Le forze yemenite raggiungono la porta meridionale di Marib. Disfatta dell’Arabia Saudita

Il portavoce delle forze armate yemenite, il generale di brigata Yahya Saree, ha rivelato i dettagli dell’Operazione Primavera della Vittoria, che è stata condotta dall’esercito yemenita e dai comitati popolari nel governatorato di Ma’rib per liberarlo dai mercenari dell’Arabia Saudita – che ha guidato l’aggressione, rilevando che i risultati più importanti dell’operazione sono stati la morte di oltre 200 mercenari e 500 feriti nelle file dell’aggressione.
Mondo – Yemen

Il generale di brigata Saree ha dichiarato nella conferenza stampa sui dettagli dell’operazione Primavera della Vittoria, seguita dal canale di Al-Alam, che le forze yemenite hanno effettuato la seconda operazione e sono avanzate verso Jabal Murad e il distretto di Juba, liberando tutti i distretti del governatorato di Shabwa, rilevando che le forze yemenite hanno inflitto pesanti perdite ai mercenari.

Il generale di brigata Sare’e ha confermato che le forze dell’esercito e i comitati popolari sono riusciti a liberare i distretti di Al-Juba e Jabal Murad con una superficie stimata in 1.100 chilometri quadrati, oltre a liberare l’area di Al-Amoud ed è diventata vicina al Punto “Falaj”, l’ingresso alla città di Ma’rib .

Ha affermato che l’esercito ei comitati popolari avevano sequestrato quantità di armi medie e leggere che erano in possesso delle forze della coalizione.

Ha sottolineato che gli agenti della coalizione hanno subito grandi perdite, specialmente quelli che hanno insistito per combattere.Per quanto riguarda coloro che hanno lasciato il combattimento, le nostre forze hanno permesso loro di andarsene, indicando la morte e il ferimento di oltre 750 tra le fila delle forze della coalizione , tra cui più di 200 morti e più di 550 feriti, e le famiglie di altri.

Il brigadiere Saree ha annunciato che le difese aeree sono riuscite a svolgere 86 operazioni per affrontare l’aviazione nemica, mentre le operazioni dell’Aeronautica militare hanno raggiunto 141 operazioni, di cui 128 operazioni contro il nemico nelle aree occupate e 13 operazioni contro il nemico in profondità dell’Arabia Saudita .

Ha anche confermato che la forza missilistica ha effettuato 47 operazioni, 31 delle quali hanno preso di mira siti nemici nelle aree occupate e 16 operazioni nella profondità saudita.

Portavoce yemenita Yahya Saree

Ha sottolineato che le forze armate e i comitati popolari continuano l’avanzata verso la città di Marib in mezzo alla fuga dei mercenari e dei loro capi, rilevando che le forze dell’esercito e i comitati popolari stanno adottando tutte le misure necessarie per preservare la vita dei cittadini del centro del distretto di al-Juba e in altri villaggi e regioni, sottolineando che le forze dell’esercito ei comitati popolari sono riusciti nella liberazione della maggior parte delle aree del Governatorato di Marib.

Ha continuato: “Poiché siamo alla periferia della città di Marib da più parti, ribadiamo ai cittadini della città che continueremo a svolgere i nostri doveri nei loro confronti”, rilevando che il percorso sociale ha avuto un ruolo importante nel liberare più aree nel Governatorato di Marib.

Ha aggiunto che le forze armate: Con il sostegno delle tribù indigene, continuano le loro operazioni militari per liberare il Paese fino al raggiungimento della libertà e dell’indipendenza.

Si è rivolto al regime saudita, dicendo: “La tua guerra, non diciamo assurda, ma criminale aggressiva, ti restituirà l’umiliazione, la vergogna e la sconfitta”.
Nonostante il sostegno militare e logistico fornito da USA e Gran Bretagna, i sauditi stanno subendo una pesante disfatta sul campo dalle forze Yemenite.

Fonte: Al Alam.ir

Traduzione: Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus