Le guardie di frontiera saudite massacrano quotidianamente i migranti africani, Yemen


Il canale di notizie yemenita Al-Masirah rivela filmati di migranti etiopi assassinati dalle guardie di frontiera saudite e cita i sopravvissuti affermando che i massacri vengono effettuati quotidianamente.
Sabato il canale di notizie yemenita Al-Masirah ha rivelato il filmato che si diceva fosse di una “fossa comune contenente dozzine di vittime africane uccise dalle guardie di frontiera saudite”.

Il filmato mostra le guardie di frontiera saudite che filtrano dozzine di migranti etiopi, che si ritiene siano stati catturati pochi istanti prima di essere uccisi.
Il canale ha citato i sopravvissuti africani al massacro affermando che “i soldati sauditi hanno deliberatamente fulminato dozzine di migranti etiopi in un locale in cui erano raccolti”.
“Le guardie di frontiera saudite sparano direttamente, spesso usando mortai, per eliminare gli assembramenti di migranti”, ha osservato un sopravvissuto.

I corpi dei migranti etiopi racchiusi nei sacchi

I migranti etiopi hanno confermato al canale che “le guardie di frontiera saudite uccidono circa 5 migranti al confine ogni giorno e ne feriscono molti di più”.

Da Al Mayadeen inglese
Nota: La Monarchia Saudita è uno stato che ha stretti rapporti di alleanza con gli Stati Uniti e la Gran Bretagna, come con altri paesi occidentali. L’Arabia Saudita è il maggiore importatore di armi USA e occidentali in tutta l’Asia e il Medio Oriente e riceve assistenza militare e logistica da parte degli Anglo USA nel suo conflitto di aggressione contro lo Yemen. Basi militari e un contingente di truppe USA è presente sul territorio saudita. Un alleato fondamentale delle “grandi democrazie”.

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM