Le forze filorusse del Donbass hanno respinto gli attacchi dell’Esercito ucraino nel sud della DPR

di Eduard Popov

Nella notte del 23 giugno, le truppe ucraine hanno tentato di lanciarsi in una offensiva per conquistare posizioni più vantaggiose non lontano dal villaggio di Kominternovo, nel sud della Repubblica popolare di Donetsk. Secondo il comando del DPR, i difensori di Donbass sono stati attaccati da due squadre che contano in tutto 15 persone. Questo tentativo offensivo è stato vanificato, in quanto i soldati della DPR hanno immediatamente avvistato il gruppo ucraino e aperto il fuoco con armi leggere.

Secondo il comando DPR, non meno di tre dei combattenti dell’UAF ucraino sono stati uccisi e altri quattro sono rimasti feriti, e un miliziano del Donbass è stato ferito.

Lo scontro a fuoco nei pressi di Kominternovo aveva un significato tattico locale. Questo fornisce anche uno sguardo alla strategia dell’esercito ucraino. Il fronte meridionale, insieme a Gorlovka e Debaltsevo, sono luoghi che sono sempre candidati per un attacco dell’UAF nel caso di un’offensiva su larga scala.
Il Sud del DPR è importante perché da Kominternovo si apre un percorso diretto verso la città di Novoazovsk (controllata dal DPR), da dove il confine con la Russia è a breve distanza . Kominternovo è anche una potenziale base per un contrattacco DPR, poiché si trova vicino a Mariupol, una delle più grandi città dell’ex regione di Donetsk e attualmente il più grande porto dell’Ucraina sul Mar d’Azov .

Carta dell’Ucraina Est

Molte delle unità del DPR nel sud sono composte da nativi di Mariupol e villaggi vicini. Ho incontrato molti di loro e ho familiarità con Novoazovsk e i villaggi circostanti.
Il sud del DPR fino al confine con la Russia è piatto come un tavolo, che si presta molto per i movimenti di gruppo e di gruppi motorizzati. Il resto del paesaggio di Donbass è principalmente un’alternanza di colline e burroni con foreste isolate, che sono attraversabili per gruppi di sabotaggio e ricognizione, ma a disagio per le pesanti attrezzature militari. I leader militari ucraini discutono costantemente della convenienza di un’offensiva per creare un cuneo di rifornimento da Mariupol a Novoazovsk e al confine.

In realtà, questo tipo di offensiva era stata lanciata nell’estate 2014. E si era conclusa con l’esercito ucraino intrappolato nel “calderone del sud”. Alcune delle truppe ucraine (almeno 500) sono fuggite in Russia, dove sono state fornite cibo, cure mediche e igiene personale. Poi questi ucraini sono stati trasferiti (insieme ai loro fucili!) In Ucraina e hanno continuato a partecipare a operazioni punitive contro la popolazione del Donbass. La misericordia della Russia, ovviamente, non ha trovato reciprocità.
È stato ripetutamente confermato, anche dalla missione dell’OSCE, che Kiev sta violando gli accordi di Minsk nel Donbass.

Artiglieria ucraina

Le truppe ucraine tentano regolarmente di attaccare le posizioni delle milizie DPR e LPR cercando di avanzare le loro posizioni verso la linea di separazione e schierando armi pesanti proibite dall’attuale accordo di cessate il fuoco. L’Ucraina sta deliberatamente creando zone di conflitto in vari distretti : una delle più grandi città del DPR, Gorlovka, era recentemente uno di questi obiettivi. Ora il centro dell’attività militare ucraina si è spostato a sud.

Credo che le truppe ucraine siano state spinte a farlo dai loro consiglieri militari americani che sono i veri capi nel quartier generale dell’operazione delle United Forces. L’efficacia di questa tattica dovrebbe essere riconosciuta.

Gli ucraini hanno paura di lanciare un’offensiva su larga scala nel Donbass, in quanto tale offensiva finirebbe con la totale sconfitta dell’esercito ucraino e dei commando della NATO. Ma provocare costantemente il Donbass su diversi fronti e tenerlo teso mentre si distruggono i suoi centri civili e le sue infrastrutture è una mossa meno rischiosa.

Solo la DPR e LPR osservano gli accordi di Minsk, perché la Russia ha chiesto loro di farlo. In questa situazione, l’esercito ucraino sta giocando una partita vincente. Le repubbliche del Donbass si trovano quindi in una situazione di stallo.

Oggi ho avuto una lunga discussione con gli amici di Donetsk, tra cui veterani della fondazione del DPR e della milizia del Donbass. La loro opinione – ed anche mia – è che gli ucraini stanno evitando di andare su un’offensiva su larga scala, ma continueranno con la tattica degli attacchi sporadici contro le forze delle DPR / LPR come punture di spilli – dolorosi, ma non fatali.

Fonte: Fort Russ

Traduzione: Sergei Leonov

1 commento

  • Eugenio Orso
    25 Giugno 2018

    Azione di disturbo della feccia ucroinofona filo-atlantista ed euro-nazista, come previsto, durante i mondiali di calcio in Russia.
    Tuttavia, il risultato negativo per la soldataglia semi-mercenaria di Kiev segnala che dopo la batosta militare del 2014 gli ucrainofoni non si sono ancora pienamente ripresi: troppe perdite, anche in termini di mezzi, basti pensare che l’artiglieria, la meno colpita, ha avuto il 40% di cannoni distrutti!

    Cari saluti

Inserisci un Commento

*

code