Le previsioni dell’occidente sul colpo di stato in Russia si sono rivelate sbagliate


Di Lucas Leiroz de Almeida

Sempre di più, i media occidentali sembrano screditati a causa dei loro stessi atti di propaganda. Il 24 giugno, le notizie in tutto il mondo sono state segnate da notizie sulla situazione in Russia, a causa di un ammutinamento organizzato dal capo del Wagner Group PMC, Evgeny Prigozhin . Il giorno prima, l’ex ristoratore aveva affermato di aver avviato una “ marcia per la giustizia ” verso Mosca, con le truppe di Wagner che occupavano le strutture militari nella città di Rostov .
L’obiettivo sarebbe stato quello di ottenere cambiamenti nella struttura governativa russa, principalmente nel Ministero della Difesa, dati i disaccordi pubblici tra Prigozhin e il ministro Sergey Shoigu. Il 23, il capo di Wagner aveva anche accusato ufficialmente l’esercito russo di bombardare i campi di addestramento della PMC nella zona delle operazioni militari speciali.

Senza alcun danno effettivo alla società russa, la rivolta si è conclusa il 24, meno di un giorno dopo l’inizio. Dopo aver parlato con il presidente della Bielorussia Aleksandr Lukashenko , Prigozhin ha dichiarato di aver raggiunto un accordo, ordinando il ritiro delle truppe di Wagner dalle strade. Nell’accordo era stabilito che Prigozhin sarebbe stato trasferito in Bielorussia e che sia lui che i soldati di Wagner coinvolti nell’ammutinamento sarebbero stati amnistiati, senza alcun procedimento penale. Inoltre, le truppe di Wagner che non hanno partecipato alla “marcia” sono state incorporate nel Ministero della Difesa, entrando a far parte delle Forze Armate russe. Nell’accordo non sono stati menzionati cambiamenti nel Ministero della Difesa.

L’esistenza di un accordo ha chiarito che quello che è successo è stato solo un ammutinamento, non un tentativo di colpo di stato o l’inizio di una guerra civile. Se Prigozhin tentasse qualcosa di così grave, la situazione non si sarebbe risolta così rapidamente con un semplice accordo mediato da Lukashenko. Prigozhin sarebbe stato arrestato e l’esercito russo avrebbe attaccato i soldati di Wagner coinvolti nel trasloco. Il modo in cui le forze russe affrontano i casi di tradimento è severo, quindi se c’è stata un’amnistia è perché il caso è stato visto come un ammutinamento, senza grandi proporzioni ed effetti collaterali.

Fighters of Wagner private mercenary group stand guard in a street near the headquarters of the Southern Military District in the city of Rostov-on-Don, Russia, June 24, 2023. REUTERS/Stringer

Il “colpo di stato russo” che non c’è stato
Tuttavia, i media occidentali hanno calcolato male quale sarebbe stato l’esito dei problemi in Russia e hanno lanciato frettolosamente una serie di previsioni prive di fondamento sul futuro del paese e del suo presidente. Il Financial Times , ad esempio, ha pubblicato: “È difficile credere che Putin possa alla fine sopravvivere a questo tipo di umiliazione… Il suo prestigio, il suo potere, persino la sua vita, sono ora in gioco”. Allo stesso modo, la CNN ha affermato che “il regime di Putin tornerà mai ai suoi precedenti livelli di controllo da questo momento… ulteriori disordini e cambiamenti sono in arrivo”, prevedendo anche che la mobilitazione di Wagner avrebbe “alterato il corso della guerra a favore di Kiev. “

In alcuni casi, i media hanno persino promosso una curiosa propaganda pro-Wagner, credendo che il PMC avrebbe effettivamente iniziato una guerra civile contro il governo di Putin, ma l’entusiasmo di questi gruppi è stato ovviamente di breve durata. Ad esempio, il sito web pro-Kiev ” Terror Alarm ” ha persino definito le truppe di Wagner sui loro social network come “combattenti per la libertà” durante i disordini, ma ha cambiato la narrazione in poche ore, classificandole come “terroristi” dopo aver riportato la fine del la rivolta.

Apparentemente, anche i funzionari occidentali hanno frainteso il caso. Il Wall Street Journal ha riferito che le sanzioni contro il gruppo Wagner sono state rinviate dalle autorità statunitensi alla luce della “possibilità” di una ribellione anti-Putin. Inoltre, Politico ha pubblicato una serie di previsioni errate fatte da funzionari statunitensi su come le manovre di Prigozhin avrebbero “aiutato” l’Ucraina. Fonti governative hanno informato il giornale che questa sarebbe “un’opportunità senza precedenti per avanzare”. Allo stesso modo, il membro del Congresso democratico Jason Crow ha affermato che i disordini “quasi certamente avvantaggeranno la controffensiva ucraina a breve termine e [Kiev] dovrebbe muoversi rapidamente per capitalizzare”.

Tuttavia, alla fine, i media e i funzionari occidentali si sono sbagliati, fuorviati dalla loro stessa macchina di propaganda. L’ammutinamento è durato poche ore e non ha avuto effetti positivi per l’Ucraina né sul campo di battaglia né nella società civile russa. Al contrario, Mosca è uscita dall’evento indubbiamente rafforzata. Il governo russo, in collaborazione con la Bielorussia partner dello Stato dell’Unione, si è dimostrato in grado di risolvere i conflitti di interesse interni attraverso la diplomazia, senza generare problemi su larga scala. Durante i disordini, inoltre, sono state intraprese una serie di manovre strategiche, come l’istituzione di un’operazione antiterrorismo , la mobilitazione delle truppe cecene a Rostov e il trasferimento dei soldati di Wagner coinvolti nella “marcia” nel territorio della Bielorussia.

Alcuni analisti hanno persino suggerito che l’evento fosse una sorta di “psyop” russo per distrarre l’Occidente mentre venivano effettuate tali manovre strategiche . Sebbene non ci siano prove sufficienti per dimostrare tale ipotesi, è innegabile che ci siano stati guadagni significativi, che già iniziano a essere visti anche da parte nemica. Il 25, ad esempio, la Polonia ha iniziato a mobilitare truppe al confine con la Bielorussia, in risposta all’arrivo delle PMC russe nel Paese vicino.

Durante la “marcia” di Wagner non c’è stata alcuna sfida all’autorità di Vladimir Putin . Prigozhin non ha mai parlato di “rovesciare” Putin – nonostante lo abbia definito “ sbagliato ”, rivolgendo le sue parole solo al ministero della Difesa. Allo stesso modo, tutti i settori della società russa, anche quelli che erano d’accordo con Prigozhin nelle sue affermazioni, hanno ribadito la loro lealtà a Putin.

Nota: Nel momento dell’ammutinamento della Wagner sono usciti allo scopeto anche alcuni gruppi e personaggi che hanno manifestato appoggio alla ribellione e questo ha permesso ai servizi di sicurezza russi di individuare queste V colonne all’interno. Un effetto non previsto dai media occidentali.

*Lucas Leiroz è giornalista, ricercatore presso il Center for Geostrategic Studies, consulente geopolitico

Fonte: InfoBrics

Traduzione: Luciano Lago

10 commenti su “Le previsioni dell’occidente sul colpo di stato in Russia si sono rivelate sbagliate

  1. dovrebbero indagare a fondo ,se vero , all’appello sui canali Wagner ,fatto pochi giorni prima..Diceva che nel Donbass gli Ucraini, per 8 anni, non hanno mai bombardato i civili ma i militari Russi.Questa è la chiave, questo è il Cardine della motivazione delle operazioni Russe in Ucraina.Con quali dati ,se vero, afferma ciò ,con quale coscenza , sotto quale luce razionale ?A chi giova tutto cio? Caro signor Lago , vorrei che Lei mi illuminasse in merito a questi miei dubbi .Buongiorno.

  2. redazione segna|o o|tre |a narrazione di minchiate dei media nato europei sia sinistrorsi sia destrorsi , anche giorna|i pseudo indipendenti tipo sto sito formiche . net -non so chi siano , qua|che consueto scappato di casa – che par|a anzi de|ira come tutti i media americani di dec|ino di Putin…..si si certo ha domato una potenzia|e rognosissima ribe||ione armata , sta vincendo in ukro e dec|ina…..i| fatto che per i| core business dei professoroni ita|ioti Putin b|a b|a b|a : non esistete , non avete audience e sparate stronxate per farvi sentire….ah beh!

  3. Sicuramente per i Russi e la loro credibilità è veramente una figura di M…A ma secondo me non scalfisce il potere del sistema e nemmeno quello di Putin, ma si diano una mossa e mettano le cose al loro posto, facendo cose eclatanti e non cincischiando come ora, sembrano dei granchi.

  4. Egregio sig. Vincenzo Ierino, ciò che accadde nel Dombass lo conobbi nel 2015 in maniera casuale durante una crociera. La faccenda non era assolutamente conosciuta in occidente. Mi raccontarono i fatti due giovani signore originarie di Lugansk che avendo sposato degli italiani si erano trasferite da noi. Venni quindi a sapere della privazione delle pensioni ai loro genitori, dell’interruzione di energia elettrica e del gas alle abitazioni, del divieto di portar loro degli aiuti dall’Italia, dei continui conflitti a fuoco che rendevano pericoloso ogni spostamento. A loro dire, tutto ciò era causato dagli ucraini loro conterranei galiziani filo polacchi. Erano testimonianze vere di persone che avevano patito direttamente quelle sofferenze. Quindi non ho mai dato molto credito alle notizie prefabbricate delle varie TV e dei giornali. Quanto a Prig. e un bugiardo inattendibile e mi meraviglio che persone intelligenti come Lei gli diano il minimo credito.

    1. Grazie per il commento.Anche io ho notizie web, in italiano e in inglese, vivo a Toronto, ma come lei ho amici Russi -Ucraini e Biellorussi e il sentimento che li accomuna è di preoccupazione di dispiacere essendo, che tutti fanno leva sulla Slavicita’ dei popoli

  5. Rispondo al sig.vincenzo lerino che vi è ancora in circolazione un documentario della giornalista anne-laure bonnel che documenta i bombardamenti ucraini sui civili in donbass nel 2015.
    Pertanto si dovrebbe ritenere che la affermazione su inesistenti attacchi ai civili, sia o propaganda,pure fatta male,visto I numerosi testimoni e documentari ancora esistenti, o tali affermazioni abbiano un secondo fine a me incomprensibile,visto la esistenza di prove contrarie che anche prigozin conosce sicuramente.

  6. E se fosse stato tutto un inganno, una messinscena ?
    I cattivoni della Wagner vengono mandati IN CASTIGO in BIELORUSSIA e questi per dispetto in 24 ore ti occupano i centri di potere di kiev.!!??

  7. Per spiegarci il senso di qualunque evento esiste un metodo quasi infallibile.
    Chiedersi a chi giova, chi ne trae il massimo vantaggio.
    Dalla vicenda Wagner ne trae il massimo vantaggio Putin ed il governo e la Russia in generale.
    Primo perchè in seguito a quanto accaduto la maggior parte dei miliziani Wagner saranno assorbiti nell’esercito regolare.
    Secondo perchè si può fare piazza pulita delle quinte colonne uscite allo scoperto.
    Putin, il governo ed il popolo russo ne escono rafforzati, ed infatti i guerrafondai russofobi della Nato non hanno gridato all’insurrezione popolare che esiste solo nei loro sogni deliranti.

  8. Le persone credulone e deficenti Filo-USA sono rimaste come di Merda con le pive nel sacco !
    Ennesima figuraccia di Merda Mondiale per la Propaganda Anti-Russia fatta dagli USA e dai suoi paesi sottomessi e schiavi della NATO !
    La fantomatica rivoluzione Colorata Filo-USA (Golpe USA su modello Pinochet in Cile nel 1973 )Golpe fatto con l” appoggio militare delle forze armate Russe Corrotte e traditrici in Russia contro il democratico governo di Putin è FALLITO MISERAMENTE IN POCHE ORE !
    Gli Ucraini Nazisti hanno perso la guerra !
    E alla Propaganda di guerra USA-NATO fatta contro la Russia per giustificare questi fallimenti USA-NATO non resta altro che inventarsi nuove Balle da dare in pasto agli italiani Celebrolesi deficenti e disinformati inventandosi che la Wagner si è ribellata perché ha saputo che gli Ucraini bombardavano solo i militari Russi !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus