Le potenze della NATO sono in una corsa “frenetica” per escogitare un accordo con l’Ucraina : Politico

Secondo quanto riferito, Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Germania stanno cercando di finalizzare un compromesso sulla sicurezza con Kiev in vista del vertice di Vilnius del blocco atlantico.
Secondo quanto riferito, Washington si sta affrettando a completare un accordo con i suoi più potenti partner della NATO, Regno Unito, Germania e Francia, su una serie di garanzie di sicurezza per l’Ucraina in modo che l’accordo possa essere presentato all’intero blocco quando l’alleanza militare occidentale si incontrerà per un vertice . questa settimana a Vilnius.

I mediatori del potere del gruppo hanno tenuto negoziati “frenetici dell’ultimo minuto” per finalizzare il loro accordo su una dichiarazione di sicurezza per Kiev, ha riferito domenica Politico, citando quattro funzionari anonimi che hanno familiarità con i colloqui. La dichiarazione creerebbe un “ombrello” per tutti i paesi disposti a fornire aiuti militari all’Ucraina, sebbene i dettagli degli impegni di sicurezza possano variare da nazione a nazione.

Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Germania hanno discusso la questione con i leader ucraini per settimane e hanno “contattato” altri alleati all’interno della NATO, dell’UE e del G7, ha affermato Politico. I quattro governi mirano a svelare il loro accordo quadro al vertice nella speranza che altri membri si uniscano a loro nelle promesse di sicurezza. L’evento di due giorni dovrebbe iniziare martedì.

Il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha fatto pressioni sulla NATO per accelerare la richiesta del suo paese di aderire all’alleanza, ma diversi membri del blocco hanno affermato che Kiev non può essere ammessa almeno fino alla fine del conflitto con la Russia. Secondo quanto riferito, i funzionari tedeschi sono riluttanti a dare garanzie all’Ucraina sulla sua futura adesione, date le preoccupazioni che una tale mossa possa innescare un conflitto diretto con la Russia.

Piuttosto che impegnarsi per l’adesione alla NATO, Washington è disposta a fornire all’Ucraina garanzie di sicurezza simili a quelle che offre a Israele, ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden alla CNN in una recente intervista.

Lo staff di Biden e il primo ministro britannico Rishi Sunak cercheranno di “elaborare i dettagli dell’ultimo minuto” in una riunione lunedì a Londra, ha detto Politico. Gli alleati possono sostanzialmente promettere di continuare a fornire gran parte degli aiuti che hanno fornito all’Ucraina da quando la Russia ha iniziato la sua offensiva contro Kiev nel febbraio 2022.

Fondamentalmente è una garanzia per l’Ucraina che per molto tempo equipaggeremo le sue forze armate, le finanzieremo, le consiglieremo, le addestreremo come deterrente. contro ogni futura aggressione”, ha detto un alto diplomatico della NATO.

I legislatori statunitensi hanno litigato negli ultimi giorni sulle prospettive dell’Ucraina nella NATO. Diversi membri repubblicani della Camera e del Senato degli Stati Uniti hanno sostenuto che consentire all’Ucraina di aderire all’alleanza renderebbe gli americani meno sicuri perché potrebbe scatenare un conflitto catastrofico con la Russia.

Nota: Alcuni senatori USA temono che il conflitto in Ucraina possa portare ad una guerra diretta con la Russia e sono consapevoli che le armi nucleari ipersoniche di cui dispone a Russia hanno un enorme potere distruttivo che annienterebbe interi stati degli Stati Uniti. Questo ha un potere dissuativo nell’ andare oltre nella escalation del conflitto, mentre i più fanatici neocon, come la Victoria Nuland, come il senatore Linsey Grahm ed altri, sostengono a neccessità di neutralizzare la minaccia russa con un attacco preventivo. Non è chiaro quale delle fazioni presenti nello staff dell’Amministrazione Biden riuscirà a prevalere.

Fonte: New Front – Politico

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

6 commenti su “Le potenze della NATO sono in una corsa “frenetica” per escogitare un accordo con l’Ucraina : Politico

  1. A vedere cosa decidono viene da pensare che a dirigere l’ UE ci devono essere dei folli. Se non si è ancora capito UE e NATO sono destinati a gravissime crisi. E tutto perchè alcuni hanno deciso di tagliare i ponti con la Russia. Chi darà alla Germania il gas a buon mercato per i manufatti da esportare? Dopo la Germania l’ italia…

  2. in un conflitto nucleare chi parte prima ha un enorme vantaggio, QUESTO PREOCCUPA, ma altra fonte di preoccupazione, lo rappresenta il fatto che chi intende aprire il conflitto nucleare, certamente non avverte prima.

  3. Erdogan si crede furbo lo hanno fregato e loro hanno Realizzato il progetto confine con la russia dalla Finlandia al mar nero più il controllo dell’articolo. E poi si mangeranno la Cina e l’asia il controllo del mondo mi dispiace è finita male.

  4. La Russia deve bloccare tutti i porti Ucraini affinché i paesi USA-UK-UE-NATO non possano più rubare il grano Ucraino !
    Bloccando il FURTO ( l” esportazione ) del grano Ucraino USA-UK-UE-NATO non possono più bombardare le centrali atomiche Russe poiché morirebbero di fame !

  5. I tempi per i neocons estremisti alla Nuland sono stretti, l’economia americana deindustrializzata e finanziarizzata si sta afflosciando, le statistiche truccate del gabinetto Biden non raccontano dell’iperinflazione, del debito pubblico fuori controllo, della gigantesca area di non occupati dai 16 ai 64 anni che superano i 100 milioni di persone le quali costituiscono il bacino per l’enorme epidemia di tossicodipendenza che ne fa il paese con il maggior numero di tossicodipendenti al mondo, insomma un paese distrutto guidato da un piccolo gruppo di pazzi fanatici e millenaristi analfabeti, i quali vogliono una guerra etnica di annientamento contro gli slavi ortodossi.
    Quindi forse attaccheranno a breve la Russia direttamente dagli stati baltici, oppure in Bielorussia, il mezzo tradimento in corso della Turchia nei confronti della Russia non la aiuta, forse sarebbe il caso che la Cina si impegni finalmente in modo diretto inviando truppe in Ucraina, oppure facendole inviare da parte della Corea del Nord, la quale già pare abbia partecipato al conflitto siriano con le sue truppe speciali mentre la Russia ci metteva l’aviazione.
    Insomma gli USA sono nella fase terminale del loro declino e per i neocons russofobi la speranza di distruggere gli slavi nonchè la Chiesa Ortodossa è sempre più flebile.

    1. gli USA meriterebbero quello che scrivi, ma dai ”IL SISTEMA PIU’ POTENTE DEL MONDO CHE VERSA IN QUELLE CONDIZIONI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus