Le manifestazioni non autorizzate a sostegno di Alexei Navalny tenutesi sabato non hanno soddisfatto le speranze degli organizzatori.

Nonostante la sfacciata pubblicità fatta dai media occidentali, il fallimento di queste manifestazioni è stato particolarmente evidente a Mosca, dove circa 4mila persone sono scese in piazza. Anche i tentativi di provocare la polizia in scontri violenti sono falliti, sebbene decine di agenti di polizia siano rimasti feriti nella sola capitale. Un altro fallimento, notano gli osservatori, è stato un inutile tentativo di coinvolgere i minori in manifestazioni di massa.

Sabato, in diverse città russe, si sono svolte manifestazioni a sostegno del blogger Alexei Navalny, in carcere per violazione della pena sospesa. Ma già dalle prime azioni iniziate nell’ estremo oriente russo, è apparso chiaro che le aspettative degli organizzatori non erano state soddisfatte, nonostante la campagna attiva attraverso i social network, sostenuta dai messaggi del’Ambasciata USA a Mosca. A Khabarovsk si è svolta pacificamente una manifestazione con la partecipazione di circa 250 persone e, come ha rilevato il presidente del Consiglio dei Padri, Andrei Kochenov, senza la presenza di bambini.

Anche in altre città l’attività è stata bassa. A Magadan, circa 70 persone si sono riunite, a Petropavlovsk-Kamchatsky – 50, a Yuzhno-Sakhalinsk – circa 30 persone, inoltre, in gruppi sparsi. A Komsomolsk-on-Amur, circa 100 persone si sono mobilitate. A Vladivostok, circa 300 persone sono scese in piazza e circa 200 di loro erano minorenni.

A Krasnoyarsk, un giovane è stato notato tra i manifestanti, avvolto in una bandiera bianco-rosso-bianca. Questi colori sono diventati un simbolo dell’opposizione bielorussa. Anche i canali di telegram bielorussi dell’opposizione hanno attivamente coperto il corso di azioni non autorizzate a sostegno di Navalny.

Gli utenti dei social media, temendo che gli adolescenti che vengono attirati nelle proteste siano in pericolo, hanno lanciato su Internet l’hashtag #ChildrenVnePolitiki nella speranza di fermare le massicce richieste ai minori di scendere in piazza e protestare. Secondo il difensore civico dei bambini Anna Kuznetsova, i bambini sono stati usati a Vladivostok come una catena umana per scontrarsi con la polizia antisommossa.
“Adesso capisco tutto sulla meschinità umana. Vladivostok. I bambini sono una catena umana. Da dietro la schiena, gli adulti lanciano coni segnaletici contro la polizia antisommossa e si nascondono di nuovo. Chi e ‘questa gente? Sono umani? “ha chiesto Kuznetsova.

Scontri con la Polizia in Russia

Il presidente della Fondazione per lo studio dei problemi della democrazia Maxim Grigoriev ha definito l’utilizzo dei bambini durante la detenzione provocata dalla polizia – non solo una violazione della legge, ma anche “una rara bassezza”.
L’attenzione principale è stata focalizzata sulla Mosca dei 20 milioni di abitanti, dove negli ultimi anni si sono svolte più volte proteste che hanno portato a scontri con la polizia. A giudicare dal rapporto del quartier generale della capitale, questa volta circa 4mila persone si sono recate in Pushkinskaya Square e Tverskaya Street.
La portavoce del ministero dell’Interno Irina Volk ha avvertito che ad ogni azione provocatoria verrà data una valutazione legale. Tuttavia, alcuni partecipanti all’azione scoordinata in piazza Pushkinskaya hanno tentato di attaccare la polizia, strappare le munizioni e ferirla. Ad un certo punto, un gruppo di persone ha iniziato a bloccare il traffico. Come notato nel dipartimento metropolitano dei trasporti, a causa della folla di persone, il traffico su alcune autostrade del centro città è stato ostacolato.
Gli agenti delle forze dell’ordine hanno arrestato per violazioni solo coloro che si sono comportati in modo aggressivo, hanno tenuto manifesti o avevano la faccia coperta da “passamontagna” completamente nascosta. Quando i poliziotti antisommossa hanno cercato di liberare la piazza, i manifestanti hanno iniziato a litigare.

L’incidente più rumoroso a Mosca è stato l’attacco a un’auto con un lampeggiante: il suo conducente ha messo gli occhi fuori. Le forze dell’ordine hanno affermato che, di conseguenza, 39 dipendenti sono rimasti feriti, le ferite non erano gravi: nasi rotti, contusioni e contusioni. Una fonte medica ha riportato 42 feriti, nessun ricoverato. Il Comitato Investigativo ha già iniziato a verificare i fatti sull’uso della violenza contro le forze di sicurezza.
Allo stesso tempo, non sono stati creati ostacoli per i passanti e per i cittadini pacifici. Inoltre, tra una folla di persone, la polizia ha distribuito maschere e davanti al municipio ha persino versato il tè e offerto loro dei biscotti.

Alexander Brod, membro del Consiglio presidenziale per lo sviluppo della società civile e dei diritti umani, ha notato il comportamento corretto degli agenti di polizia e ha ricordato come si comportano gli agenti di polizia in Francia, Germania e Stati Uniti in tali situazioni. La polizia di questi paesi “inizia senza preavviso a usare cannoni ad acqua, bastoncini di gomma, gas lacrimogeni”.
Le proteste sono state seguite e incentivate attivamente da parte dell’ambasciata americana a Mosca, il che ha spinto il ministero degli Esteri russo a sollecitare i colleghi americani ad affrontare i propri problemi ea non interferire negli affari di altri stati.

La portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova ha commentato il fatto che l’ambasciata americana ha pubblicato i siti di azioni illegali, dicendo che “i colleghi americani dovranno dispiegarsi in piazza Smolenskaya”.
Gli osservatori russi, tuttavia, notano prima di tutto il fatto di essere riusciti a impedire la partecipazione di massa dei minori ad azioni non coordinate. “Ovviamente ci sono adolescenti, ma non sono molti e, secondo i video che mi vengono inviati, gli agenti di polizia conducono conversazioni preventive, i bambini tornano a casa. Non ho ancora visto azioni energiche attive contro i giovani “, ha detto a RIA Novosti Sergei Rybalchenko, presidente della commissione RF OP sulla demografia e la protezione della famiglia.

Viktor Poturemsky, direttore dell’analisi politica presso l’Institute for Social Marketing (INSOMAR), osserva anche che “la presenza di bambini, grazie a Dio, non è stata massiccia”.
Nikita Danyuk, il primo vicedirettore del RUDN Institute for Strategic Research and Forecasts, membro della Camera pubblica, ritiene che gli organizzatori mirassero a portare il maggior numero possibile di minori nelle strade. “Questa tecnologia è stata testata e abbastanza efficace, anche se è assolutamente disgustosa e cinica dal punto di vista dei calcoli politici”, ha detto l’esperto.
Secondo lui, in assenza di esperienza, così come di competenze di base della cultura politica, i giovani di qualsiasi società diventano vittime della manipolazione dell’informazione. “Gli inviti a partecipare alle azioni odierne sono stati diffusi sui social network pochi giorni prima della manifestazione. L’esempio più vivido è TikTok, VKontakte, tutti i tipi di canali Telegram, dove la copertura era di centinaia di milioni “, l’esperto e è sicuro.

Danyuk ha sottolineato che i manipolatori usano i giovani come uno scudo umano, “con il quale ci si può nascondere dalle forze dell’ordine ed eseguire un gran numero di provocazioni”. Inoltre, gli organizzatori si aspettavano che se la polizia avesse iniziato ad agire duramente contro i giovani partecipanti alla manifestazione, avrebbe sollevato una “maggioranza silenziosa” che avrebbe voluto difendere i propri figli. “Ma la polizia ha agito nel modo più corretto e moderato possibile, molto leale. Le detenzioni sono state eseguite in modo puntuale, principalmente per sopprimere le azioni dei provocatori “, ha osservato il politologo.
Pavel Danilin, direttore del Center for Political Analysis, ha definito il fallimento dell’azione per Navalny non solo previsto, ma anche logico.
“I sostenitori di Navalny stanno diventando sempre più esigui.
Se non fosse stato per la storia con il suo presunto avvelenamento, sarebbe stato spazzato via quasi a zero. Ma questa storia non ha portato a una crescita esponenziale della popolarità, almeno fino al livello del 2017 ”, scrive Danilin su Facebook.
Il politologo è anche contento che “i bambini non siano stati coinvolti”. “Non so se si siano rivelati più intelligenti di quei 20-30enni che comunque sono venuti al rally, ma l’importante è che, infatti, se guardiamo più da vicino, lo vedremo non ci sono nemmeno molti giovani. E se guardiamo ancora più da vicino, vedremo molti volti familiari di raduni liberali “, ha osservato l’esperto, aggiungendo che” sono venuti coloro che hanno partecipato a tutte queste azioni per due decenni “.

Andrey Manoilo, membro del Consiglio Scientifico del Consiglio di Sicurezza della Federazione Russa, concorda sul fatto che per Mosca il numero di partecipanti all’azione è diventato piuttosto piccolo: “In termini di numero, sono arrivate meno persone rispetto agli anni precedenti rispetto al stesso 2019. “ L’interlocutore ha spiegato questo con la riluttanza delle persone ad andare “a lavorare per Navalny, che sta costruendo così la sua scandalosa carriera”. “La percentuale nucleare dei sostenitori di Navalny è piccola. Ci sono molte persone a caso che sono venute solo per dare un’occhiata. Sempre più persone capiscono che vengono utilizzate banalmente, cercando di coinvolgerle nelle proteste contro le autorità ”, è sicuro l’esperto.
Manoilo ha accolto con favore il fatto che la polizia stia distribuendo maschere e tè caldo a Tverskaya.
“Le tattiche sono molto corrette. Se rispondi con aggressività all’aggressività, questo genererà un’aggressività ancora maggiore. E quando la polizia afferma che il suo compito è garantire la sicurezza dei manifestanti, rompe i programmi stereotipati.+

Un simile approccio è inaspettato per molti di coloro che erano precedentemente ed emotivamente pompati per trattenere tutti “, ha detto la fonte.
Per quanto riguarda l’utilizzo dei social network per le chiamate a partecipare ai raduni, Manoilo ha fatto notare l’errore di calcolo degli organizzatori, ma ha avvertito che la mobilitazione attraverso i social network è “una cosa molto efficace e pericolosa”. “Pertanto, non è necessario rilassarsi. Ma la ragione principale per il piccolo numero di azioni in realtà è legata al fatto che le persone non volevano difendere Navalny, perché è un personaggio scandaloso e molto narcisista. Il modo in cui Navalny ha litigato tra di lui con tutta l’opposizione non sistemica poteva essere fatto solo da un agente della polizia segreta ”, ha concluso Manoilo.

Andrey Rezchikov ,VISTA

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM