Le forze russe hanno sventato un piano di attacco contro gli autobus che evacuano la popolazione civile del Goutha est

Le truppe russe hanno sventato un piano di attacchi suicidi contro gli autobus che stavano evacuando la popolazione civile dal Goutha.

Il 29 marzo il ministro della Difesa russo Sergey Shoygu ha rivelato che le forze russe, nel sobborgo di Damasco del Ghouta orientale, sono riuscite a sventare un complotto per attaccare gli autobus che stavano evacuavano i miliziani e le loro famiglie dalla regione al governatorato siriano di Idlib.

Secondo la rete televisiva russa RT, Shoygu ha detto che i soldati russi hanno confiscato e smantellato 48 fra cinture esplosive e giubbotti suicidi, che erano stati preparati dai miliziani jihadisti che cercavano di salire a bordo degli autobus.

Il Ministero della Difesa della Russia non ha rilasciato informazioni dettagliate sulla trama di attacco. Tuttavia, gli attivisti filo-governativi siriani credono che i combattenti di Hay’at Tahrir al-Sham (HTS), che fanno parte dell’operazione di evacuazione, potrebbero essere stati gli autori della trama nel tentativo di sabotare l’accordo di evacuazione ed incolpare poi le forze governative.

In precedenza, l’Osservatorio siriano per i diritti umani (SOHR) riferiva che gli scontri erano scoppiati tra i miliziani attorno agli autobus di evacuazione nella Ghouta orientale. Questo incidente potrebbe essere collegato alla trama di attacco.

I gruppi terroristi, HTS e Faylaq al-Rahman, hanno raggiunto un accordo con il governo di Damasco per evacuare i loro combattenti dalle loro rimanenti posizioni nella Ghouta orientale al governatorato di Idlib il 23 marzo . L’accordo è a poche ore dall’adempimento, secondo fonti filo-governative siriane, che confermano anche che la maggior parte dei miliziani ha già lasciato Ghouta orientale.

L’accordo era stato osteggiato dal comando anglo USA che aveva invitato i miliziani di questi gruppi asserragliati nel Goutha Est a resistere promettendo l’invio di armi e rifornimenti che sono stati però intercettati e sequestrati dalle forze governative.

Terroristi appoggiati da USA in Siria

Nota: Dalle loro posizioni i miliziani bombardavano costantemente alcune zone della città di Damasco ed hanno colpito abitazioni civili, inclusa una scuola elementare ed un ospedale, causando molte vittime civili fra cui donne e bambini.
I media occidentali (inclusa la RAI e le TV italiane) hanno continuato a difendere a spada tratta i miliziani definendoli “oppositori del regime” e fasificando tutte le informazioni provenienti dal fronte di battaglia.
La liberazione del Goutha est ha portato un grande sollievo nella popolazione civile residente che ha potuto ricevere gli aiuti umanitari, vivande, medicinali ed assistenza sanitaria dalle forze russe e siriane intervenute sulla zona. Questo fatto tuttavia è stato accuratamente occultato dalle fonti occidentali.

Fonti: South Front  Al Masdar News

Traduzione e nota: Luciano Lago

6 Commenti

  • La soluzione
    29 marzo 2018

    Prima o poi la verità verrà fuori. Gli illuminati americani saranno giudicati per i loro assassini che stanno perpetranno.

    • Ubaldo Croce
      29 marzo 2018

      Speriamo che sia così.

  • giannetto
    29 marzo 2018

    Ci sarebbe solo una soluzione: stanarli perfino nel cesso, come ha detto e fatto Putin in Cecenia. Ma qui il quadro politico è senz’altro più complicato. Speriamo che gli strascichi di tanta generosità non siano letali per tanta altra gente nel mondo. Ma è difficile crederci.

  • Mardunolbo
    30 marzo 2018

    Avrei preferito fare in altro modo, piu’ consono ai ratti mercenari: accordarsi per libero passaggio- imbarcarli su pulmann precisi- poi , oh, che disdetta, un bombardamento specifico su questi pullman eliminando cosi’ questa feccia servile.
    Poi grande dolenza pubblica per aver bombardato senza accorgersi, anzi far ricadere la colpa sugli stessi dicendo che si sono fatti saltare apposta ! Cosi’ si sarebbe ottenuta una vera liberazione dai ratti di un certo genere gradito agli Usa…
    Mi spiace ma con certe tipologie di individui non vale alcun patto, come non vale MAI per gli Usa.

    • atlas
      30 marzo 2018

      stanno sbagliando a lasciarli vivi

  • Cimabue
    30 marzo 2018

    nel titolo è scritto che hanno evacuato la popolazione civile… in realtà hanno evacuato i terroristi con le loro famiglie. E’ un po’ diverso.

Inserisci un Commento

*

code