"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Le forze siriane attaccano su Hama. Distrutte basi di Al Nusra

L’Esercito siriano ha realizzato una importante avanzata conquistando nella zona a nord di Hama le posizioni che erano occupate dai terroristi dei vari gruppi jihadisti, che si erano attestati sulla zona.
In particolare, per ottenere questi successi militari, le forze siiriane hanno dovuto combattere contro i gruppi terroristi, equipaggiati ed armati dagli USA e dall’Arabia Saudita, fra i quali il più consistente quello del denominato Hayat Tahrir al-Sham .
Le truppe siriane hanno adesso il loro controllo sulla cittadina di Halfaya, sul monte di Al-Nasaria e su varie tenute della zona nei dintorni di Hama. L’avanzata delle forze siriane ha provocato la ritirata dei gruppi takfiri.

Anche il fantomatico Osservatorio Siriano (OSDH), collegato ai terroristi e ubicato a Londra, ha dovuto riconoscere l’avanzata dell’Esercito siriano confermando la notizia della conquista di Halfaya e delle altre località, mentre le forze siriane tengono sotto mira dell’artiglieria il paese di Al-Zuar dove si sono trincerati i terroristi takfiri.

Di fatto i terroristi si sono anche ritirati dalla zona dirigendosi verso le località di Zalin, Al-Masasna, Al-Buida, secondo le informazioni che provengono da questa regione.

In questo modo, gli effettivi militari siriani sono riusciti a recuperare le aree di cui avevano perso il controllo nella scorsa estate nel corso di una offensiva delle bande terroriste dei takfiri.
La Tv ufficiale siriana, che ha citato una fonte militare, ha annunciato che, nel corso delle retate che hanno portato alla liberazione di Halfaya, sono morti un centinaio di terroristi ed una trentina dei loro veicoli sono rimasti distrutti.
Nella settimana precedente, le forze siriane sono avanzate di fronte alle formazioni terroriste nel nord di Hama, impedendo in questo modo che queste formazioni potessero avanzare nella regione.
Le forze siriane hanno potuto contare con l’appoggio aereo della Russia nel corso dei duri scontri che si sono susseguiti con i terorristi ad Hama e nelle zone vicine.

L’aviazione russa bombarda e distrugge un campo di addestramento di Al Nusra a Idlib

Le forze dell’aviazione strategica russa hanno eseguito ieri una eccezionale operazione andando a colpire con estrema precisione un campo di addestramento dei terrorristi di Al Nusra (il gruppo appoggiato dagli USA e dalla NATO) ubicato nella provincia  di Idlib ed hanno totalmente distrutto il campo e le installazioni fortificate mediante bombe a perforazione. Il campo ospitava un folto gruppo di combattenti sorpresi dal bombardamento mentre erano in fase di addestramento.

Vedi video: Hispan Tv.com

Non è dato sapere se fossero presenti nel campo anche istruttori USA o turchi che di solito sono quelli che svolgono il compito di fornire formazione militare alle nuove leve dei terroristi provenienti da vari paesi, mentre l’Arabia Saudita provvede invece al finanziamento ed al pagamento dei salari ai mercenari jihadisti.

Le forze aeree russe avevano distrutto anche alcuni dei  bunker  delle basi sotterranee del Fronte Al Nusra utilizzando lo stesso tipo di bombe perforanti.

Fonti: Al Manar

Hispan Tv

*

code

  1. nessuno 5 mesi fa

    Buone notizie da Oriente….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mardunolbo 5 mesi fa

    un po’ di sacchi neri con soldatini americojons bruciacchiati dalle esplosioni , e rispediti al mittente !
    Onore ai combattenti dell’esercito siriano.
    Grazie alle forze aeree russe che spazzano i terroristi prezzolati, i ratti che hanno invaso la Siria !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Renè 5 mesi fa

    Ho una foto di Papa Bergoglio a Lesbo (l’isola non un club “strano”) dove si fa ritrarre compiaciuto tra tagliagole islamici che tengono una bandiera di Al Nusra. Il PD, Bergoglio, nonchè le due oche giulive, saranno in lutto, poverini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace