Le manovre della NATO a marzo – le più grandi da un quarto di secolo

Di Oliver Ikodinovic

La NATO è una risposta alla “minaccia russa” secondo la mitica narrazione occidentale, mentre in realtà è l’Alleanza ad essere un veemente aggressore, secondo la relazione parlamentare fatta dall’esponente tedesco Alexander Noy.

A sostegno di questa tesi, va’ ricordato che a marzo, e membri dell’Alleanza si sono registrati per le grandi manovre “Protector of Europe 2020″, la più grande esercitazione militare degli ultimi 25 anni.
Durante gli esercizi del Protector of Europe 2020, le forze NATO si alleneranno per l’offensiva in caso di guerra con la Russia.
Esperti russi avvertono che, durante questi esercizi militari, l’esercito della NATO non solo metterà alla prova le sue capacità, ma raccoglierà anche informazioni sulle armi russe e sulle capacità dei sistemi di sicurezza al suo confine.
Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha recentemente annunciato che la presenza militare degli Stati Uniti in Europa ha raggiunto un record registrato del secolo e ha dichiarato che l’America dispiegherà 20.000 truppe in Europa per partecipare alle esercitazioni del Protettore dell’El. Un totale di 37.000 truppe dei vari paesi parteciperanno a queste manovre (di cui circa la metà sono truppe USA).

Russia: le esercitazioni militari della NATO in Europa non hanno nulla a che fare con la situazione della sicurezza


“Gli Stati Uniti hanno ottenuto un addestramento permanente per le loro truppe in Europa dal continente americano. Hanno un problema con questo perché non hanno abbastanza mezzi di trasporto e logistica per spostare rapidamente le loro truppe da una parte del mondo a un’altra in caso di conflitto. Invidiano la Russia, che ha imparato a spostare le sue truppe da un confine all’altro. In preparazione alle esercitazioni militari, la Russia ha dispiegato ben 150.000 truppe in un mese e ci sono voluti quasi sei mesi durante la guerra del Golfo nel 2003 per schierare truppe per l’aggressione contro l’Iraq “, ha detto l’esperto militare russo Viktor Litovkin.
Esperti russi affermano che la NATO condurrà la ricognizione in queste esercitazioni e aggiungerà gli ordini per tutti i mezzi di interferenza elettronica.
Gli esperti sottolineano inoltre che la Russia sarà intenta a monitorare tutte le azioni militari durante le esercitazioni che si svolgeranno in 10 paesi in Europa, Germania, Polonia, Paesi baltici e la Georgia come invitata. Come spiegato, la Russia monitorerà le manovre della NATO – includendo le stazioni radar che trasmettono frequenze diverse e ci si aspetta di avere le incursioni di risposta di aerei russi.

Stoltenberg: sarà numero record di truppe statunitensi in Europa
“Parlano di una minaccia – ed è presumibilmente un’aggressione russa, una minaccia russa. Da un lungo periodo si utilizza una frase ben nota usata e abusata dagli americani e dalla NATO molto prima degli eventi in Crimea a cui sono oggi riferiti. La Russia non ha attaccato nessuno per decenni mentre gli Stati Uniti e la NATO hanno fatto varie guerre: in Iraq, due guerre in Afghanistan, in Libia, in Jugoslavia, hanno occupato parte della Siria e hanno cercato di rovesciare un governo legittimo con l’aiuto di terroristi. utilizzano e provano ad accusare la Russia di quello che vogliono fare loro stessi “, ha detto Litovkin.
La NATO ha rotto la sua promessa
I parlamentari del gruppo Alexander Alexander Noy sottolineano che la NATO ha infranto la promessa fatta all’URSS e stanno espandendo l’alleanza verso l’est, avvicinandosi e confini della Russia. Come osserva, l’URSS si è lasciata ingannare, perché non ha insistito per firmare un accordo sul fatto che la NATO non doveva espandersi oltre la Germania se fosse rimasta questa nella NATO dopo l’unificazione di quel paese. Alexander Noy considera la ricerca di un errore imperdonabile quello commesso dalla leadership sovietica e ai tempi di Mikhail Gorbachev.
In questo modo, sottolinea Noy, l’era della NATO guidata dal principio della “porta aperta” già nel 1999, espandendosi costantemente, in un processo che non si è fermato neppure fino ad ora.
Il politologo russo Dmitry Zhuravlyov ritiene che l’interesse di un racconto accordo ostacolerebbe gli aggiornamenti dei piani della NATO, ma questo documento non impedirà alla NATO di espandersi in Oriente.
“Oggi gli americani possono dire che la promessa è stata fatta da James Baker, allora segretario di stato, e lasciamo che si rivolgano a lui. Dopo tutto, quell’alleanza militare, qualunque cosa accada, è decisa ad espandersi”, ha detto Sputnik Zhuravlyov.

Truppe USA nei paesi del Baltico

La NATO invade la Russia
Viktor Litovkin ha stigmatizzato il fatto che la NATO che ha infranto la promessa data da Mikhail Gorbachev, ma gli americani per primi lo hanno fatto.
“James Baker promise a un Gorbaciov credulone, a cui era stato venduto che la NATO non avrebbe mai attraversato il fiume Oder. Vedi la condotta degli americani che non hanno mai adempiuto alla promessa. L’ intensificazione delle provocazioni è stata non dico della NATO, ma direttamente degli Stati Uniti, perché la NATO e solo uno strumento nelle mani di Washington. La NATO non può far nulla senza gli Stati Uniti perché tutte le azioni dell’Alleanza sono condizionate dalla politica americana “, dice Litovkin a Sputnik.
L’esperto sottolinea che la NATO si avvicina ai confini della Federazione Russa e fornisce sostegno alle sue infrastrutture militari rappresentando un pericolo per il paese, ma Mosca ha una risposta a qualsiasi minaccia.
“Gli Stati Uniti continuano a condurre un’operazione di accerchiamento utilizzando la NATO e stanno cercando di avvicinare sempre di più le loro truppe a confini russi per lanciare il loro primo attacco sul territorio russo. Per l’Europa, uno scenario del genere è molto brutto , perché Mosca reagirebbe sicuramente in caso di un’aggressione contro la Russia, e questa reazione sarebbe molto efficace “, afferma Litovkin.
Litovkin ricorda che, nella dottrina militare russa, si afferma che uno stato che possiede armi nucleari e invade la Russia, fornisce alla Russia il diritto di usare armi nucleari per la propria difesa.

https://rs-lat.sputniknews.com/svet/202002011121631391-manevar-nato-a-u-martu–najveci-posle-cetvrt-veka/?ref=fbsputnik&fbclid=IwAR2WGw4KxdrevdNV9eAkRfaLZ7tPqkX0jnG2s7G5HIk7hQxTPhSi7ZPpN4c

Fonte: Sputnik Serbian

Traduzione: Biljana Stojanovic

8 Commenti

  • Anonimo
    2 Febbraio 2020

    La Nato sta forse pensando alla Serbia e all’eventuale reazione Russa?

  • Idea3online
    2 Febbraio 2020

    Ma avete visto che Pompeo si è recato in Bielorussia? La NATO dopo l’Ucraina promette alla Bielorussia la Democrazia. Che gli USA non generino invidia tra Ucraina e Bielorussia per diverso trattamento, se l’Ucraina percepisce che gli USA sono magnanimi con la Bielorussia ecco che l’Ucraina si avvicina alla Russia, gli USA se dovessero applicare lo stesso trattamento distruttivo alla Bielorussia ecco che la Bielorussia si farà fagocitare dalla Russia. Qualsiasi mossa faranno gli USA, la Russia guadagnerà, è il solito gioco a somma zero.

  • Anonimo
    2 Febbraio 2020

    Secondo la mia modesta conoscenza di strategie militari , la Bielorussia è una mina anale confezionata da Putin per la per gli spaventapasseri della NATO

  • eusebio
    2 Febbraio 2020

    Putin puntava all’annessione della Bielorussia e l’ha messa alle strette, il gas americano costa l’iradiddio e senza l’appoggio russo l’economia bielorussa è defunta.
    Pompeo vagherà pure per l’Asia centrale, onde molestare il cortile russo, ma ci ricaverà solo dei vaffa, questi paesi sono legati a filo doppio a Russia e Cina e gli USA in bancarotta a questi paesi possono portare solo la catastrofe che hanno portato all’Ucraina.

  • FITIONARY
    3 Febbraio 2020

    Questi pazzi psicopatici USA ci stanno portando verso una catastrofe globale,la sterminazione degli esseri umani.
    Preghiamo solo DIO che questi pazzi non facciano partire testate nucleari perchè sara’ la fine dell’Europa e FINIREMO TUTTI ARROSTO

    Se gli USA faranno scattare la scintilla ,RUSSIA, CINA ,INDIA,IRAN,PAKISTAN, saranno alleati per rispondere agli attacchi USA e sara’ LA TERZA GUERRA MONDIALE.

  • Idea3online
    3 Febbraio 2020

    Lo ha detto Putin nel 2018:

    “L’aggressore deve sapere che il castigo è inevitabile, che sarà ridotto in cenere. Mentre noi, vittime dell’aggressione, come martiri andremo in paradiso. Ma loro semplicemente periranno, perché non avranno nemmeno il tempo di pentirsi!” ha affermato Putin.

    https://it.sputniknews.com/mondo/201810186648318-putin-risposta-attacco-nucleare/

    • atlas
      4 Febbraio 2020

      Dio voglia che sia necessario, questo mondo mi ha stufato

      (anche le donne mi hanno stufato, ne ho viste di tutti i colori)

      ma veramente riuscite a sopportare di vedere in televisione ‘persone’ come Renzi e Zingaretti; o la Segre ? Veramente riuscite ad equipararle a voi, intesi come esseri umani ? Io sinceramente no

  • Idea3online
    4 Febbraio 2020

    Le piante hanno la capacità di difendersi dai patogeni, virus e batteri….eccezione è l’infezione, regola è la vitalità. I grandi idioti si inventano il sistema della monocoltura, ed ecco che i patogeni aggrediscono il raccolto. Ancora i grandi idioti insegnano che nel Passato l’essere umano era ignorante, e gli stessi idioti del XXI secolo hanno avuto la capacità in meno di 100 anni di fare collassare l’ecosistema. Che l’Essere Umano sia peccatore, è cosa nota, ma che desideri imitare Lucifero è il più grande fallimento in questo Universo. Certo si è obbligati ad andare a scuola, ma solo il fatto che insegnano la teoria dell’Evoluzione basta per capire che l’Elite porta l’acqua al mulino del Diavolo. Se solo in un libro scolastico avessero l’umiltà di dire: Dio ha creato l’uomo. Ma non sono stupidi, se dovessero consegnare il diritto paterno al Creatore, l’Elite non avrebbe più masse accecate tenute al guinzaglio dell’ignoranza e della perversione. Certo anche se l’Elite iniziasse un programma educativo per consegnare l’uomo a Dio, sicuramente miliardi di uomini farebbero fuori l’Elite, perchè non desiderosi del bene. Purtroppo è difficile amare Dio, solo la contemplazione basterebbe all’uomo per essere felice, essere in armonia con tutti gli animali, ed essere in pace con il Pianeta, e con gli esseri celesti, solo questa adorazione e contemplazione donerebbe la quiete ed la gioia eterna senza attrito.

Inserisci un Commento

*

code