverirà per (almeno?) 30 miliardi di euro …

Inserisci un Commento

*

code