LE FORZE UCRAINE HANNO DANNEGGIATO L’EDIFICIO SPECIALE DELLA CENTRALE NUCLEARE DI ZAPOROZHYE

Il 5 settembre, le forze armate ucraine hanno ripreso i bombardamenti di artiglieria sulla centrale nucleare di Zaporozhye e sulla città di Energodar, dove si trova l’impianto.

Il rappresentante dell’amministrazione nella regione di Zaporozhye ha confermato che l’esercito ucraino stava sparando di nuovo contro la centrale nucleare. Questa volta l’attacco ha colpito l’edificio speciale della centrale nucleare.

Secondo il funzionario locale, un contenitore con acqua distillata nelle immediate vicinanze della seconda unità di potenza è stato danneggiato. Non ci sono vittime. Una delle unità di potenza della centrale nucleare di Zaporozhye sta lavorando all’80% a causa dei bombardamenti dell’AFU.

Le forze ucraine hanno danneggiato l’edificio speciale della centrale nucleare di Zaporozhye

Allo stesso tempo, un residente locale è stato arrestato dalle forze di sicurezza nella parte della regione di Zaporozhye che è sotto il controllo delle truppe russe. L’uomo era sospettato di aver regolato il fuoco dell’artiglieria dell’AFU sugli insediamenti nel distretto di Kamensk-Dneprovsky.

Le forze dell’ordine locali hanno stabilito una corrispondenza sui social network in cui il detenuto ha indicato l’ubicazione degli insediamenti del distretto di Kamensk-Dneprovsky, nonché i luoghi degli attacchi.
L’individuo è stato portato in un struttura di detenzione e sottoposto ad interrogatorio. E’incorso un’ispezione.

Fonte: South Front

“Terrorismo nucleare”: l’Ucraina ammette di essere dietro gli attacchi contro la centrale nucleare di Zaporizhia

I media occidentali avevano seguito l’assurda ipotesi che la Russia si stesse autobombando… A seguito delle incessanti richieste del Cremlino affinché l’AIEA (Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica) venisse a ispezionare i locali e ad accertare i fatti, il vento è appena girato davanti all’evidenza.

L’Ucraina può solo ammettere di essere l’unica responsabile degli attacchi nei pressi della centrale nucleare di Zaporizhia e di aver rischiato una catastrofe nucleare senza precedenti, mettendo così in pericolo tutti i Paesi europei. Si può parlare qui di “terrorismo nucleare”! Il Direttore Generale dell’Aiea Rafael Grossi denuncia: “L’integrità fisica – della centrale nucleare ucraina di Zaporizhia – è stata più volte violata”. “Questo è qualcosa che non può continuare ad accadere”, ha aggiunto.

Le TV occidentali con i loro meschini commenti saranno costrette ad ammettere la verità agli spettatori dopo mesi di bugie.

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM