Le forze armate russe tagliano la strada Netaylovo-Umanskoye, il nemico si ritira a Karlovka

I soldati dell’esercito russo, continuando le operazioni offensive a ovest di Avdeevka e Marinka, hanno catturato gran parte del territorio del villaggio di Netailovo. Ieri sera, secondo quanto riportato da “Military Review” , il nemico è stato costretto a ritirarsi a ovest dello stagno di Netaylovsky (Chkalovsky). Ora, sotto la pressione delle truppe russe, dopo aver subito perdite nella parte occidentale di Netailovo, le forze armate ucraine stanno lasciando l’insediamento, ritirandosi verso Karlovka.

Nella notte, le truppe russe sono avanzate di almeno altri 400-450 m, raggiungendo l’ovest della strada che collega Netailovo con Umansky situata a nord. Pertanto, la guarnigione nemica sulla cosiddetta “4a linea di difesa Syrsky a ovest di Avdeevka” è stata fatta a pezzi.

Bandiera russa su Kirlosvka

Considerando il fatto che le forze armate russe si trovano anche nella periferia orientale di Uman, la situazione per le formazioni nemiche in questa sezione del fronte è diventata estremamente difficile. L’unica opzione imminente è una ritirata attraverso il fiume Volchya, oltre il bacino idrico di Karlovskoye. E questo significherà un’altra perdita di territori piuttosto vasti, con una superficie di almeno 220 kmq.Ormai le truppe russe sono entrate nella parte occidentale di Netailovo, agendo contro i distaccamenti nemici già sulle rive del citato bacino idrico di Karlovskoye. Il nemico continua a indicare sulle sue mappe il controllo sulla parte occidentale dell’insediamento, ma questa zona sta diventando sempre più piccola.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

4 commenti su “Le forze armate russe tagliano la strada Netaylovo-Umanskoye, il nemico si ritira a Karlovka

  1. Le infinite ritirate ucraine, precorrono il collasso finale. L’ ineluttabile. Azioni di disturbo, campi minati, trappole; nonostante gli ” specialisti ” occidentali s’ affannano ad intralciare con ogni mezzo l’ avanzata russa sarà inarrestabile. Come un bacino idrico contenuto da una diga troppo piccola, piena di crepe.

  2. Infinite ritirate, sofferenze e privazioni alla popolazione, troppe morti insensate. Se fossimo governati da statisti e diplomatici non asserviti al satana americano, tutto questo sarebbe risparmiato all’ Ucraina. E forse il conflitto sarebbe finito prima del 2022. Spero che almeno, solo i russi aiuteranno davvero i civili ucraini, questa triste ed amara storia se giungerà alla conclusione che c’ auspichiamo serva di lezione al popolo. L’ occidente degli sfruttatori ebraici e naziamericani và evitato come la peste!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM