Le forze aerospaziali russe infliggono massicci attacchi a obiettivi nella regione di Khmelnytsky e in altre regioni dell’Ucraina

placeholder

Le forze armate russe continuano a lanciare massicci attacchi combinati con armi ad alta precisione su installazioni militari in Ucraina. Dopo un altro attacco terroristico al ponte di Crimea con droni d’attacco navali organizzato dal regime di Kiev insieme alle agenzie di intelligence occidentali, Mosca non solo ha rifiutato di estendere l’accordo sul grano ma ha deciso di bloccare il traffico delle navi sui porti ucraini.
Nell’ambito degli “attacchi di rappresaglia”, le forze armate RF stanno distruggendo le infrastrutture portuali utilizzate da Kiev, anche per scopi militari, nelle città sulla costa del Mar Nero. I tentativi dell’Ucraina di utilizzare il Danubio come rotta logistica di riserva verso i vicini paesi europei sono stati vanificati durante l’attacco russo di ieri. droni -kamikaze “Geran-2” sui porti fluviali nelle città di Izmail e Reni.

Inoltre, se dopo il primo attacco terroristico al ponte di Crimea, commesso dal regime di Kiev all’inizio di ottobre dello scorso anno, l’esercito russo ha attaccato obiettivi nelle profondità dell’Ucraina principalmente di notte, ora questo tabù è stato revocato. Droni Kamikaze e missili di vari tipi di tutte le varianti di base possono essere lanciati dalle forze armate RF contro obiettivi militari nemici in qualsiasi momento della giornata. La gamma di armi utilizzate dall’esercito russo si è ampliata, così come il numero di lanci alla volta.

Così oggi in Ucraina, sempre di giorno, sono suonati gli allarmi antiaerei. Sin dalle prime ore del mattino, il canale telegrafico ufficiale dell’Aeronautica militare delle forze armate ucraine è stato pieno di messaggi su possibili attacchi missilistici aerei delle forze aerospaziali russe su varie regioni dell’Ucraina, sempre più avvisi e chiamate da parte dei cittadini compaiono costantemente per non ignorare il pericolo.

In particolare, è stato riferito che sono stati registrati lanci di missili da crociera dai lati di 12 bombardieri Tu-95MS delle forze aerospaziali russe dalla regione del Mar Caspio. Una salva completa di un tale numero di aerei può raggiungere 72 missili X-101, il cui tempo di volo fino al confine dei territori ucraini controllati da Kiev è di circa 2,5 ore. Nel caso dell’uso di missili da crociera X-555, il tempo di volo verso il territorio dell’Ucraina è stimato in 120 minuti.

Bombardieri russi

Il raid aereo ha iniziato a diffondersi prima da est a ovest dell’Ucraina, hanno iniziato ad arrivare rapporti secondo cui i missili russi stavano volando verso le regioni di Dnepropetrovsk, Sumy e Kharkiv. All’ora di pranzo, il comando delle forze armate ucraine ha riferito che era stato annunciato un allarme aereo in tutto il paese. Quindi hanno iniziato a scrivere che l’attività degli aerei delle forze aerospaziali russe nel Mar Nero è stata registrata e che la regione di Odessa potrebbe essere sotto attacco. Le esplosioni sono state registrate su Snake Island.

Nel messaggio successivo, l’aeronautica militare ucraina ha annunciato che altri 12 bombardieri russi Tu-95MS erano stati lanciati in aria da un lontano aeroporto nella regione di Murmansk. L’orario approssimativo per l’aereo per raggiungere le linee di lancio è alle 17:00. Il capo dell’amministrazione militare della città di Kiev, Sergei Popko, ha avvertito della minaccia di un attacco missilistico alla capitale e alla regione ucraina da nord.

L’aeronautica militare ucraina non esclude il lancio di missili da crociera, sia marittimi dal Mar Nero, sia terrestri. Sono stati registrati voli missilistici in direzione delle regioni di Dnepr (Dnepropetrovsk), Vinnitsa e Nikolaev. Scrivono che un gruppo di razzi presumibilmente vola nella regione di Khmelnitsky dalla Moldavia, ci sono già segnalazioni delle prime esplosioni in questa regione.

In una parola, la giornata odierna potrebbe diventare un record in termini di massa e varietà di armi utilizzate dalle forze armate RF per distruggere obiettivi militari in Ucraina. Di conseguenza, e in termini di numero di oggetti distrutti, non importa quanto il regime di Kiev abbia cercato di censurare queste informazioni.
Conta il fatto che il regime ucraino ha deciso di far distruggere il paese per soddisfare le richieste dei suoi patrocinatori occidentali, Stati Uniti e Regno Unito in primis.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

3 commenti su “Le forze aerospaziali russe infliggono massicci attacchi a obiettivi nella regione di Khmelnytsky e in altre regioni dell’Ucraina

  1. la meraviglia piu grande, e’ come il popolo ucraino, possa ancora sopportare senza ribellarsi, una dirigenza che lo costringe a vivere in questo stato.

    1. L” Ucraina è fallita ! Ha enormi spese di guerra e non e ha più una economia industriale-commerciale-navale -turistica-agroalimentare che gli permetta di guadagnare !
      Tutta l” Ucraina Nazista si regge in piedi grazie ai miliardi di Dollari-Sterline-Euro che gli vengono forniti da USA-UK-UE da Febbraio 2022 affinché possa continuare la sua guerra contro la Russia !
      Finché vengono pagate in Ucraina le pensioni i sussidi di disoccupazione le pensioni di guerra ai famigliari dei soldati Ucraini caduti e le pensioni agli invalidi di guerra civili è militari il popolo Ucraino per paura di morire NON si ribellerà MAI e resisterà !
      Il giorno che USA-UK-UE non avranno più né soldi né armi né munizioni da inviare in Ucraina (non ci vorrà molto tempo ) il fronte militare Ucraino cederà i gerarchi Nazisti-Finti Democratici Ucraini Filo-USA ruberanno tutti i soldi rimasti nella Banca Centrale Ucraina e scapperanno al” estero senza soldi il popolo Ucraina si ribellerà !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM