Le forze di Sicurezza del Venezuela neutralizzano gruppi narco-terroristi appoggiati dal governo colombiano

La Forza Armata Nazionale Bolivariana (FANB) comunica che sabato 19 settembre 2020, nell’ambito dell’operazione “Bolivarian Shield 2020 – Centaur of the Plains” e sulla base delle informazioni fornite dal Peace Protection System (SP3), è proseguita è stata eseguita la neutralizzazione di tre campi di operazioni clandestine situati nei settori di Tres Esquinas, Mata de Bambú e Las Palmitas, tutti nel comune di José Antonio Páez nello stato di Apure. Gruppi criminali strutturati operavano in questi campi, coinvolti in rapimenti, estorsioni, traffico di droga e altre attività illecite.

A seguito dell’operazione, cinque terroristi sono stati arrestati e sono stati sequestrati i seguenti oggetti: cinque fucili d’assalto, tre pistole automatiche, abbondanti cartucce di vari calibri, uniformi mimetizzate, apparecchiature audiovisive e telefoniche, nonché varie attrezzature belliche. Le unità militari di stanza nell’area stanno attualmente monitorando e perseguendo altri membri dei suddetti gruppi criminali.

FANB nello stato di Apure (Venezuela)

D’altra parte, dobbiamo segnalare la deplorevole morte del Primo Luogotenente Augusto David Linares, del Tenente Miguel Ángel Mora García, del Primo Sergente Maggiore Gabriel Alexander Pérez Silva e del Secondo Sergente Reiber David Chirinos Reyes; che hanno perso la vita mentre adempivano il loro sacro giuramento di difendere la patria. (…) Anche quattro soldati feriti sono tenuti sotto stretta sorveglianza medica.

È importante sottolineare che questi gruppi illegali provengono dal territorio colombiano, dove si muovono impunemente e con il consenso del governo e delle forze militari di quel paese, in una cospirazione permanente contro il Venezuela, che ha sofferto per decenni di la violenza generata dalla Colombia (…).

Terroristi catturati in precedente operazione della FANB


Nota: Non è la prima volta che le FANB neutralizzano gruppi terroristi provenienti dal territorio colombiano. L’ultimo episodio ha riguardato un tentativo di infiltrazione di un consistente gruppo paramilitare proveniente dalla Colombia nel quale erano presenti due individui di nazionalità statunitense che avevano funzioni di comando e collegamento con una centrale esterna.
I terroristi di frequente cercano di introdursi nel territorio del Venezuela per compiere atti di sabotaggio e di sobillazione e sono tutti sostenuti e armati dalle autorità colombiane che oprano in stretto contatto con le agenzie di Intelligence USA e con Il Pentagono. L’obiettivo di queste azioni è quello di rovesciare il governo di Caracas ed ottenere un cambio di regime favorevole a Washington. Il sogno di Trump e Pompeo è quello di prendere il controllo del Venezuela e consegnare le risorse petrolifere del paese (fra le maggiori riserve mondiali) alle grandi multinazionali USA, estromettendo la Russia e la Cina che hanno sviluppato piani di cooperazione con il governo del Venezuela.
Le FANB e la Milizia Popolare del Venezuela hanno giurato di difendere metro per metro l’integrità del paese in caso di invasione e la Russia ha formito sistemi d’arma e radar di avvistamento per favorire la difesa del paese che rifiuta di piegarsi al dominio USA, nonostante le sanzioni e l’embargo che hanno messo in gravi difficoltà la popolazione.

Fonte: ciudadccs.info

Traduzione e nota: Luciano Lago

Inserisci un Commento

*

code