Le forze yemenite attaccano una nave americana con missili e droni

L’esercito yemenita ha risposto alla recente aggressione militare statunitense attaccando una nave americana con missili e droni

“Con l’aiuto di Dio Onnipotente, le forze navali, missilistiche e aeree senza pilota delle forze armate yemenite hanno effettuato un’operazione militare congiunta con un gran numero di missili balistici e navali e droni, prendendo di mira una nave americana che stava fornendo supporto a l’entità sionista”, hanno affermato le forze armate yemenite in una dichiarazione rilasciata questo mercoledì.
L’attacco costituisce una prima risposta all’aggressione americana che ha portato al martirio e alla perdita di 10 persone delle forze navali yemenite, settimane fa.
Il portavoce delle forze armate yemenite, generale di brigata Yahya Saree, ha annunciato che la Marina, la Missile Force e l’Unmanned Air Force hanno effettuato un’operazione militare congiunta, con un gran numero di missili balistici e navali e droni, contro una nave americana che forniva supporto all’entità sionista occupante.

Le forze armate yemenite hanno ribadito che “non esiteranno ad affrontare in modo appropriato tutte le minacce ostili, nell’ambito del diritto alla legittima difesa del nostro Paese, del nostro popolo e della nostra nazione”.

Ha inoltre sottolineato che continuerà a impedire alle navi israeliane, o a quelle dirette esclusivamente ai porti israeliani, di navigare nel Mar Rosso e nel Mar Arabico, fino a quando non sarà cessata l’aggressione e l’assedio alla Striscia di Gaza, esprimendo tutta la sua preoccupazione per i crimini commessi e garantendo la prosecuzione della navigazione in questi due mari verso tutte le altre destinazioni.

Fonte: Hispan Tv + Agenzie

Traduzione: Luciano Lago

8 commenti su “Le forze yemenite attaccano una nave americana con missili e droni

    1. c’è anche il problema di dove ricoverarli, ne sono tanti e non bastano sia psichiatri che medicine,,,,,converrebbe farne…..

  1. Le FF. AA. Yemenite le suonano ai nemici dell’Umanità. Gli americani hanno detto che la nave da guerra non è stata colpita.
    Ora, dato il volume di fuoco – tra missili e squadriglie di droni – la frottola americana non mi convince. Del resto della proclamata spedizione di volonterosi contro lo Yemen ………………… solo due navi americane hanno fatto delle sortite. Faccio notare che, fino a 2 anni fa, le navi da guerra saudite venivano distrutte e incendiate dallo Yemen (metà della marina militare saudita kaputt).

  2. Scacco Matto! La grande America non potrà fare niente se non con il grande rischio di vedere il prezzo del petrolio salire e con esso i tassi di interesse e il conseguente default finanziario. Vince il piccolo e povero Yemen che problemi di finanza non ne ha.

  3. Tutti i popoli oppressi del pianeta dovrebbero prendere esempio per il coraggio e le grandi capacità di combattimento di questi grandi guerrieri nati con quattro palle, che siano un faro per la riscossa dei popoli oppressi. I Palestinesi non potevano trovare alleato migliore !

  4. Tra attaccare e affondare, c’è di mezzo il mare. Non si capisce mai se una nave è colpita e danneggiata o se il lancio di missili e droni è andato a vuoto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus