"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Le forze ucraine attaccano su Avdéevka, fronte del Donbass

Il governo di Kiev sta attuando le sue provocazioni nel Donbass per riportare la questione Ucraina all’attenzione del mondo ed in particolare per mettere l’Amministrazione Trump di fronte al fatto compiuto di una ripresa delle ostilità, gettando la responsabilità sugli indipendentisti filo russi.
Sul fronte di demarcazione sono apparsi carri armati pesanti dell’Esercito ucraino (vietati dagli accordi di Minsk) ed altre armi pesanti, come documentato dal corrispondente della BBC Tom Burridge, e sono apprse le foto dei palazzi residenziali colpiti dai colpi dell’artiglieria ucraina.Sul fronte si sono verificati attacchi multipli con una offensiva scatenata da parte delle forze dell’Esercito ucraino a cui le forze separatiste hanno dato risposta.

Il direttore della Polizia Nazionale dell’Ucraina nella provincia di Donetsk, Viacheslav Abroskin, ha dichiarato Mercoledì che per lo meno 26 miliziani sono morti e 60 sono risultati feriti.
Da parte sua il portavoce del Ministero della Difesa dell’Ucraina, Alexandr Motuziánik, ha informato di 42 vittime fra le milizie per effetto dei bombardamenti nell’est del paese europeo.


Negli ultimi giorni, Avdéevka e Yasynuvata, località controllate dalla forze di Kiev, sono rimaste senza luce , acqua e riscaldamento con temperature sotto zero a causa dei bombardamenti, gravi disagi per la popolazione civile .

Mosca aveva espresso la sua profonda preoccupazione davanti agli attacchi dell’Esercito ucraino che sono fatti in violazione degli accordi di Minsk.
Non sembra che i funzionari dell’OCSE, presenti sulla zona per controllare la tregua, si siano accorti delle violazioni fatte dall’Esercito ucraino e sarà interessante verificare il prossimo rapporto che la stessa OCSE trasemtterà su queste violazioni della tregua.

Ucraina vittime bombardamenti

Vladimir Putin, che si trova on visita in Ungheria, ha sottolineato che i combattimenti nella zona di Avdiivka sono stati provocati dalla parte ucraina. Secondo il presidente “le squadre militari ucraine hanno conquistato un punto d’appoggio dell’opposizione” e sono avanzate per 200 metri sul territorio controllato dalle milizie, ma da lì sono state fatte retrocedere già domenica.

Sulle cause dell’aggravamento della crisi Putin ha indicato l’intenzione di Kiev di ottenere appoggi e finanziamenti dagli USA e dalla UE e il tentativo di Poroshenko (il presidente ucraino) di farsi perdonare dal nuovo presidente USA Trump, il suo scoperto appoggio dato alla candidata democratica Clinton durante le elezioni presidenziali. La recrudescenza del conflitto gli permette di portare all’attenzione di Trump la situazine dell’Ucraina. Inoltrem ha aggiunto Putin, Poroshenko deve creare un diversivo per distrarre l’attenzione dalla perdita di consenso del fallimentare governo di Kiev.

Carri ucraini sulla linea di demarcazione

 

 

 

 

 

 

Fonti:  Telesur

Sputnik

Traduzione e sintesi: Juan Manuel De Silva

 

 

*

code

  1. nessuno 10 mesi fa

    Alé poro”scemo”, dai,dai,dai,dai che la fai a far scoppiare una guerretta come si deve.

    Rispondi Mi piace Non mi piace