Le oligarchie globaliste di Bruxelles ci chiedono “Più Europa” per meglio affossare i popoli

di Luciano Lago

Come sappiamo, tra breve avremo le Elezioni per il Parlamento europeo il prossimo 26 di Maggio. Queste elezioni sono sicuramente importanti, forse più di quanto pensiamo, visto che una buona parte delle decisioni che riguardano la nostra vita di tutti i giorni (per un 80% circa ) già non si prendono in Italia ma sono decise a Bruxelles.

Nonostante tale realtà, come abitualmente succede, siamo sommersi dalle bugie e dalla frode, questo perchè le oligarchie globaliste che comandano in Europa, ci vogliono far credere che viviamo tutti in un sistema “democratico” quando in realtà sono sempre loro, le elite, quelle che stabiliscono i meccanismi di controllo dei popoli che loro dicono di rappresentare.
Nel caso della UE, la truffa consiste nel fatto che il Parlamento Europeo gode di un limitato potere reale e sono piuttosto altri oprganismi, non elettivi, come il Consiglio d’Europa e la Commissione Europea, quelli che prendono la maggior parte delle decisioni fondamentali senza dover rendere conto ad alcuno.
L’Unione Europea è stata un progetto elitario fin dalla sua fondazione. L’Unione Europea fu costituita per volontà di una Elite di potere collegata con gli Stati Uniti che decisero di trasformare l’assetto dell’Europa, che avevano assoggettato dopo il 1945 trasformando il vecchio continente in un protettorato politico e militare, creando poi l’Unione Europea e la NATO ( creata in precedenza) per meglio averne il controllo in un sistema integrato.
Per arrivare a questo fine, l’elite di potere anglo USA, attraverso la massoneria, si incaricò di contrattare alcuni influenti politici europei filo americani, in modo che svolgessero il lavoro per soddisfare gli interessi del gruppo di potere dominante negli USA e nei circoli della elite, non certo gli interessi dei popoli europei.
Da allora molto è cambiato sia nello scenario europeo che in quello internazionale. Sulle tracce dei vecchi accordi del MEC si è sviluppata l’attuale Unione Europea sulla base di trattati come quello di Mastricht (1992), seguito poi da quello di Lisbona e da altri trattati che hanno determinato la cessione delle sovranità degli Stati nazionali alle Istituzioni europee per molti dei più importanti settori della sfera pubblica.
Tramite questi trattati e nella gestione effettiva è sorto di fatto un potere franco tedesco che non sempre obbedisce alle direttive che arrivano da Washington e che priva di capacità decisionale il resto dei paesi europei, in particolare quelli del sud Europa. La UE ha finito per mostrare il suo vero volto, in specie quando ha obbligato alle politiche di austerità i paesi più deboli dell’Unione, chiamandoli sprezzantemente i paesi del “Club Med”.

Moscovici con Soros

La UE ha dimostrato di essere una struttura tecno burocratica che priva i paesi aderenti della possibilità di decidere nell’interesse dei propri cittadini e si occupa di favorire gli interessi delle grandi corporazioni e dei potentati finanziari. Si può ingannare per un certo periodo la gente ma alla fine la vera natura di una struttura oligarchiaca viene fuori e questo lo hanno ormai notato in molti nei paesi europei che giustamente si sono trovati disaffezionati e delusi dal progetto della UE che inizialmente aveva trovato adesioni entusiaste in molti ingenui cittadini.
Il “bubbone” della UE è scoppiato in particolare quando questo organismo ha preteso di dettare le regole in tema di migrazioni, favorendo l’invasione in Europa di masse di stranieri provenienti da altre culture che sono difficilmente assimilabili con la cultura europea. Il tutto nell’ambito di un progetto di sostituzione etnica e di omologazione delle popolazioni europeee che parte da lontano e serve palesemente gli interessi delle oligarchie globaliste.

Ancora peggio quando le centrali della UE hanno cercato di imporre la loro ideologia in sostituzione dei valori etici tradizionali rimpiazzati con quelli alla base della ideologia massonica, basata su indifferenza di genere, omosessualismo, aborto liberalizzato, educazione LGBT, nozze omosessuali, l’adozioni gay, l’eutanasia, l’eugenetica ed altri concetti in contrasto con la cultura dei paesi a tradizione cristiana. Questo ha suscitato la rivolta ed il rifiuto di buona parte dell’opinione pubblica e di interi paesi come la Polonia, l’Ungheria ed altri paesi tradizionalisti.
Come se questo non bastasse, pur di seguire in modo servile la politica atlantista soggetta agli anglo-USA l’Unione Europea ha portato avanti un politica antirussa, di ostilità e di sanzioni contro la Federazione Russa, che dovrebbe essere invece l’alleato naturale dell’Europa.
La politica della UE sta distruggendo le radici cristiane del continente e sta portando avanti, attraverso l’euro e la BCE, una politica di indebitamento massiccio nella maggior parte dei paesi europei.
Tutto questo ha permesso che personaggi come George Soros e la Banca Goldman Sachs si siano trasformati negli autentici governatori ombra dietro le quinte delle Istituzioni europee, come confermato dagli stretti collegamenti degli oligarchi europei con questi personaggi e istituzioni.
La UE si rifiuta di proteggere gli interessi degli agricoltori e dei produttori del sud Europa, di fronte alla concorrenza di paesi esterni con bassi costi di mano d’opera e permette lo sfruttamento del lavoro per consentire l’abbassamento dei salari e la precarietà del lavoro. La UE ha appoggiato e sostenuto le migrazioni per indebolire gli stati nazionali a beneficio di Bruxelles e delle Istituzioni transnazionali e sta utilizzando paesi come l’Italia, la Grecia e la Spagna come un campo di sperimentazione delle sue tecniche di controllo sociale.

Protesta contro il Dominio delle Banche in Europa


Di fronte allo scontento ed all’impoverimento delle masse dei cittadini, gli oligarchi dell’Europa offrono in Italia, come slogan, “Più Europa” per dare maggiore potere e competenze ai tecnoburocrati di Bruxelles e Francoforte. Il maggiore potere alla UE serve per procedere nel tagliare la spesa pubblica nella sanità, nell’istruzione, nella cultura, nella sicurezza, nel risanamento del territorio e nelle infrastrutture e per ridurre le pensioni. Con il suo modello di economia di mercato la UE ci chiede di competere con i salari di paesi dove lo stipendio mensile lordo non supera 400 euro, di accettare una crescente precarietà del lavoro e dei tempi di vita attraverso le liberalizzazioni, privatizzazioni dei servizi pobblici, di rinunciare a qualsiasi forma di controllo pubblico sull’economia, dalle grandi reti infrastrutturali ai servizi pubblici locali. Ovvero l’Europa e i suoi apologeti ci chiedono tutto quello che i Governi degli ultimi 30 anni hanno scrupolosamente realizzato: sia quelli del centrosinistra, sia quelli del centrodestra, oggi addirittura il governo che parte da una piattaforma pseudo populista, ma che, grazie al cambio di passo di Di Maio e soci, si è messo nella stessa direzione, di ottemperare alle regole (il vincolo del 3% ), quelle dell’austerità che ha portato in Italia e in Europa a una crisi che in tempi di pace non si vedeva da quasi un secolo.

David Rockefeller :frase famosa

Il progetto dell’Unione Europea promosso dalle centrali mondialiste si rivela ormai per quello che è: un formidabile strumento di sottomissione degli stati, dei popoli e delle classi lavoratrici al dominio di una elite finanziaria globalista che opera per cancellare i diritti sociali, le aspirazioni nazionali, le culture nazionali in vista della realizzazione di un nuovo Ordine Mondiale.

N.B. A tal proposito è interessante riportare la dichiarazione fatta da Vladimir Putin ad un gruppo di turisti europei nel 2017, parlando in modo informale:

“Il Nuovo Ordine Mondiale ha collocato nidi di vipere nei vostri paesi”, ha detto Putin ad un gruppo di turisti venuti in visita al Cremlino. “E adesso le stanno aizzando”.
Con la Francia in stato di emergenza, il Regno Unito sotto legge marziale e con migliaia di militari che pattugliano le strade, la Germania e la Svezia che subiscono un collasso della legge e dell’ordine in riferimento alle masse di migranti entrati in quei paesi, è difficile mettere in questione quello che ha detto Putin.

7 Commenti

  • Manente
    20 Maggio 2019

    Il 26 maggio i cittadini italiani ed europei hanno l’opportunità per mettere fine al progetto criminale delle lobby massonico-mondialiste di riduzione in schiavitù dell’intero continente ed il dovere assoluto di ogni cittadino consapevole è quello di dare la massima forza possibile ai partiti sovranisti come Lega e FdI. Che i Santi protettori dell’Italia intercedano per noi come avvenne a Lepanto dove la “Lega Santa” voluta dal Papa Pio V unì le migliori forze della Repubblica di Venezia, del Regno di Napoli, del Regno di Sicilia, dello Stato Pontificio, della Repubblica di Genova, dei Cavalieri di Malta, del Ducato di Savoia, del Granducato di Toscana, del Ducato di Urbino, della Repubblica di Lucca, del Ducato di Ferrara e del Ducato di Mantova. sotto il vessillo della Croce !!! Il nobile gesto di Salvini davanti al Duomo di Milano di baciare il Santo Rosario ed affidarsi al Cuore Immacolato di Maria, non può non richiamare alla mente la battaglia di Lepanto ed significato che ebbe per la libertà dell’Italia e dell’Europa !!!

  • amadeus
    20 Maggio 2019

    Il problema in parte é Bruxelles, ma il problema più grosso sono gli stessi italiani pecoroni e traditori, i primi perché non hanno idea di cosa e chi votare, anche perché mancano gente degna di rappresentare l’Italia i secondi sono pendagli da codice militare che hanno venduto i beni e la libertà del popolo agli stranieri, la sovranità e i beni essenziali degli italiani, senza il tradimento di questi “galantuomini” che purtroppo sono ancora tra noi e che continuano a operare come se nulla fosse accaduto, meglio vivere da uomini liberi che in questo letamaio da cui non si vede uscita.

  • kaius
    20 Maggio 2019

    Sinceramente non vedo per quale motivo Dio debba aiutare popoli che hanno bene accettato infanticidio,parafilie,transgenderismo,apostasia e chi piu’ ne ha piu’ ne metta.
    Io piu’ che un buon risultato alle elezioni europee ,mi aspetterei una prossima Sodoma e Gomorra.

    • Silvia
      21 Maggio 2019

      Ma non e’ detto che questo cose siano state accettate dalla maggioranza. In Europa non c’e’ vera democrazia.

  • Max Dewa
    20 Maggio 2019

    Per me ci vogliono I Fascisti Per dare una lezione asuon di legnate ai Sionistronzi come ci fu esattamente un secolo fa Nel20-21 ,con I Fascisti che legnavano le zecche rosse ,nulla E’ cambiato da allora ” il diritto Sta nella forza ” legge basilare se si vuole cambiare I pareri anche dei piu ritrosi padroni o politici di Turno ,ormai ci Invadono Tutti , selvaggi invasori senza scrupoli fanno a gara con I politici x chi ci umilia Di piu

  • Eugenio Orso
    21 Maggio 2019

    Io chiederei “Più forche in Europa” per questi bastardi e i loro tirapiedi.

    Cari saluti

  • Gabriele Tavelli
    21 Maggio 2019

    Ringraziamo i politicanti italiani che hanno svenduto e tradito il loro popolo a questi invertebrati sanguisughe stomachevoli esseri che fanno schifo solo a guardarli. MERDE!!

Inserisci un Commento

*

code