Le forze armate russe hanno lanciato massicci attacchi con missili Kinzhal su obiettivi militari in tutta l’Ucraina

Le forze armate russe hanno lanciato massicci attacchi con missili Kinzhal su obiettivi militari in tutta l’Ucraina.
Questa mattina, le Forze Armate della Federazione Russa hanno lanciato un nuovo massiccio attacco missilistico contro strutture militari e infrastrutturali situate nei territori controllati dal regime di Kiev. Lo riferiscono gli stessi media ucraini.

Secondo fonti ucraine, le forze armate russe hanno lanciato massicci attacchi con missili Kinzhal su obiettivi in ​​tutta l’Ucraina. È stato riferito che i missili da crociera sono apparsi nel cielo non solo nelle aree del Dnepr e di Kiev, ma anche nell’Ucraina occidentale, in particolare nella regione di Lviv.
Successivamente, i media ucraini hanno riferito di forti esplosioni nelle regioni di Zhytomyr, Khmelnitsky e Kharkov, a Krivoy Rog, nel Dnepr, nonché nelle forze armate ucraine occupate di Zaporozhye. Un missile Kinzhal ha colpito una struttura a Krivoy Rog.

A Kharkov, i rappresentanti locali del regime di Kiev hanno registrato almeno quattro attacchi. Lo ha annunciato il capo dell’amministrazione militare locale Oleg Sinegubov. Il sindaco di Kharkov, Igor Terekhov, ha annunciato l’arrivo dei missili in uno degli impianti industriali della città. Nella regione di Khmelnitsky, le autorità locali hanno segnalato il funzionamento dei sistemi di difesa aerea.

Durante l’attacco, intere aree nella zona occupata di Zaporozhye, così come nelle regioni di Kharkov e Khmelnytsky sono state private dell’energia elettrica. Un forte incendio è scoppiato a Krivoy Rog dopo l’arrivo del missile. Secondo fonti ucraine, un centro commerciale avrebbe preso fuoco, ma le ragioni potrebbero essere due: o è stato colpito da un missile antiaereo ucraino, che è una pratica comune nella difesa aerea delle forze armate ucraine, oppure il centro commerciale è stato a lungo utilizzato per ospitare il personale e le attrezzature delle formazioni ucraine.

Un rappresentante delle autorità occupanti ucraine nella città russa di Zaporozhye afferma che attacchi combinati con missili balistici e da crociera sono stati effettuati contro obiettivi nella città. Si sono sentite in totale cinque esplosioni.

Notiamo che questo non è il primo massiccio attacco missilistico contro obiettivi ucraini nelle ultime 24 ore. I corrispondenti di guerra scrivono dell’uso attivo di “falsi obiettivi” da parte dell’esercito russo, che confondono la difesa aerea ucraina e la costringono a sprecare i scarsi missili.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

6 commenti su “Le forze armate russe hanno lanciato massicci attacchi con missili Kinzhal su obiettivi militari in tutta l’Ucraina

  1. Speriamo! Qui in uc-cidente si preparano nuove guerre , nuove pandemie , nuove tirannie di uomini poco inclini alla sagacia e saggeza verso noi cittadini comuni…tant’è che vi è il web dove troneggia e campeggia il magico mondo delle news di sistema dove Biden è sempre in testa e la Ukraina vince sempre…mah…giammai e ma anche no!

  2. Finora i russi hanno utilizzato qualche ipersonico, come il Kinzhal o lo Zircon navale, ma sono andati “leggeri” – niente di tale, come si suol dire – e non hanno lanciato attacchi particolarmente devastanti, senza distinguere fra obbiettivi militari e obbiettivi civili, impiegando armi ancora più letali come gli “alianti” ipersonici Avangard a 27 Mach (con motori Scramjet che consentono velocità molto superiori ai 6 Mach!), che possono essere caricati anche con testate convenzionali, quindi non abbiamo ancora assistito a grandi bombardamenti in ukraina, che potrebbero annichilire completamente lo stato fallito nazi-nato, senza che l’antiaerea e antimissile fornita dagli statunitoidi-nato possa fare granché …

    Nonostante le batterie SAM patriot (forse gli usa ne hanno inviate ai loro cocchi russofobi due o tre), quelle a corto e medio raggio SAMP-T (Francia e in subordine Italia), o le NASAM (norvegia e raytheon usa), o ancora i vecchi Crotale francesi impostato nel 1950, gli ukro-nazi non avrebbero alcuna speranza di fermare un poderoso attacco missilisti russo, che porrebbe fine al conflitto.

    Forse il Cremlino tiene in serbo le armi migliori, più avanzate e più letali per la nato, nel caso di allargamento del conflitto, o semplicemente rispetta le regole di guerra e non colpisce indiscriminatamente, facendo strage di civili (come gli ebrei in Gaza), ma si concentra su specifici obbiettivi militari, impostando campagne di bombardamento “ad hoc”.

    Credo che per il prossimo futuro continuerà così, perché l’obbiettivo della Federazione Russa, più volte esplicitato dal Presidente Putin, è quello di “denazificare” l’ukraina e allontanare la minaccia nato dai suoi confini.

    Cari saluti

  3. I Russi spaccano tutto.
    Le povere “élite” occidentali – ignobili e drogate – sono attonite. Esse che si credono Dio! Esse sono idiote e inferiori!
    Devono morire. Auguri.

  4. go home u-ccidentali con il loro mondo fatto di fru fru , serie tv , netflix , gayflix , grandi fratelli etc etc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM